Cristina D’Avena conduce Radio Crock’n’Dolls: dal 9 settembre alle 9.00 su Super!

By on agosto 14, 2013
cristina d'avena conduce radio cronck'n'dolls super!

text-align: justify”>cristina d'avena conduce radio cronck'n'dolls super!

SUPER!, TORNA CRISTINA D’AVENA CON RADIO CROCK’N’DOLLS: DAL 9 SETTEMBRE – Dopo la riuscitissima collaborazione fra la cantante e il canale tv dedicato al mondo dei bambini, Cristina D’Avena e Super! annunciano un nuovo programma interamente dedicato ai mondo dei piccini in età prescolare: stiamo parlando di Radio Crock’n’Dolls, programma tv che andrà in onda a partire dal prossimo 9 settembre dalle ore 09:00.

Sulla pagina Facebook ufficiale dell’artista, leggiamo un breve communicato:

Dal 9 settembre 2013, Cristina D’Avena torna in tv su Super!, il canale per bambini e ragazzi del Gruppo DeAgostini dove, tutte le mattine dal lunedì al venerdì alle ore 09:00, condurrà il programma tv “Radio Crock’n’Dolls”: la prima produzione prescolare della Rete che inaugura una fascia di programmazione dedicata ai bambini che ancora non frequentano la scuola oltre ovviamente alle loro mamme. Super! è visibile in chiaro al canale 47 del digitale terrestre.

cristina-d'avena-cappello

Incuriositi da questa notizia, siamo andati alla ricerca di dichiarazioni della D’Avena riguardanti il nuovo programma. Al Corriere della Sera, ha affermato:

Radio Crock’n’Dolls è un programma di cui, a mio avviso, si sentiva davvero la mancanza. La tv non produce più questo genere di programmi d’intrattenimento ma i bambini devono essere tenuti in considerazione. In tv ormai ci sono così tanti cartoni e talent, ma uno show così non c’era più. A Radio Crock’n’Dolls si canterà: sia le mie sigle ma anche altre canzoni pop. In ogni puntata ci sarà un tema.

Sulle pagine del Corriere viene inoltre annunciato che lo studio sarà invaso da un pupazzo, tale Ciuffetto, con cui la cantante interagirà; quasi a ricalcare le gesta del caro vecchio Bim Bum Bam.

Siamo sicuramente concordi col fatto che programmi del genere nella tv generalista manchino ma anche che, ad oggi, solo una tv del digitale terrestre può permettersi di sperimentare un format del genere. I nostri migliori auguri a Cristina D’Avena che, oggi come ieri, farà divertire grandi e piccini.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

2 Comments

  1. fABIO

    agosto 15, 2013 at 20:43

    E’ vero che la tv generalista non ha praticamente più spazi per i bambini (salvo la parantesi Zecchino d’Oro su Rai1, più Art Attack e L’Albero Azzurro su Rai2) ma comunque lo spazio si è spostato sulle tv tematiche…. Per cui, che ci sia sulla generalista o su le tematiche, basta che ci sia 😉

  2. rossella

    agosto 15, 2013 at 21:58

    E’ vero! Pero’ le generaliste aiutano i genitori a sondare i discorsi dei bambini quando non sono a casa. Invece questa frammentazione riduce il controllo sulle immagini. Ma e’ un dettaglio!
    Alla fine tutto ruota intorno alle figurine e se avessi un figlio mi preoccuperei delle immagini che si trova a dover elaborare. Io credo molto nel valore evocativo delle immagini. In politica ad esempio non mi tornano tante cose. Penso al simbolo dell’ulivo: per associazione d’idee penso alla pace ma c’e’ un aspetto laico e un ritorno su temi religiosi. Ci sono delle immagini di confine. Sarebbe meglio rivolgersi all’Accademia delle belle arti e creare delle immagini capaci di esprimere la storia e l’identita’ di un partito. Ho fatto solo un esempio perche’ magari vedendo l’ulivo penso ad una sorta di democrazia cristiana: nell’iconografia e’ associato alla passione di Cristo. Quindi potrebbe davvero rimandare all’idea della Croce. Ovviamente si tratta del mio punto di vista e non essendo un tecnico lascia il tempo che trova.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *