Miss Italia 2013, Enrico Mentana contro la finale su La 7: “Non c’entra nulla con la rete”

By on agosto 24, 2013
Foto di Enrico Mentana su La 7

text-align: justify”>Foto di Enrico Mentana su La 7MISS ITALIA 2013, ENRICO MENTANA SI SCAGLIA CONTRO IL CONCORSO DI BELLEZZA SU LA 7. Non c’è pace per Miss Italia, il concorso di bellezza che ogni anno è stato ospitato sulla Rai. La tv di Stato quest’ anno ha deciso di non trasmettere il concorso e questo ha creato non pochi problemi a tutta l’ organizzazione, soprattutto delle finali. Pochi giorni fa poi Patrizia Mirigliani ha confermato che erano in corso delle trattative per portare la finale su La 7, dopo il no di Mediaset. La notizia ha scatenato non poche polemiche sull’ approdo del concorso sulla rete di Urbano Cairo il primo a dire il suo ‘no‘ è stato il direttore del Tg della rete, Enrico Mentana che su Facebook scriveva: “Miss Italia su La 7? Anche no, grazie. L’ identità di rete è una cosa seria“.

Enrico Mentana contro Miss Italia su La 7. Le sue dichiarazioni hanno scatenato diverse polemiche in quanto per molti il direttore del tg non dovrebbe esprimersi sulle scelte editoriali della rete in quanto non è di sua competenza. Ma il direttore non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro e infatti è tornato a parlare dell’ eventuale arrivo della finale di Miss Italia su La 7 scrivendo un lungo post sulla sua pagina ufficiale di Facebook.

enrico-mentana-direttore-tg

Miss Italia 2013 su La 7? Enrico Mentana contrario. Sul suo profilo ufficiale il direttore del Tg scrive che è stato definito: “Snob, moralista, talebano, emulo della Boldrini” solo perché ha detto quello che sanno già tutti, cioè che Miss Italia non c’entra nulla con La 7. E continua facendo notare come la manifestazione sia stata rifiutata anche da Rai e Mediaset, senza nessuna polemica da parte di qualcuno. Poi aggiunge:

Ma se qualcuno su La7 fa notare che non è proprio congruo col progetto di canale costruito in questi anni ospitare una manifestazione […] non affine ai giusti del pubblico stabile della rete, apriti cielo“.

Ma non solo perché Enrico Mentana ha anche rilasciato un’ intervista a Il Giornale dove afferma che il concorso di Miss Italia ha un pubblico anziano e non in linea con il target di La 7. Spiega anche che se il concorso alla fine arriverà su La 7: “Se ne discuterà” non aggiungendo altro. E voi cosa ne pensate dell’ eventuale arrivo di Miss Italia 2013 su La 7?

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

One Comment

  1. rossella

    agosto 24, 2013 at 18:39:56

    Mentana ha ragione! Mi sembra molto coerente. Fino a ieri la linea editoriale era diametralmente opposta. Astenersi dal dire la sua sarebbe stato ipocrita. Un giornalista deve avere questa liberta’; le ultime edizioni del concorso sono state molto discutibili. Accogliere Miss Italia con la marcia trionfale dell’Aida sarebbe troppo.
    La Boldrini non aveva tutti i torti. Pero’ a tutto c’e’ un limite. Questo concorso, nel bene e nel male, allarga la prospettiva sull’estetica.
    Pero’ l’Italia di Mirigliani-padre non e’ quella di sua figlia. Oggi il concorso genera delle aspettative diverse. Infatti la Carra’ ha usato le parole giuste. Pero’ storicamente c’e’ bisogno di recuperare rispetto per le donne. La cronaca nera parla chiaro: e’ palese un anacronistico senso del possesso! Quindi ripartire dal corpo significa dare un messaggio importante. E’ come tornare alle origini del concorso per riappropriarsi di quell’autonomia che passa dal voto ma non esclude la possibilita’ di esprimere la propria femminilita’.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *