Emma Marrone: unica artista donna in nomination per il Best Italian Act agli Mtv Ema 2013

By on settembre 18, 2013
Emma Marrone

text-align: center”>

EMMA: IN NOMINATION PER IL “BEST ITALIAN ACT” – Momento d’oro per la cantante Emma Marrone. A Novembre partirà il suo “Schiena Tour 2013 che toccherà tutti i Palasport più importanti d’Italia e pare che la cantante sia l’unica artista italiana donna ad essere stata nominata per il “Best Italian Act” agli Mtv Ema 2013. Questo evento annuale celebra gli artisti più famosi al mondo e la Marrone sarà l’unica donna in mezzo a Fedez, Marco Mengoni, Max Pezzali e Salmo e cercherà di accaparrarsi il premio assegnato ad Amsterdam il 10 Novembre. “Schiena”, vincitore del disco di platino, è nella top ten degli album più venduti da cinque mesi e la Marrone canterà proprio le canzoni di questo disco nel prossimo tour che inizierà il 16 Novembre al 105 Stadium di Rimini. Schiena Tour 2013 durerà due mesi e la cantante girerà l’Italia da Nord a Sud mettendo in scena uno spettacolo che promette faville, in cui si alterneranno nuove canzoni e successi consolidati della Marrone.

emma-e-marco-bocci

Le altre città che saranno toccate dallo Schiena Tour saranno : il 17 Novembre Ancona (Palarossini), il 19 Mantova (Palabam), il 20 Milano (Mediolanum Forum), il 22 Padova (Gran Teatro Geox), il 26 Bologna (Paladozza), il 27 Firenze (Mandela Forum), il 29 Roma (Palalottomatica). A dicembre sarà il primo ad Acireale (Palasport), il 3 a Napoli (Palapartenope), il 5 a Pescara (Pala Giovanni Paolo II), il 7 a Torino (Palaolimpico), l’8 a Cuneo (Palasport) e il 10 a Montichiari – BS (Palageorge). Dunque, davvero una bella esperienza per la Marrone che sembra essere serena sotto tutti i punti di vista. Oltre al ruolo da cantante, adesso è testimonial in uno spot televisivo per un’App di smartphone e sembra che la crisi sentimentale col fidanzato Marco Bocci sia ormai alle spalle. La Marrone e la stella di Squadra Antimafia 5 sono lontani causa degli impegni lavorativi, ma la coppia è decisa a vivere la relazione con calma e ha deciso di non separarsi…

About Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28 Giugno 1988. Fin da bambino matura la passione per la scrittura e il mondo dell’arte. Dopo il Liceo Classico si iscrive alla facoltà di Letteratura musica e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma laureandosi nel 2011. Nel 2012 si iscrive alla magistrale di Cinema Televisione e Produzione Multimediale dell’università Roma 3 e nello stesso anno ha frequentato una scuola di recitazione. E’ autore di tre romanzi usciti con ilmiolibro.it

One Comment

  1. Rossella

    settembre 18, 2013 at 13:07:42

    I talenti di Amici non mi hanno mai convinta, ma sotto tutti i punti di vista! Però ho apprezzato il lavoro della critica che ha gettato le basi per un’analisi più profonda delle dinamiche sociali. Mi aspettavo un contributo diverso da parte di Maria De Filippi. Secondo me Aldo Grasso è stato troppo fin generoso con lei! Non mi è piaciuta la sua ultima intervista. Allora che senso ha la sfilata all’interno del trono over? Tanto per fare? A questo punto il suo lavoro cambia di segno dopo aver segnato la storia. Che senso hanno quelle risposte? Che valore hanno? Almeno recuperare un po’ d’umanità e di civiltà! Mi aspettavo un inciso gonfio di una certa retorica, ma che almeno salvasse capra e cavoli. Poteva ripercorrere questi vent’anni partendo dalla sfilata! La sfilata serve (almeno serviva) per la quadratura del cerchio: il tempismo della De Filippi ha fatto il resto! Ormai ha deciso di rilasciare interviste a gogò! Le interviste che rilascia lasciano sempre l’amaro in bocca soprattutto quando si leggono affermazioni tipo: beh, sento di avere un ruolo del tutto marginale -ancora non sono arrivata a citare la De Filippi a memoria, anche perché non ha mai avuto un buon rapporto con la carta stampata e con le pubbliche relazioni in genere( secondo me era meglio!) però credo di aver afferrato questo concetto, che quindi sentirebbe di aver un peso circoscritto al messaggio promozionale. Ma guarda un po’! Ad appena vent’anni da un debutto( robetta!) in cui la stessa dichiarava che il suo lavoro avrebbe fornito una chiave di lettura delle dinamiche sociali! Almeno un po’ di coerenza e di responsabilità verso quel pubblico che evidentemente non conosce! Adesso, alla buon ora, avrebbe cambiato idea. Altro che marginale, negli anni novanta un telefonino costava un milione di lire e non era alla portata di tutti: da dieci anni a questa parte sono aumentati i divorzi ed è cambiata la percezione della famiglia! Lo affermano le statistiche. Quindi pensate quanto peso ha avuto questa conduttrice. Lei per vent’anni ha cercato di far comunicare uomini e donne: ma mica sono amici o amanti? Gli amanti hanno questa esigenza per fissare l’incontro! “Una scenata tra le tante, un aggettivo un po’ pesante detto per fare senza pensare, po’ di frasi messe male, una battuta un po’ banale: tanto per fare, per litigare…” Quando si dice: la Carrà era già oltre! Un uomo e una donna non hanno niente da dirsi e infatti sarebbe meglio evitare le telefonate e lasciare le valige davanti al portone d’ingresso. Avrebbe dovuto dire questo: girando la frittata il suo salotto sarebbe sembrato un’aula universitaria!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *