I Borgia, la seconda stagione dal 13 settembre su Sky Cinema Uno

By on settembre 10, 2013
foto serie tv i borgia 2

text-align: center;”>foto serie tv i borgia 2

I BORGIA – La prima stagione era costata 30 milioni di dollari e aveva fatto parlare a lungo di sé, tra polemiche e richieste di censura a causa di alcune scene cruente, oltre che di violenza gratuita e di sesso. Ma il successo di ascolti ha permesso alle case di produzione Atlantique Productions, Canal+, EOS Entertainment e ETIC Films di rinnovarla per una seconda. La serie tv più discussa del 2011 torna infatti sugli schermi italiani, precisamente su Sky Cinema Uno a partire dal 13 settembre alle 21,10.

Diretta da Oliver Hirschbiegel e scritta da Tom Fontana, I Borgia è una coproduzione internazionale europea girata a Praga, che nel suo primo capitolo ha raccontato le vicende legate ai rapporti tra il corrotto Papa Innocenzo VIII e alcune delle famiglie più famose della fine del Quattrocento, ovvero gli Orsini, i Colonna, i Farnese e i Borgia. In particolare quest’ultimi, capeggiati dal lussurioso cardinale Rodrigo, riescono con i loro intrighi a diventare la famiglia più potente di Roma. Il cardinale riesce a essere proclamato Papa Alessandro VI, un uomo prepotente e volgare padre di sette figli illegittimi. Le orme paterne vengono seguite soprattutto da una di loro, la famosa Lucrezia Borgia che – si dice – fosse riuscita con la sua sensualità a ingannare persino suo padre.

Cosa succederà nella seconda stagione?

foto-1-i-borgia2

Nei nuovi dodici episodi de I Borgiacostati oltre due milioni di euro a puntata – si riparte dalla fine della prima. Sono infatti passati alcuni mesi dalla morte di Juan Borgia e un nuovo componente della famosa famiglia tenta la scalata al potere: si tratta di Cesare Borgia. Sarà lui infatti il protagonista delle vicende di questo secondo capitolo in cui faranno la loro comparsa anche personaggi che hanno segnato la storia, Michelangelo, Girolamo Savonarola e Niccolò Machiavelli. Per la ricostruzione storica della vicenda, tra l’altro, alcune scene sono state girate facendo particolare attenzione ai luoghi storici della Roma del tempo. Restano comunque molte le inesattezze storiche della serie tv.

Nel cast de I Borgia 2 compaiono John Doman (Rodrigo Borgia – Papa Alessandro VI), Mark Ryder (Cesare Borgia), Isolda Dychauk (Lucrezia Borgia), Assumpta Serna (Vannozza Cattanei), Marta Gastini (Giulia Farnese), Diarmuid Noyes (Alessandro Farnese), Andrea Sawatzki (Adriana de Mila), Art Malik (Francesc Gaget), Christian McKay (Ascanio Sforza), Miroslav Taborsky (Gianbattista Orsini), John Bradley (Giovanni de’ Medici), Dejan Cukic (Giuliano della Rovere), Michael Fitzgerald (Oliviero Carafa), Karel Dobry (Giovanni Colonna), Manuel Rubey (Giovanni Sforza), Richard Southgate (Marcantonio Colonna), Andrew Hawley (Alfonso d’Este), Scott Winters (Raffaele Riario), Elisa Mouliaá (Pantasilea), Victor Schefé (Johannes Burckardt), Simon Larvaron (Re Carlo VIII), Thibaut Evrard (Niccolò Machiavelli), Babsie Steger (Giovanna Farnese), Sebastian Urzendowsky (Juan Borgia Lanzol), Iain Glen (Girolamo Savonarola), Alessio Vassallo (Vescovo Flores) e Valentina D’Agostino (Angela Borgia).

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. Rossella

    settembre 11, 2013 at 17:35:32

    Le richieste di censura mi sembrano eccessive. A me fanno riflettere di più le telecamere puntate su ogni singolo passo del Papa. Non è libero di fare una telefonata e già diventa notizia. La prima volta “OK”, ma non si può fermare l’Italia ogni volta che il Papa si avvicina al telefono o si lascia fotografare insieme a un gruppo di giovani. Benedetto XVI non ha avuto lo stesso riscontro mediatico e non per sua scelta: almeno credo! Eppure anche lui viveva e parlava di pace ex cathedra. Aveva un altro stile e un carattere meno estroverso: tutto qui! Il suo recente discorso agli ex allievi non ha avuto lo stesso eco mediatico.
    In questo periodo storico mi sembra eccessivo dedicare ampie finestre al rinnovamento della Chiesa e al carisma del Papa. L’universalismo cristiano – e lo dico da cattolica- rischia di ottenebrare l’idea di Europa e sappiamo benissimo che dai tempi di Erodoto questa non rappresenta una mera espressione geografica, si tratta di un patrimonio spirituale a cui si è sempre associata un’idea di libertà che era in contrapposizione con l’ideale asiatico caratterizzato dalla servitù e dal dispotismo. Nel maggio del 1948 è nato il movimento federalista europeo che ha stigmatizzato l’importanza dell’unità dell’Europa come mezzo per scongiurare altre guerre.
    Altro che I Borgia!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *