La golosa ricetta di Detto Fatto del 21 novembre 2013: il tortino dal cuore bianco proposto da Franco Aliberti e Caterina Balivo

By on novembre 21, 2013
tortino-pronto

text-align: center”>Detto Fatto

DETTO FATTO, LA RICETTA DEL 21 NOVEMBRE: TORTINO DAL CUORE BIANCO

Aspetti degli ospiti e vuoi preparare per loro un dolce favoloso? Caterina Balivo e il pasticcere “pasticcione” Franco Aliberti ti suggeriscono il golosissimo tortino dal cuore bianco che hanno presentato oggi nella cucina di Detto Fatto, su Rai2. Un dolce buonissimo, assolutamente irresistibile!

INGREDIENTI. Uova, zucchero, burro, cioccolato bianco, farina, fecola, panna, farina di mandorle, latte, 1 melograno e 2.5 grammi di colla di pesce (consulta la gallery per vedere la scheda degli ingredienti con le dosi per 6 tortini e le foto che illustrano le varie fasi della realizzazione del dolce).

Dopo il salto, la procedura di preparazione.

Ti sei perso/a la golosissima ricetta del gelato “senza gelo” (cupcakes) proposta ieri da Katamashi? Clicca qui!

detto-fatto-in-cucina

PREPARAZIONE. Scaldare il latte con la panna. Emulsionare il composto con 150 grammi di cioccolato bianco fuso e farlo congelare dopo averlo versato in stampini da ghiaccio. Sciogliere il restante cioccolato con il burro. Montare le uova con lo zucchero e unire il cioccolato fuso. Aggiungere successivamente anche la farina e la fecola setacciate. Riempire per metà di impasto gli stampini da muffin precedentemente imburrati e inserire al centro il cubetto gelato. Coprire con il resto dell’impasto e lasciar riposare in frigo per pochi minuti, cuocendo successivamente in forno per circa 12-13 minuti a 175 gradi. Nel frattempo tagliare un melograno in due e battere sulla superficie con un cucchiaio in modo da far cadere tutti i semi. Frullare e filtrare 160 grammi di succo, con il quale accompagnare il dolce. Tortino pronto: detto… fatto!

RESTA A TAVOLA CON:

I FATTI VOSTRI, la ricetta de “La cucina internazionale”: polpo alla piastra

COTTO E MANGIATO: la ricetta light del filetto di pesce con salsa allo scalogno

LA PROVA DEL CUOCO, i piatti di oggi: spalla di maiale con ceci e vincotto; tartellette ai porcini; torta gianduiotta

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

One Comment

  1. Rossella

    novembre 21, 2013 at 22:50:00

    Perché non mandare in onda le repliche di Incantesimo? Mi sembra più comprensibile, soprattutto alla luce del successo di tanta fiction che sbaraglia impunemente qualsiasi concorrenza. Il programma è abbastanza discutibile perché passa l’idea che tutti possiamo essere artigiani, manca il senso dell’eccellenza: ci vorrebbero termini di paragone molto alti! Oggi parlando con una persona ho capito che esiste un orgoglio di categoria che mi sembra abbastanza comprensibile. Si parlava della scomparsa di Coppola e dello scarso risalto mediatico di questa notizia. Ovviamente è stato immancabile il confronto con la tragedia che ha investito il nostro Paese, si tratta di due notizie di portata molto diversa; quello che mi ha colpito è stata proprio la solidarietà unita ad un sentimento di profonda stima verso un collega che è riuscito a esprimere l’ecletticità di un “mestiere”, parola tanto desueta. Detto questo: w il fai da te! Ma forse il sottotitolo ideale sarebbe: come imparare a fare di necessità virtù! Almeno parlare di hobby… Tanto per restituire dignità ai mestieri e per motivare giovani e meno giovani!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *