Baciamo le mani Palermo – New York 1958, il riassunto della quarta puntata

By on settembre 14, 2013
foto fiction baciamo le mani

BACIAMO LE MANI Palermo – New York 1958 – La quarta puntata della fiction prodotta da Ares Film,diretta da Eros Puglielli e scritta da Teodosio Losito, è andata in onda ieri su Canale 5, registrando 5.033.000 telespettatori e il 21,67% di share, perdendo contro il programma di Rai Uno Tale e quale show (5.172.000 telespettatori e share del 24,02%).

Nel cast della fiction Sabrina Ferilli (Ida Di Giulio)Virna Lisi (Agnese Vitaliano)Francesco Testi(Ruggero Vitaliano)Martina Pinto (Felicita Vitaliano)David Coco (commissario Bellomo)Massimo Bellinzoni (Pasquale Vitaliano)Valerio Morigi (Giuliano Draghi)Federico Galante (Nicolino Vitaliano)Nathalie Rapti Gomez (Louise)Luigi Maria Burruano (Don Cesare Romeo)Massimiliano Morra (Vito Calabrese)Sergio Arcuri (Chiarella)Burt Young (Don Gillo Draghi)Ninetto Davoli (Peppino Abarre)Salvatore Lazzaro (Antonio Di Giulio)Santo Pennisi (ispettore Cangemi)Antonio Merone (Padre Saro), Betti Pedrazzi (Teresa Puccinelli)Giorgio Caputo (avvocato Torrisi)Lucia Gravante (Rosalia)Domenico Balsamo (Raffaele Draghi)Daniela Marra (Mariarosa Draghi)Enzo Curcurù (autista Tano)Antonio Cantafora (Charles Lettieri)Daniela Piperno (Madam)Igor Mattei (Mario Imposimato)Francesco Barbero (linotipista) e Orazio Stracuzzi (Don Fabrizio).

Ecco quello che è successo nella quarta puntata di Baciamo le mani Palermo – New York 1958 (qui, qui e qui il riassunto della prima e della seconda):

foto-1-baciamo-le-mani

Prima di morire Pasquale chiede a sua madre di proteggere Ida e Salvatore, ma Agnese, nella sua disperazione, accusa la donna di essere la causa della perdita del figlio. Nel frattempo il commissario Bellomo è arrivato in città per parlare con Ida e convincerla ad andare via da New York ed entrare nel programma protezione testimoni, ma Salvatore è contento della sua nuova famiglia e della cura trovata a casa Vitaliano e mette sua madre in crisi. Il ragazzino, infatti, la accusa di essere la causa della sua infelicità e di tutto ciò che di brutto sta succedendo. Anche tra Vito e Felicita è crisi profonda. Lui non vuol più sapere nulla di lei, che non capisce quale possa essere il motivo di tanto astio. Naturalmente è all’oscuro del fatto che il ragazzo si comporta così per proteggerla, ma lo scopre mentre presta giuramento di fedeltà a Don Gillo. Sconvolta, Felicita decide di non volerlo più vedere.

Agnese invece riesce a farsi aiutare da Don Caruso, il quale decide di parlare a Don Gillo per intimarlo a lasciare in pace la famiglia Vitaliano e la loro macelleria. Il boss, però, sa che il suo vecchio “collega” è anziano e che non vivrà molto a lungo, lasciandogli così lo spazio per poter fare ciò che vuole. Intanto Ida e Salvatore vengono portati da Bellomo presso una fatiscente casa nella periferia newyorkese, destando ancor di più l’insoddisfazione del bambino che ora è costretto a rinunciare anche alla scuola e agli amichetti. Non mancano quindi ulteriori discussioni tra lui e la madre, che non ha idea di come mettere a posto la situazione. Salvatore decide di fuggire da casa, ma si perde nella città. Ida chiede a Ruggero di aiutarla a ritrovare Salvatore, che invece viene scovato da un poliziotto. Il piccolo gli chiede di portarlo da Agnese, l’unico indirizzo che conosce. La vedova Vitaliano avverte Ida del ritrovamento e dell’arresto di Don Cesare e invita i due sfortunati a tornare a vivere da loro.

La polizia siciliana scopre che Cangemi è una spia di Don Cesare, e pertanto viene costretto da Bellomo a collaborare per mettere definitivamente in galera il boss mafioso. Don Cesare viene arrestato, ma Cangemi resta ucciso. Vito si impelaga in un’altra avventura, cercando di aiutare la figlia di Don Gillo, Maria Rosa, promessa sposa al figlio di un altro boss. La ragazza non vuole sposarsi e architetta un piano: si fa trovare dal padre a letto con Vito e lo mette di fronte al fatto che una volta disonorata deve sposarsi con lui. Il ritorno a casa di Ida coincide con l’avvicinamento con Ruggero, palesemente innamorato di lei. Don Draghi riesce a far fuori Don Caruso tramite un infermiere, e così Agnese si ritrova senza protezione e ora è costretta a vendere la macelleria alla mafia per non rischiare di perdere anche i figli.

La quinta puntata di Baciamo le mani Palermo – New York 1958 andrà in onda venerdì 20 settembre alle 21,15 su Canale 5.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *