Nozze Belen Rodriguez e Stefano De Martino: domani l’intervista esclusiva alla showgirl nella puntata speciale “Verissimo presenta il matrimonio di Belen”

By on settembre 20, 2013
Belen Rodriguez

text-align: center”>

LE NOZZE DI BELEN E STEFANO DE MARTINO RACCONTATE DOMANI DA VERISSIMO – Domani, alle 16.30 tornerà il programma di Silvia Toffanin Verissimo con un’esclusiva clamorosa e cioè la nozze tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino. Oggi, infatti, i due stanno convolando a nozze nell’Abbazia del Santo Spirito in provincia di Novara. I maggiori contenitori pomeridiani si sono occupati di questo matrimonio, da La Vita in Diretta a Pomeriggio Cinque, si è cercato di carpire più dettagli possibili su queste nozze. I curiosi del paese hanno rivelato di conoscere dettagli sull’abito della Rodriguez, come ad esempio un vestito tutto tempestato di Swarovski per festeggiare dopo le nozze. Il paese teatro del matrimonio dell’anno è in subbuglio e anche i negozianti stanno rinominando i loro prodotti in onore degli sposi. Ma, per sapere meglio cosa sta succedendo in queste ore, dovremo aspettare domani. Silvia Toffanin tornerà al timone di Verissimo e lo farà tramite l’intervista esclusiva a Belen alla vigilia delle nozze.

belen-rodriguez-foto

“Verissimo presenta le nozze di Belen” sarà il sottotitolo della prima puntata del programma del sabato pomeriggio di Canale 5. Nell’intervista, che andrà in onda integralmente domani, la Rodriguez ha rivelato che seppur Santiago abbia solo cinque mesi, vorrebbe regalare una sorellina al figlio. “Avere dei fratelli non ti fa mai sentire sola” ha aggiunto. E la showgirl ha fatto chiarezza anche sul giallo dei due preti che si sarebbero rifiutati di celebrare il matrimonio: “Io non so chi sia Don Spritz, non l’ho mai contattato. Riguardo a Don Roberto, non si è ritirato per la troppa pressione mediatica ma perché ha avuto un problema personale. Battezzerà, tuttavia, Santiago”. Il matrimonio vedrà la partecipazione di 201 invitati e 70 bodyguard. E la conduttrice di Italia’s got talent non ha badato a spese visto che il suo abito è costato ben 100.000 euro: “Per fortuna me lo hanno regalato”.

Non tutti i parenti argentini potranno partecipare alle nozze perché il nonno Josè sta molto male e il rammarico della showgirl è quello di non aver ancora fatto conoscere il figlio al nonno a cui è legata tantissimo, promettendosi di andare presto in Argentina. E riguardo a Fabrizio Corona dice: “Ho pensato di scrivere una lettera a Fabrizio (che sarà assente al matrimonio ndr) ma ho paura che la renda pubblica. Io lo conosco”.

Per conoscere il proseguimento dell’intervista non ci resta che sintonizzarci su Canale 5 domani alle 16.30…

About Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28 Giugno 1988. Fin da bambino matura la passione per la scrittura e il mondo dell’arte. Dopo il Liceo Classico si iscrive alla facoltà di Letteratura musica e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma laureandosi nel 2011. Nel 2012 si iscrive alla magistrale di Cinema Televisione e Produzione Multimediale dell’università Roma 3 e nello stesso anno ha frequentato una scuola di recitazione. E’ autore di tre romanzi usciti con ilmiolibro.it

One Comment

  1. Rossella

    settembre 21, 2013 at 14:09

    Il gossip è un’arma a doppio taglio, alle volte quel sarcasmo ha delle ripercussioni sul piano storico sociale. Il senso della famiglia è la mela della discordia e anche la storia dei sacerdoti mi è piaciuta poco.
    Al nord se usi il termine clan pensi all’etichetta dei Celentano e quindi alla famiglia del cantante, al sud le cose funzionano diversamente e troppo spesso la comunicazione fa acqua da tutte le parti utilizzando impropriamente certi neologismi che tali non sono; si finisce per fare di tutta l’erba un fascio e per emarginare una parte della popolazione o almeno per generare questa sensazione. Io non ho bisogno di rappresentanti però non posso non rimanere indifferente davanti ad alcune considerazioni che nulla hanno a che vedere con Belen Rodríguez. Perché attaccarsi alla storia del rapporto madre-figlia o della relazione tra sorelle? Altra cosa che non ho mai capito è l’imitazione di Belen: perché imitare Belen? E’ chiaro che questa cerimonia si carica di un valore simbolico anche quando evidentemente non ci troviamo davanti Eleonora Duse: ad avercene! Non oso pensare come avrebbe reagito l’Italia di oggi davanti all’antagonismo con Alessandra Rudinì e alla relazione con la contessa Mancini. Altro che Emma e Belen! In tutto questo c’era l’aggravante della malattia e un D’Annunzio che a differenza di Corona o di De Martino aveva dato alle stampe un romanzo che aveva compromesso l’immagine della Duse. E nonostante questo lei aveva risposto: “Ho quarant’anni … e amo”. Davanti a queste personalità non puoi negare l’evidenza. La Duse è entrata nel mito insieme alla fierezza della donna: che temperamento! Non è mai stata vittima di nessuno e artisticamente ha messo in scena l’idea del matrimonio che nell’arte dovrebbe far rivivere l’ideale dello sposalizio della vergine. Ma non nel senso letterale. Forse proprio il motto “Io ho quel che ho donato” di Gabriele D’Annunzio riesce a spiegarci i matrimoni che sono entrati nella leggenda: penso a Grace e Ranieri di Monaco! La storia dello spettacolo italiano forse può contare solo la coppia Mondaini-Vianello.
    Invece i troni della De Filippi alimentano un ideale veramente discutibile, la virilità non passa dall’offesa e la femminilità non è mai passata dal vittimismo. Questi modelli televisivi generano una gran confusione: si è persa la matrice erotica! Gli uomini dicono cose che in altre epoche non avrebbero mai detto. Alcuni non vogliono pagare gli alimenti e altri fanno della spilorceria una virtù: non si era mai sentito. Del resto al di là delle parole un uomo per dimostrare la sua virilità vorrebbe estinguere il suo conto in banca. Accade! ma io dico:- è meglio rifiutare tutti i regali!- A maggior ragione!
    Resta il fatto che anch’io avrei puntato su quest’esclusiva perché la televisione è un mass media ed è giusto pensare al business e quindi agli ascolti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *