Maria De Filippi: “Uomini e Donne è una trasmissione d’intrattenimento non presuntuosa ma vera, ai tronisti ho rinunciato”

By on settembre 13, 2013
Maria De Filippi

text-align: center”>Maria De Filippi

In attesa di vederla da lunedì prossimo in onda nei pomeriggi di Canale Cinque con Uomini & Donne e nel sabato sera come giudice di Italia’s Got Talent, la regina della televisione italiana Maria De Filippi si sottopone ad un’intervista de La Repubblica rispondendo a varie domande riguardanti la situazione odierna dell’informazione targata Mediaset, elogia alcune sue colleghe e parla dei suoi programmi soprattutto a difesa di Uomini & Donne, e della sua partecipazione al tanto atteso matrimonio di Belen Rodriguez e Stefano De Martino.

La conduttrice di Uomini & Donne alla domanda sul perché continua a fare un programma come questo nonostante le tante critiche che riceve, risponde: “Lo sapevo che me l’avrebbe chiesto. È una trasmissione di intrattenimento non presuntuosa ma vera, ai tronisti ho rinunciato: uno fa il pizzaiolo, l’altro l’ufficiale di Marina… Ma il successo di Uomini e donne è con gli “over”, gli anziani che invece di andare in un’agenzia matrimoniale vengono a cercare compagnia in tv e si divertono“.

mariadefilippi1

La signora Costanzo risponde a chi le chiede se Amici (in onda dal prossimo 23 novembre) aiuta davvero i giovani oppure no: “Abbiamo fatto le borse di lavoro per cantanti e ballerini. Mi piacerebbe dedicare tre minuti alla speranza: offrire un’occasione di lavoro ai ragazzi. A Cernobbio premiano i geni, se quelli che vogliono essere sponsor di Amici mi aiutano, possiamo dare una mano a qualcuno che ha un’idea forte. E sarei ben contenta di togliermi dieci minuti di Uomini e donne restituendo pubblicità agli sponsor“.

Dopo aver confessato che sogna di avere Fiorello come ospite di C’è posta per te (in onda da gennaio, o anticipato a novembre come si vocifera) perché “è un talento unico che in Rai ha fatto il 60% di share, ma io non glielo chiedo neanche”, dice che non è una spettatrice assidua della tv nostrana, infatti la segue molto poco, “… soprattutto le fiction: The good wife e le serie con la mia amica Sabrina Ferilli” (qui le anticipazioni della quarta puntata della fiction con Sabrina Ferilli Baciamo le mani). Per quanto concerne “l’informazione di Mediaset non mi piace, si potrebbe fare un bel salto di qualità: non hanno il coraggio del dibattito aperto. A volte penso che la fortuna di Santoro, Formigli, Mentana derivi da Mediaset“.

Le donne che secondo lei valgono in tv sono “Littizzetto, Gabanelli. Io ho un peso pubblicitario, ma non incido. Oggi ho conquistato credibilità, sono partita come “moglie di…”, penso sempre di dover dimostrare qualcosa“.

A come si vedrebbe fra vent’anni dice: “Me lo sono chiesto. Ho sposato un uomo che era il centro della tv, quando hai potere ti chiamano tutti, poi spariscono. Ora Mauri fa il Costanzo show in radio, duemila telefonate in due ore: il dato ti consente di lavorare, la soddisfazione è l’affetto della gente. Mi vedo a produrre programmi“; e per concludere finisce con una nota legata al gossip basata sulla sua partecipazione al matrimonio della Rodriguez e De Martino, “Lavoro. La fuga dei sacerdoti è una comica, che gliene frega delle riviste. Abbiamo un Papa che telefona alle persone a casa e questi si preoccupano dei fotografi“.

Conclude in questo modo l’intervista di Maria De Filippi raggiunta nella sua stanza di lavoro in uno degli antichi palazzi degli anni ’20 nel quartiere Prati di Roma.

About Paolo Mastromarino

Paolo Mastromarino (Classe 89) nato a Castellana Grotte (Bari), laureato in Scienze della comunicazione culturale e forme dello spettacolo presso l'università Lumsa di Roma, ad ora iscritto al corso di laurea magistrale in Produzione di testi e format per l'audiovisivo. Mi piace scrivere e da sempre sono appassionato di televisione, programmi televisivi e fiction, insomma mondo dello spettacolo in generale. Trovo molto interessante studiare il mondo televisivo straniero, soprattutto britannico e americano

One Comment

  1. rossella

    settembre 13, 2013 at 21:48:44

    L’unica cosa che condivido e’ la riflessione sulle nozze di Belen! Il resto mi sfugge. Mi sembra anche controproducente. Ma il pubblico continuera’ a seguirla perche’ non ha mai cercato di fare della simpatia la sua carta vincente. Lei e’ meno nazionalpopolare di quanto si crederebbe. Infatti di persona mi ha imbarazzato. Suscita un certo rispetto. Il suo successo non nasce dalla confidenza col personaggio. Forse rappresenta la donna emancipata, quella che non ha bisogno di dare spiegazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *