11 Settembre, Iris ricorda le vittime dell’attentato con il film World Trade Center

By on settembre 10, 2013
Le Torri Gemelle di New York

text-align: center”>Le Torri Gemelle di New York

11 SETTEMBRE APPUNTAMENTI IN TV – Ricorre domani l’ 11 Settembre, l’anniversario di una data che nel 2001 cambiò per sempre il destino del Mondo. E per ricordare le tante vittime che persero la vita a causa dell’attentato alle Torri GemelleIris ha programmato un film d’eccezione per domani sera in prima serata. Si tratta del film di Oliver Stone World Trade Center che racconta dell’attentato che 12 anni fa colpì il suo cuore economico degli Stati Uniti d’America.

WORLD TRADE CENTER è incentrato sulla storia vera di due poliziotti Will Jemeno e  il sergente John McLoughin, ultime due persone estratte vive dalle macerie delle Torri Gemelle. E così mentre gli occhi del mondo sono puntati sull’immane tragedia e le famiglie dei due uomini pregano per la loro vita,  i due soccorritori lottano per trovare una via d’uscita. Un vero e proprio omaggio all’eroismo dei due uomini e con essi un ricordo concreto delle tante vittime che perirono a causa della sconvolgente tragedia dell’11 Settembre.

oliver-stone-world-trade-center

Nel film le macerie delle Torri Gemelle sono state completamente ricostrite a Marina del Rey in California in una perfetta replica delle due torri che si trovavano nell’attuale area di Ground Zero a New York “per non offendere la sensibilità dei newyorkesi” come ha affermato il regista Oliver Stone al New York Times. Il film è uscito nelle sale cinematografiche nel 2006 non senza polemiche: oltre a sottolineare alcune inesattezze, i parenti delle vittime contestarono il fatto che alcune famiglie di superstiti e i due sopravvissuti, interpretati nel film da Nicolas Cage e Michael Peña, parteciparono concretamente alla produzione. Dunque Iris sul canale 22 del digitale terrestre commemora domani sera  i 12 anni dell’anniversario dell’11 Settembre con un film certamente da non perdere per non dimenticare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

One Comment

  1. Rossella

    settembre 12, 2013 at 10:27:02

    Secondo me i media non dovrebbero sottovalutare gli attentati alle Twin Towers; nell’immaginario collettivo si tende a ricordare solo il simbolo delle Torri gemelle di New York: anche quando si parla tra amici è così! Ma a me non sembra corretto dimenticarsi del Pentagono e non ricordare alla gente che questo edificio ubicato a Washinton è la sede del ministero della Difesa. Quindi Twin Towers e Pentagono devono necessariamente fissarsi nella memoria come un unico concetto. La scelta di obiettivi civili non mi sembra casuale: penso all’eco massmediologica! In questo modo si accelera la lotta politica; basterebbero piccoli accorgimenti per favorire la cultura della pace. Dalla Pacem in terris del 1963 all’Evangelium vitae del 1995 siamo giunti alle imponenti manifestazioni del 2003 che concettualmente ricordano la veglia di preghiera di sabato e raccontano una pace sempre più laica e a misura d’uomo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *