Santoro alla festa del Fatto Quotidiano: “Contento se vince Renzi, finalmente si volta pagina”

By on settembre 9, 2013
Santoro tifa per Matteo Renzi

text-align: center”>Santoro tifa per Matteo Renzi

Gran finale a Marina di Pietrasanta per la festa nazionale del Fatto Quotidiano, con tanta carne al fuoco nei dibattiti organizzati da Padellaro, Travaglio e colleghi di fronte ad una cornice di pubblico tutt’altro che trascurabile. Nella serata conclusiva della 3 giorni di confronti in piazza, concerti e momenti di partecipazione culminati nell’appello a difesa della Costituzione condiviso da tanti volti noti dello spettacolo e della società civile oltre che da 430 mila cittadini, uno dei temi più gettonati è stata la “decadenza” di Silvio Berlusconi, alla luce delle ultime novità politiche e giudiziarie.

Particolarmente atteso, non solo in chiave berlusconismo/antiberlusconismo, il faccia a faccia tra Michele Santoro e Paolo Mieli, due volti noti del giornalismo nazionale chiamati a leggere l’attualità analizzando i problemi della democrazia italiana con la lente dei corsi e ricorsi storici. La festa del Fatto Quotidiano era una delle migliori occasioni per parlare del futuro politico del Cavaliere, a vent’anni dalla ormai leggendaria discesa in campo di un leader predestinato ad una lunga esperienza di governo nell’Italia del post-Tangentopoli.

matteo-renzi-piazza-pulita

“Dal 1994 ad oggi, non abbiamo certo vissuto in un regime, ha esordito il numero uno di Rcs, invitando a nozze l’interlocutore, protagonista di storiche battaglie per la libertà editoriale dentro e fuori dalla tv italiana. Sulla stessa lunghezza d’onda, il conduttore di Servizio Pubblico, convinto della necessità di voltare pagina rispetto alla cosiddetta “era berlusconiana” senza ricorrere a traumi o vendette fuori tempo massimo, in un Paese dovela sinistra non ha più parlato alla gente nè capito cosa stesse succedendo nelle periferie”. Ma è stato sulla soluzione alla persistente impasse istituzionale che Santoro ha tirato fuori il colpo a sorpresa, esternando davanti alla platea della Versiliana una simpatia non esclusivamente personale verso il candidato favorito alla scalata del Partito Democratico Matteo Renzi, capace secondo il popolare giornalista salernitano “almeno di farci voltare pagina.

L’espresso appoggio di uno degli opinion leader finora più stimati dal popolo progressista al primo cittadino di Firenze, sia come futuro capo dei democratici che come probabile premier di centrosinistra del dopo-Letta, non è certo una novità politica di poco conto, soprattutto in questa delicata fase pre-congressuale del Pd, con “un uomo solo al comando” ed una opposizione interna sempre meno influente, nonostante il sostegno di D’Alema e Bersani all’outsider per la segreteria Giovanni Cuperlo. “Se vince Matteo Renzi”, ha concluso il ragionamento Michele Santoro, “sono contento e lo dico con trasparenza”.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *