È morto Jimmy Fontana: L’interprete de Il Mondo si è spento all’età di 79 anni

By on settembre 11, 2013
Jimmy-Fontana

text-align: center”>jimmy fontana è morto

JIMMY FONTANA SI È SPENTO NELLA SUA ABITAZIONE DI ROMA – E’ morto nella giornata di oggi Jimmy Fontana, storico e popolare cantante italiano salito alla ribalta della popolarità negli anni ’60. Malato da tempo, avrebbe raggiunto il traguardo dei 79 anni il prossimo 13 novembre. Nato a Camerino nel 1934, Jimmy Fontana, nome d’arte di Enrico Sbriccoli, si è fatto conoscere dal grande pubblico grazie alle sue qualità attoriali e cantautorali. Ricordato per aver scritto ed interpretato brani quali Il Mondo e Che Sarà, Jimmy è stato nella sua vita artistica anche cabarettista,  cominciando a muovere i primi passi nella musica come cantante Jazz.

jimmy-fontana-2

Nella Gallery le copertine degli album storici e le più recenti immagini dell’artista scomparso

JIMMY FONTANA È MORTO – Nella giornata di oggi, 11 settembre 2013, Jimmy Fontana si è spento nella sua casa di Roma. Appassionato di Jazz, esordisce nel mondo della musica dedicandosi a questo genere e scegliendo il proprio nome d’arte Jimmy in omaggio al sassofonista Jimmy Giuffre; il cognome “Fontana” è stato invece scelto a caso dall’elenco telefonico. Da ragazzo impara a suonare il contrabbasso da autodidatta, e dopo aver militato in diversi gruppi jazz intraprende la carriera da solista avvicinandosi alla musica leggera. La sua prima volta al Festival di Sanremo risale al 1961, anno in cui partecipa con il brano Lady Luna in coppia con Miranda Martino, ma il vero successo è arrivato soltanto nel 1965 con l’intramontabile Il Mondo (in basso il video del pezzo). La sua capacità artistica si rifletterà poi nel 1971 anche sul gruppo emergente de i Ricchi e Poveri, che interpreteranno al Festival di Sanremo di quell’anno il pezzo Che Sarà, scritto appunto da Fontana.

LA DELUSIONE DI CHE SARA’ E IL DECLINO DEGLI ANNI ’70 – Gli anni ’70 furono per Fontana anni non proprio brillanti. In merito al brano Che Sarà, Fontana raccoglie in se una forte delusione dovuta alla vicenda che gira intorno alla scelta degli interpreti. La canzone, infatti, era stata presentata a Sanremo dallo stesso Fontana in collaborazione con l’artista portoricano Italo “Lilli” Greco, ma trova la strada d’accesso sbarrata. La scelta dei Ricchi è Poveri è stata decisa dall’allora direttore artistico della RCA Ennio Melis intenzionato a far volare quello che era un gruppo emergente, che già aveva emozionato il pubblico con La Prima Cosa Bella. Quasi costretto ad accettare di affidarla a loro, Fontana resterà molto deluso dalla decisione, delusione che si ripercuoterà poi nel calo di vendite e nel successivo stop di alcuni anni. In questo periodo, Fontana si trasferisce a Macerata dove apre un bar.

IL RITORNO SULLE SCENE DI JIMMY FONTANA – Alcuni anni dopo riprende la sua produzione musicale formando il gruppo I Superquattro, partecipando a diversi programmi televisivi, cinematografici e film musicali. Nel 1994 ritorna a calcare il palco del Festival Di Sanremo come membro del gruppo Squadra Italiana, cantando il brano Una Vecchia Canzone Italiana. Tra le sue passioni, spicca quella per le armi da fuoco, corredata da porto d’armi e da una collezione di pistole. La morte dell’artista si va ad aggiungere alle altre perdite di artisti italiani divenuti popolari nel secolo scorso, come quelle di Little Tony, Enzo Jannacci e di Franco Califano. Sotto il video del pezzo più popolare dell’artista: Il Mondo.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *