Il coraggio di una donna – Rossella 2: riassunto della terza puntata e anticipazioni della quarta

By on novembre 13, 2013
foto fiction il coraggio di una donna rossella capitolo secondo

text-align: center;”>foto fiction il coraggio di una donna rossella capitolo secondo

IL CORAGGIO DI UNA DONNA – ROSSELLA – E’ andata in onda ieri sera su Rai Uno la terza puntata della fiction coprodotta da Cattleya e Rai Fiction, ideata da Sergio Silva e diretta da Carmine Elia, che ha ottenuto 4.376.000 telespettatori e uno share del 16,7%. Il programma ha vinto la serata ottenendo il miglior risultato auditel per la seconda settimana consecutiva.

Nel cast Gabriella Pession (Rossella Andrei)Danilo Brugia (Riccardo Valeri)Paolo Mazzarelli (Giuliano Sallustio)Teresa Saponangelo (Paolina)Toni Bertorelli (Cesare Andrei)Gabriele Bocciarelli (Ruggero)Ugo Dighero (Vanni)Camilla Filippi (Erminia)Fausto Sciarappa (Pareto)Anna Melato (Elvira)Giovanni Guidelli (Walter Jaeger)Simone Montedoro (Lorenzo Malatesta) e Serena Rossi (Natuzza).

Ecco quanto accaduto nella seconda puntata de Il coraggio di una donna – Rossella capitolo secondo (qui e qui il riassunto della prima e della seconda):

foto-1-il-coraggio-di-una-donna-rossella-2

Dopo aver raccolto i farmaci necessari per curare i bambini Rossella e Lorenzo lavorano insieme per farli guarire. E’ ovvio che tra i due ci sia molto feeling e in particolare l’ex ufficiale nutre nei confronti della donna un forte sentimento. Nel frattempo la dottoressa chiede al sindaco di Morasca di purificare le acque della zone, inquinate proprio a causa sua. Lorenzo decide di dichiararsi a Rossella e di esternarle il suo amore, ma lei non ha dubbi e per quanto lusingata sa che il suo cuore appartiene a Riccardo. Lorenzo capisce la situazione decide di reprimere i suoi sentimenti e di non ostacolare il matrimonio dell’amata facendosi da parte. Riccardo, che è all’oscuro di quanto stia accadendo a Morasca, viene chiuso in cella di isolamento su volere del crudele Giuliano, che dopo essere stato scagionato ha intrapreso la carriera politica, diventando anche un personaggio importante.

L’uomo ha anche deciso di chiedere al tribunale l’affidamento dei bambini, contando sull’aiuto della nipote Natuzza, innamorata di lui e pronta ad aiutarlo. Ma anche Paolina, ammaliata dalle parole di Giuliano, si è innamorata di lui e per dimostrargli il suo amore decide di affidargli la proprietà e la direzione del giornale Corriere di Genova. Ma la sorella di Rossella ancora non conosce a fondo la crudeltà di Giuliano, il quale durante un colloquio con Rossella le confida di non nutrire alcun sentimento nei confronti di Paolina, ma di aver agito solo per ottenere il giornale. Paolina ascolta tutta la conversazione e ne resta sconvolta. Riccardo tenta la fuga dal carcere assieme a un altro detenuto, ma l’intento si dimostra più complicato del previsto perché una tempesta abbatte la loro imbarcazione e i due vengono travolti dalle acque. La polizia ritrova il cadavere dell’evaso, ma non quello del conte che comunque viene dichiarato morto.

La quarta puntata di Il coraggio di una donna – Rossella capitolo secondo andrà in onda il 19 novembre alle 21,10 su Rai Uno. Ecco qualche ANTICIPAZIONE: Rassegnata per la morte di Riccardo, Rossella cede alle lusinghe di Lorenzo. Ma il marito non è morto e dopo svariate peripezie riesce a raggiungere nuovamente Genova e a riabbracciare la sua amata. I due decidono di fuggire insieme in America, ma Giuliano non sembra disposto a lasciarli andare e mette in atto le azioni più violente per fermarli

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. Rossella

    novembre 30, 2013 at 13:32

    Questa fiction piace perché se fosse un anello di fidanzamento non sarebbe di certo il solitario o comunque un anello in oro bianco tanto caro alla moda e alla cultura degli anni settanta. Un ritorno nell’ottocento che rappresenta anche una risposta alla precarietà sentimentale contrabandata dai miti contemporanei, penso solo all’idea del sex-symbol che ormai non rappresenta più una prerogativa dell’età adolescenziale. Si parla sempre più spesso del sex-symbol che ha superato gli anta (?), per quanto mi riguarda apprezzo la scelta di Banderas (mi riferisco alla pubblicità) che ha trovato un precedente nel ritiro dalle scene della grande Mina. Forse bisognerebbe leggere in questo modo i dati auditel paragonandoli ai nuovi luoghi comuni che si accompagnano ad esternazioni: sono innamorato come un adolescente! E’ tutto un programma! Forse il mondo della comunicazione più che propinare a più riprese – e in tutte le salse- l’apoteosi del playboy dovrebbe scegliere altre linee guida.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *