Condanna Berlusconi, Bruno Vespa ci scherza su: “Condurrò Cella a Cella”

By on agosto 8, 2013
Cella a Cella Bruno Vespa

text-align: center”>Cella a Cella Bruno Vespa

CONDANNA BERLUSCONI, BRUNO VESPA CI SCHERZA SU – La condanna di Silvio Berlusconi ha scatenato un vero e proprio putiferio, ma c’è anche chi ci scherza su, come ha fatto Bruno Vespa, che ha voluto sdrammatizzare un po’, non rallegrando sicuramente i politici del Pdl, che sostengono sempre e comunque il loro leader. Vespa, dopo aver detto su Twitter che con tutta probabilità Berlusconi sceglierà di passare le sue giornate dietro le sbarre, rinunciando sia agli arresti domiciliari sia ai servizi sociali, ha poi aggiunto che il Cavaliere, in carcere, non ci andrà mai, perché altrimenti potrebbe essere l’artefice di episodi davvero sovversivi: “Berlusconi non può andare in prigione perché nel giro di una settimana sarebbe allenatore della squadra di calcio dei detenuti. E nel giro di due settimane sarebbe presidente della squadra di calcio delle guardie. E questo sarebbe oggettivamente eversivo”.

bruno-vespa-foto

SILVIO BERLUSCONI A CELLA A CELLA – Bruno Vespa ha voluto così distogliere l’attenzione da tutta quella bufera che ha travolto, dopo la condanna definitiva di Silvio Berlusconi per frode fiscale, il Presidente della sezione feriale della Cassazione Antonio Esposito, che avrebbe rivelato anticipatamente il contenuto del verdetto in una intervista. Lasciando da parte tutto questo, dopo le prime frasi che sarebbero dovute risultare simpatiche (ma per molti di certo non è stato così), il conduttore Rai ha continuato a scrivere messaggi esilaranti per l’ex premier: “In carcere Berlusconi produrrebbe anche la trasmissione Carcere a Carcere. Lo liberebbero subito, per ritrovare la pace”.

BERLUSCONI DEVE ACCETTARE LA CONDANNA – Prima di scomparire definitivamente dalle scene, Silvio ha realizzato dei video in cui si proclama innocente, sostenendo che se si è trovato in questa situazione è solo colpa di giudici e avvocati corrotti. Non la pensa così, ovviamente, il Pd e Gueglielmo Epifani – segretario del partito – gli ha ricordato quello che aveva detto tempo addietro: “Gira un video di Berlusconi giovane che dice che, quando uno fosse condannato per evasione fiscale, deve fare un passo indietro. Credo sia quello che è giusto”. Insomma, il Cavaliere dovrebbe accettare, senza blaterare più di tanto, la sua condanna. Lo farà, prima o poi?

About Pascal Ciuffreda

Classe 1992, un ragazzo come tanti, ma con un’ingovernabile voglia di comunicare scrivendo. Studente di filosofia con diverse passioni: divorare libri senza pregiudizi, seguire qualsiasi tipo di programma televisivo (da quelli incentrati sulla cultura a quelli più trash), ascoltare tanta musica, e scrivere articoli sui più svariati argomenti. Puzza sotto al naso, mai; entusiasta sempre di sperimentare e sperimentarsi. Il suo motto? Vivere militare est.

One Comment

  1. mario

    agosto 11, 2013 at 15:23:09

    Berlusconi è innocente e solo chi vive “certe tragedie” può capire. Guai a trovarsi contro invidiosi o corrotti… Comunque se Il Presidente Berlusconi va in carcere sono pronto a seguirlo senza indugio…da innocente. Tanto in carcere vengono rinchiusi innumerevoli innocenti…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *