Enrico Brignano e la passione per il palcoscenico: “In teatro la parte più bella della vita”

By on agosto 11, 2013
Brignano in teatro nell'estate 2013

text-align: center”>Brignano in teatro nell'estate 2013

Non si prende troppo sul serio, Enrico Brignano, né quando parla di lavoro e progetti futuri, né quando il discorso cade su politica e attualità. Intervistato dal Messaggero alla vigilia del tour teatrale che porterà in varie piazze della penisola (da Taormina a Marina di Pietrasanta, passando per Rieti, Nettuno, Pescara e Catanzaro) lo spettacolo “Il Meglio d’Italia”, da qui al prossimo 7 Settembre. L’occhio attento agli umori della “gente” ed ai cambiamenti nella società il bravo attore di teatro deve sempre mantenerlo, per poi rielaborare tutto in chiave ironica e, perché no, regalare qualche efficace frecciata di satira con messaggi forti e diretti senza sconti per chi sta in alto.

Anche nel periodo de Le Iene, Enrico Brignano usava con estrema abilità l’arma del monologo a ruota libera inserendo tra una battuta e l’altra stoccate impietose verso personaggi pubblici e categorie, o meglio “caste”, non particolarmente amate dalla maggioranza degli italiani. Nonostante l’immutata voglia di graffiare, in tv o sui palcoscenici, l’artista romano giunto ormai alla piena maturazione professionale sente il dovere di rivolgersi al suo pubblico e lanciare una sorta di appello all’ottimismo, in una fase storica dove la capacità di reagire alle difficoltà collettive e individuali sembra davvero essersi smarrita: “Il nostro Paese non può farsi demolire dalla pioggia di brutte notizie dei telegiornali, arrendendosi alla mala politica, agli stupratori delle istituzioni e ai ladri. Se resistiamo non ci possono fregare, altrimenti, se ci comportiamo da vinti, perdiamo davvero perché l’umore del popolo influenza tutto”.

brignano-conduttore-delle-iene

Senza tirarsi indietro di fronte alle domande più strettamente legate alla vita istituzionale del Belpaese, con tanto di commento (“io me ne sarei andato su un’isola deserta con le mie barche e con le mie donne”), alla sentenza di condanna per l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Brignano sembra aver sviluppato una certa insofferenza o forse una sorta di distacco “filosofico” nei confronti delle cronache politiche nazionali, rispetto alle quali l’ultima esperienza cinematografica rappresenta qualcosa di simile ad un prezioso rifugio.

“Grazie al cielo il film appena girato insieme ad Ambra Angiolini non c’entra nulla con la politica, essendo una commedia sentimentale tratta da una pellicola francese” rivela il comico laziale alla giornalista del Messaggero Micaela Urbano, in un’intervista aperta ad ogni argomento, vita privata compresa. Per l’esperto uomo di spettacolo, bravo a destreggiarsi sempre ad alti livelli sia come conduttore televisivo che come protagonista di film e lavori teatrali di successo, il confine tra realtà e finzione rimane rigorosamente labile, considerato che “in teatro c’è la parte più bella della vita, dove la fandonia diventa verità.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *