La Vita in diretta: più storie e meno salotti. Di Mare e Perego affiatati ma migliorabili

By on settembre 9, 2013
foto di franco di mare e paola perego a la vita in diretta

text-align: center”>foto di franco di mare e paola perego a la vita in diretta

LA NUOVA EDIZIONE DE LA VITA IN DIRETTA: RECENSIONE. È appena terminata la prima puntata della nuova versione de La vita in diretta. Il programma si presenta in una veste completamente rinnovata rispetto alle edizioni passate. Si comincia con Mara Venier, prima ospite della trasmissione, che si presta ad un siparietto insieme alla Perego, nuova padrona di casa, in pieno stile d’ursiano. Le due fingono di parlare, comodamente sedute sulle scale, senza accorgersi di essere inquadrate. Barbara D’Urso docet. Dopo l’omaggio alla d’Urso, la Venier ha idealmente passato il timone del programma ai due nuovi conduttori, visibilmente emozionati, che hanno ricordato anche Liorni e Sposini. Si è partiti con il Sommario, nel corso del quale la Perego e Di Mare hanno annunciato gli argomenti che avrebbero trattato nella diretta: anche in questo caso c’è stato un omaggio a Pomeriggio 5 prima versione, quando accanto alla D’Urso c’era ancora Brachino. I vari opinionisti, che a diverso titolo affollavano lo studio de La vita in diretta negli anni passati, sono stati mandati in pensione, a favore di un sovraffollamento di storie reali, raccontate dalle voci degli stessi protagonisti. Nessun divano bianco, così come è scomparsa l’aria da salotto che si respirava nelle edizioni passate, lasciando spazio a pochissimi momenti di talk, dal ritmo più veloce e serrato, con pochi “esperti” degli argomenti trattati.

foto-logo-la-vita-in-diretta

Prima intervista è stata quella ad Elisabetta Canalis, presentata come una star internazionale (lei stessa si è sentita sopravvalutata). Nulla di nuovo è emerso dalla chiacchierata tra le due signore, rispetto a quanto già si sapeva dell’ex velina. L’intervista si è conclusa con le domande d’istinto, domande a riposta secca, anche queste già viste in altri programmi di day time (citofonare Parodi). La trasmissione è proseguita con Di mare e la Perego che non si sono divisi gli spazi in maniera netta, ma hanno interagito e condotto alcune parti di programma insieme. Hanno sicuramente bisogno di un rodaggio più lungo, ma per essere la prima puntata sono risultati abbastanza affiatati.

La tanto pubblicizzata postazione web, con i quattro redattori in studio, è stata poco sfruttata e ridotta ad un unico intervento di Daniela Ferolla, che si è limitata a leggere un copione, più che a raccontare le voci reali del web. Gli altri tre redattori non sono neppure stati presentati: quella che si preannunciava una vera rivoluzione della trasmissione, in chiave 2.0, non è stata messa in atto. Anche il pubblico, che sarebbe dovuto intervenire nei pochi momenti di talk, risulta non pervenuto.

Per quel che concerne la scenografia, più moderna e dai colori accesi, la postazione di Franco Di Mare, ricorda vagamente la stessa postazione che il giornalista aveva qualche anno fa nel programma Sabato, domenica &. In definitiva la trasmissione è notevolmente cambiata rispetto al passato, riuscendo a creare il giusto mix tra temi leggeri ed altri più impegnativi. L’aria distesa e salottiera del passato ha lasciato il passo a ritmi più veloci ed incalzanti. Della vecchia Vita in diretta restano gli inviati (Max Lazzari su tutti) e alcuni opinionisti (la Pivetti immancabile). Per il momento, considerando la premier e l’emozione del debutto, il programma è promosso, con degli ampi margini di miglioramento. Da correggere, tra varie cose: la voce del web, il pubblico parlante e l’affinità tra i due conduttori.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *