Quarto Grado, stasera 20 settembre intervista esclusiva ad Amanda Knox

By on settembre 20, 2013
Amanda Knox parla alle telecamere di Quarto Grado

text-align: justify”>Amanda Knox parla alle telecamere di Quarto Grado

QUARTO GRADO torna stasera in prima serata su Rete Quattro con una nuova puntata con interessanti inchieste, in primis l’intervista esclusiva ad Amanda Knox implicata nel delitto di Perugia dell’amica Meredith Kercher. Per la prima volta in una tv italiana, Amanda Knox  racconterà la sua verità davanti le telecamere di Quarto Grado, dalla sua vita fino all’ esperienza in carcere che l’ha segnata in maniera determinante. Un bel colpo quello di Gianluigi Nuzzi, nuovo conduttore di Quarto Grado, che già all’esordio della trasmissione mette in evidenza un cambiamento di rotta della trasmissione di Siria Magri che si dirige sempre di più verso un programma di inchiesta giornalistica.

GIANLUIGI NUZZI in effetti è conosciuto dal pubblico televisivo proprio per le sue incursioni nel campo del “malaffare” con Gli Intoccabili e la svolta che ha voluto dare a Quarto Grado sarà certamente gradita al pubblico, anche per dare maggiore novità al programma che si era ormai adagiato sui classici delitti irrisolti senza riuscire ad andare oltre il già noto. Quarto Grado invece sembra voler andare oltre e in questa occasione è stato negli Stati Uniti per incontrare quella che è stata definita dai tabloid  “la gatta morta” la quale ha rivelato particolari davvero interessanti.

amanda-a-quarto-grado

Davanti alle telecamere di Quarto Grado Amanda ribadirà la sua innocenza parlando liberamente di quanto subìto dopo l’accusa di omicidio: “Mi hanno accusata di avere uno spirito maledetto e di essere posseduta, di manipolare le persone, di essere fissata con il sesso e la violenza”  mostrandosi  in tutt’altra veste. Amanda ricorda poi con affetto l’amica scomparsa affermando che le piacerebbe andare a visitare la sua tomba con la sua famiglia, ma non vuole invadere un posto “così intimo” e spera che i Kercher capiscano che lei è innocente.

E sulla sua terribile esperienza in carcere Amanda racconta di aver subito anche le avances di un dirigente:

Per diverse volte, un agente mi ha seguita in bagno e mi ha presa tra le braccia, ma sono riuscita a scappare. Ogni sera, poi, venivo chiamata dal dirigente carcerario, che chiedeva di parlarmi in un ufficio, solo lui ed io. Gli argomenti erano il sesso e il mio fisico: mi domandava che tipo di biancheria intima indossassi, che posizioni preferissi, se avrei potuto fare sesso con uno come lui. Non sapevo cosa fare. Non l’ho denunciato perché pensavo: ‘Chi crederebbe ad una persona accusata di omicidio e calunnia’?.

Parole tenere le riserva invece per Raffaele Sollecito:

Raffaele ed io abbiamo vissuto un incubo insieme. Mi fido tantissimo di lui: è gentile, intelligente, vero. Una brava persona, su cui posso contare. Gli sono grata e sono fiera di lui, perché ha fatto la cosa giusta. La nostra relazione non è amore: siamo soldati che hanno attraversato una guerra. Siamo uniti e possiamo fidarci l’uno dell’altra. Ma sono molto triste per lui: è sempre solo.

Dunque questo e molto di più stasera a Quarto grado a parire dalle 21,15  su Rete Quattro.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *