The Americans: la prima stagione dal 4 novembre su Fox Italia

By on ottobre 26, 2013
foto serie tv the americans

text-align: center;”>foto serie tv the americans

THE AMERICANS – Dopo Homeland, un’altra serie sullo spionaggio. Prodotta da Amblin Entertainment, Fox Television Studios e FX Productions, la serie tv statunitense ideata da Joe Weisberg sarà in onda dal prossimo 4 novembre sul canale Fox di Sky. La vicenda è ambientata a Washington nei primi anni Ottanta, quando il KGB sceglie una coppia di agenti segretiPhillip ed Elizabeth Jennings – come spie sotto copertura all’estero. Di origine russa, i due sono stati mandati negli USA e identificati come una giovane coppia sposata. Il finto matrimonio ha prodotto anche due figli, ignari della vera identità genitoriale, ma l’unione tra i due ha fatto sì che nel tempo siano cresciuti dei veri sentimenti duramente messi in pericolo dalla guerra fredda e dai rapporti con i loro superiori.

Philip ed Elizabeth, infatti, sono costretti ad accettare di partecipare ad alcuni piani strategici molto rischiosi per poter avere informazioni sul nemico e inoltre stanno crescendo i loro figli come un vero esempio di americani vicini al capitalismo. Non solo: il capofamiglia si sente sempre più estraneo al tipo di educazione impartitagli quindici anni prima, mentre Elizabeth è invece fortemente ancora alla causa comunista.

foto-1-the-americans

Nel cast di The americans compaiono Keri Russell (Elizabeth Jennings), Matthew Rhys (Phillip Jennings), Noah Emmerich (Stan Beeman), Susan Misner (Sandra Beeman), Annet Mahendru (Nina), Alison Wright (Martha Hanson), Holly Taylor (Paige Jennings), Keidrich Sellati (Henry Jennings), Maximiliano Hernandez (Chris Amador), Richard Thomas (agente Gaad), Margo Martindale (Claudia), Lev Gorn (Arkady Ivanovich), Daniel Flaherty (Matthew Beeman), Derek Luke (Gregory).

La serie tv si ispira alle passioni del suo ideatore Joe Weisberg, che fin da giovane ha maturato una grande attrattiva per lo spionaggio. L’uomo, che nella prima metà degli anni Novanta ha lavorato per la CIA, ha preso spunto dall’indagine conseguita dall’FBI circa alcuni casi di spie russe trapiantate in America con lo scopo di accumulare informazioni preziose. Weisberg ha deciso di collocare la vicenda di The americans indietro nel tempo, ritenendo anacronistico considerare oggi la Russia un Paese nemico degli Stati Uniti. Dopo essere andata in onda oltreoceano sul canale FX con un ottimo risultato di ascolti (circa 3.200.000 telespettatori per l’episodio pilota, uno dei migliori debutti per una serie tv della rete), è stato deciso di rinnovarla per una seconda stagione. Anche la critica americana ha accolto positivamente la serie, la cui trama è stata considerata un utile spaccato del sogno americano e delle vicende spionistiche degli anni Ottanta, nonché ricca di suspense e provocatoria.

Nell’episodio pilota di The americans torneremo indietro nel tempo, conosceremo a fondo i personaggi principali della serie, scopriremo il passato di Philip ed Elizabeth e i motivi che li hanno spinti ad accettare il ruolo di spie del KGB.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. Rossella

    ottobre 26, 2013 at 13:49:44

    Da finto matrimonio ai veri sentimenti? Nella miglior tradizione di Beautiful! In effetti se considero la cosa da questo punto di vista potrei anche condividere il giudizio della critica. Io mi faccio bastare Don Matteo ma tutto sommato vedo che le generaliste non sono poi tanto distanti dalle atmosfere di tanta pay-tv. Bisognerebbe ritornare sul concetto di provinciale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *