Una mamma imperfetta, anticipazioni episodi dal 16 al 20 settembre 2013: guest-star Riccardo Scamarcio

By on settembre 16, 2013
Una mamma imperfetta anticipazioni

text-align: center”>Una mamma imperfetta anticipazioni

UNA MAMMA IMPERFETTA, ANTICIPAZIONI – La seguitissima web serie “Una mamma imperfetta”, trasmessa in streaming sul sito del Corriere della Sera la primavera passata e dalla scorsa settimana approdata su Rai 2 ogni giorno alle 21.10, ha raggiunto un successo andato oltre ogni aspettativa.

Con oltre un milione e 200 mila click e 8 minuti di durata per ogni puntata, questa produzione Indigo Film e 21, scritta e diretta dal creatore di “Tutti pazzi per amoreIvan Cotroneo, ha cambiato il linguaggio televisivo al quale eravamo abituati, restituendo un nuovo ruolo adeguato alla donna-lavoratrice e rappresentando la vita in maniera realistica ed auto-ironica. Mentre è già in fase di lavorazione la seconda stagione del telefilm, Una mamma imperfetta 2,  anche il piccolo schermo sta trasmettendo con successo le puntate con cadenza quotidiana, dallo scorso lunedì (9 settembre).

Una mamma imperfetta, anticipazioni – Oggi, 16 settembre 2013, partirà la seconda settimana del video-blog giornaliero di Chiara (Lucia Mascino), che racconterà a tutte le mamme imperfette come lei la sua giornata-tipo. Vediamo le anticipazioni dal sesto al decimo episodio della serie (con guest-star speciale l’affascinante Riccardo Scamarcio nel ruolo di se stesso), in onda su Rai 2 ogni sera dalle 21.05.

una-mamma-imperfetta-riccardo-scamarcio

Episodio 6, lunedì – ‘La donna è mobile’: Chiara, nel corso della prima puntata settimanale del suo quotidiano video-diario, è alle prese – come al solito – con mille impegni ed è sempre in movimento, dalla mattina appena sveglia, fino alla sera, prima di andare a dormire.

Episodio 7, martedì – ‘Le dieci regole’: In questo secondo giorno di fuoco, la nostra mamma lavoratrice ci propone le sue personalissime ’10 regole’, fondamentali per ogni ‘mamma imperfetta’ che si rispetti.

Episodio 8, mercoledì – ‘Chi non lavora…’: Un punto cruciale nella vita di ogni madre è riuscire a far coincidere gli impegni dei propri figli con quelli professionali, senza rinunciare all’una o all’altra cosa, riuscirà la nostra Chiara a farcela?

Episodio 9, giovedì – ‘Mamme perfette: il decalogo è questo…’: Ecco un altro originale elenco che Chiara ci illustra alla perfezione, quello relativo alle mamme perfette, ovvero le nemiche numero uno della protagonista e delle sue amiche.

Episodio 10, venerdì – ‘I sogni son desideri’: Chiara ci racconta il suo sogno nel cassetto, ovvero avere un marito perfetto. La donna torna a casa e trova niente meno che Riccardo Scamarcio che le prepara le lasagne per cena e gioca coi bambini.

L’appuntamento con “Una mamma imperfetta” è per ogni giorno a partire dalle 21.05 su Rai2.

 

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

One Comment

  1. Rossella

    settembre 16, 2013 at 19:23

    A me non piace! Evidentemente ho le mie buone ragioni!
    I miei genitori lavoravano e mia madre faceva le torte, cuciva, stirava… questa rappresentazione non mi convince! Ma anche se non lo avesse fatto me la ricorderei felice e quindi quest’armonia la renderebbe perfetta ai miei occhi!
    Le donne non hanno cominciato a lavorare ieri l’altro! Sarebbe un falso storico. Facendo zapping ho potuto isolare qualche momento di solitudine interiore e di disagio! Ma non posso giudicare sulla base di qualche frammento. Evidentemente mi suggestionano altri costumi che spopolano da qualche anno a questa parte e recuperano un’immagine decadente della donna! Anche il rapporto con i profumi che costruisce la trama simbolica del decadentismo avvicina le nostre due epoche. Io ad esempio non lo cambierei mai perché l’ho scelto a cinque anni. Ad un fidanzato lo cambierei: gli uomini non scelgono a cinque anni e neanche a cinquanta! Però oggi le donne hanno quest’abitudine che le riconduce al ricordo di un amore o di una stagione: magari attraverso i campioni omaggio, un regalo o l’acquisto dell’ultima fragranza di quel brand! Mi sembra una pessima idea quella di recuperare il fascino della donna fatale, quella che si “uccide” lentamente coi profumi e nei ricordi! La principessa Violante ne “Le vergini delle rocce” aveva un rapporto molto particolare con i profumi, una sorta di prigione alchemica e lo sfondo era quello della malattia della madre, della debolezza dei fratelli e della vecchiaia del padre. Ma questo sfondo serve ad esaltare il vitalismo di Claudio. La televisione dovrebbe occuparsi di questo. Proprio su Arturo ho ascoltato un’intervista a Mariotto e tornava anche lui sull’importanza del profumo come cifra del carisma e della femminilità di una donna. La personalità è importante: lo è ancora di più la sua integrità! I media dovrebbero fare attenzione alle immagini: alcune sono di repertorio perché hanno un sotto testo tutto da decodificare. Io eviterei immagini simili a quella della “Nemica” nel “Trionfo della morte” o della Foscarina Perdita. Meglio Grace Kelly!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *