Devious Maids, la serie di Eva Longoria erede di Desperate Housewives in onda dal 9 ottobre su Fox Life

By on ottobre 6, 2013
devious-maids

text-align: center”>Desperate Housewives: lo spin-off in salsa latina Devious Maids arriva su Fox

DEVIOUS MAIDS, ARRIVA L’EREDE DI DESPERATE HOUSEWIVES – La prima stagione di Devious Maids ha stregato il pubblico americano: l’ultimo dei 13 episodi trasmessi dal network americano Lifetime ha conquistato ben 3 milioni di telespettatori, incrementando del 50% gli ascolti della première. Adesso la serie sulle colf latine a Beverly Hills erede di Desperate Housewives arriva in Italia: Devious Maids – Panni sporchi a Beverly Hills sarà in onda su Fox Life (canale 114 di Sky) in prima serata dal 9 ottobre con i primi due episodi Bugie domestiche e Apparecchiando la tavola.

DEVIOUS MAIDS: UN SUCCESSO DI EVA LONGORIA E MARK CHERRY – Devious Maids è prodotta da Eva Longoria (l’indimenticata Gabrielle Solis di Wisteria Lane) e creata da Marc Cherry, l’ideatore delle casalinghe disperate che hannno ragginto un successo planetario con ben 8 stagioni del drama realizzate per l’emittente Abc. Abbandonata l’ambientazione da sobborgo residenziale abitato della media borghesia americana, Devious Maids racconta le vicissitudini di cinque colf di lusso al servizio di famiglie straricche di Los Angeles, tra intrighi, passioni, voglia di riscatto sociale ed incofessabili segreti. Per la prima volta in una serie tv americana cinque attrici latine recitano in ruoli di primo piano: Roselyn Sanchez (Carmen), Dania Ramirez (Rosie), Judy Reyes (Zoila), Ana Ortiz (Marisol), Edy Ganem (Valentina) non saranno le nuove Gabrielle, Bree, Susan e Lynette, ma personaggi nuovi di zecca, alle prese con una trama in lambita dal filo rosso del genere crime, visto che la serie inizia con l’omicidio di una collega su cui le altre cercheranno di fare luce. Il mistero sarà svelato già alla fine della prima stagione, che non sarà l’unica visto il successo riscosso negli Stati Uniti (la seconda è già in cantiere).

devious-divas-lifetime

DEVIOUS MAIDS, LA LOTTA DI CLASSE SI FA DONNA – La serie prodotta da Eva Longoria è stata presentata al Roma Fiction Fest 2013 alla presenza di due delle attrici protagoniste: Roselyn Sanchez, l’ambiziosa Carmen che nello show è la domestica di una star della musica, ed Edy Ganem, interprete del personaggio di Valentina, che a sua volta è figlia di una colf e vorrebbe cambiare il proprio destino diventando stilista. Proprio per la scelta dei personaggi Devious Maids ha scatenato un ampio dibattito negli stati Uniti tra la comunità latino-americana, che inizialmente aveva manifestato delle perplessità sull’utilizzo dello sterotipo delle cameriere latine: “Si sono ricreduti con l’evolversi della trama  perché le Devious sono cinque personaggi diversi con le loro ossessioni – ha spiegato la Sanchez – la legalità e l’immigrazione, l’importanza dell’istruzione per i figli, i sogni di emergere nell’entertainment. Sono storie universali, non è una questione etnica“. D’altronde lo scopo di Eva Longoria, impegnata nelle battaglie per l’integrazione del popolo latino e la regolarizzazione dei lavoratori immigrati, era proprio quello di dar voce alla sua gente, che spesso in tv è rappresentata solo da ruoli convenzionali legati al mondo del malaffare o dai personaggi da telenovela. In Devious Maids c’è una sorta di lotta di classe moderna tutta al femminile, condita da quel mix di drama e comedy che insieme alla sceneggiatura vincente e all’ottima interpretazione delle protagoniste ha fatto il successo di Desperate Housewives.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Giulio

    ottobre 6, 2013 at 21:16

    Lo guarderò! Me ne hanno parlato molto bene 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *