Maurizio Crozza lascia La7 e approda in Rai nel 2014? Mentana: “Grave perdita, spero ci ripensi”

By on agosto 27, 2013
Maurizio Crozza dice addio a La7 a fine 2013

text-align: center”>Maurizio Crozza dice addio a La7 a fine 2013

Maurizio Crozza lascia La7 a fine 2013: stavolta non sarebbero semplici rumors, come quelli che prima dell’ufficializzazione dei palinsesti autunnali, secondo Il Fatto Quotidiano, davano in fuga dall’emittente di Cairo anche Lilli Gruber e forse perfino Michele Santoro, approdato sul terzo polo tv solo un anno fa con Servizio Pubblico. Esodo scongiurato, visto che erano entrambi presenti alla presentazione dei palinsesti agli investitori pubblicitari lo scorso luglio, al fianco delle new entries Salvo Sottile e Gianluigi Paragone e degli altri volti storici della rete (eccetto Gad Lerner). Eppure La7 starebbe per perdere la sua punta di diamante, lo show record d’ascolti di Maurizio Crozza (quest’anno intitolato Crozza nel Paese delle Meraviglie), che ogni venerdì in prima serata ha raccolto lo scorso anno una maedia share di circa il 10%. Ottimi risultati per la rete, con cui però il comico ligure ha un contratto in scadenza a giugno 2014, ma una clausola rescissoria permetterebbe di interrompere anzitempo la collaborazione. Si aggiunga che lo show sarebbe troppo costoso (14 milioni di euro) per l’emittente in piena fase di ristrutturazione dopo l’acquisto da parte di Urbano Cairo e che dopo l’esperienza al Festival di Sanremo Rai1 sarebbe pronta ad accogliere Crozza con uno spettacolo in grande stile, ed ecco la quadra del cerchio che porterebbe il comico all’addio a La7: a rilanciare cifre ed indiscrezioni sul futuro del comico stavolta è stato Il Giornale, con un pezzo di Laura Rio, che ha annunciato anche il possibile arrivo su Rai1 di Geppi Cucciari, anche lei reduce dall’addio a La7 dopo la chiusura di G’Day e l’esperienza a Le Invasioni Barbariche di Daria Bignardi. E sulla vicenda Il Giornale ha anche intervistato Enrico Mentana, direttore del Tg La7 e notoriamente sempre molto attento alle dinamiche interne (“Non sono il direttore né il proprietario della rete, ma dico quello che penso” ha dichiarato al quotidiano di Sallusti).

foto-maurizio-crozza

Maurizio Crozza non lascerà La7 prima della fine dell’anno: il suo spettacolo torna in onda ogni venerdì da settembre a dicembre. Dopo si vedrà. In teoria il comico sarebbe legato alla rete fino alla primavera del 2014, ma se davvero dovesse orientarsi verso altri lidi, non è detto che non scinda il contratto con La7 prima della naturale scadenza. D’altronde le offerte non mancano certo: da Mediaset a Sky, passando per la Rai che già ospita sulla terza rete la sua copertina satirica di Ballarò record di ascolti ogni martedì sulla terza rete, Maurizio Crozza è il comico più corteggiato del momento. Tanto che lo scorso febbraio è approdato sul palco dell’Ariston (non senza polemiche) e da allora si sono rincorse le voci su un suo possibile approdo sulla rete ammiraglia Rai diretta da Giancarlo Leone con uno spazio in prime time.

Che Maurizio Crozza lasci La7 al momento non è una certezza, ma certo la mancanza di una smentita ufficiale (arrivata in altre occasioni) da parte della rete o del comico fanno pensare che l’ipotesi sia più che realistica. Tanto che pure Enrico Mentana, direttore del telegiornale e ormai volto simbolo di una La7 in costante crescita negli ascolti, ne ha parlato in un’intervista a Il Giornale, ricordando che Crozza è un volto della rete e che su La7 è libero di fare satira politica e di costume in tutti i modi e le forme che gli sono congeniali, cosa che (aggiungiamo noi) difficilmente potrebbe realizzarsi nella Rai controllata dai partiti. Nell’auspicio che la satira di Crozza resti su La7:

Sarebbe una grave perdita, perché è in equilibrio perfetto con la rete, spero ci ripensi anche perché non so se su altre reti troverebbe la totale libertà che ha qui”.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *