Pechino Express, vincono gli sportivi. Il resoconto della finale e i progetti per il futuro

By on novembre 5, 2013
pechino express vincono gli sportivi

IL TRAGUARDO FINALE NEL TEMPIO – Con poco più di due milioni di telespettatori e uno share di appena 0.57 punti superiore rispetto alla finalissima dello scorso anno (9.11% contro 9.68%) si conclude la seconda stagione di Pechino Express, quella con “l’obiettivo Bangkok”. A spuntarla, ve lo avevamo già anticipato, sono stati gli sportivi Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni. I due olimpionici hanno suonato il gong all’interno del tempio buddista più grande della città tailandese. Il coronamento di una suggestiva corsa sotto la pioggia che li ha visti superare le agguerritissime modelle. Ad Ariadna e Francesca va sicuramente il merito di aver sdoganato il ruolo della “bella senza testa”. Infuriate come delle tigri, le due hanno combattuto fino all’ultimo (alla Fioretti stava per prendere un embolo poco prima della volata finale) e la delusione dipinta sui loro volti negli ultimi fotogrammi della puntata è stata un colpo al cuore per molti dei loro fan.

gli-sportivi

IL PODIO – Già, i fan. Tra le fila di questi ultimi non si possono sicuramente annoverare i vincitori. Secondo Maddaloni le modelle sarebbero state “ambigue” e pronte a pugnalare alle spalle a dispetto dei grandi sorrisi. Odio e amore, invece, da parte dei laureati Daniel e Laura, classificati sorprendentemente in terza posizione. I due giovani, che occupavano sempre le ultime posizioni durante le prime puntate, hanno stupito e conquistato tutti con la loro simpatia. Daniel impaurito che nella gabbia delle tigri chiede a Laura di venire con lui è l’emblema del loro rapporto: un’antipatia necessaria, tanti litigi ma molto affetto. Belle parole per loro, invece, da parte degli sportivi. Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni, infatti, non fanno mistero della loro simpatia per loro. Le tre coppie hanno dovuto superare tantissime prove: dal banchetto  di insetti fritti (larve, rane, scorpioni) mandati giù con contorno di lacrime, alla sfida dentro le gabbie delle tigri. A sportivi e modelle poi, è toccato anche il divertentissimo karoke quiz nel centro commerciale più grande della città e il rebus del numero da decifrare, un numero che ha permesso loro di parlare con i loro cari (segnaliamo le lacrime di Rosolino al telefono con la moglie Natalia Titova).

IL FUTURO DEI CONCORRENTI E DI PECHINO EXPRESS – Nonostante gli ascolti mai troppo brillanti, il programma si è rivelato comunque apprezzatissimo dalla critica e dagli utenti dei social (su Twitter è un vero fenomeno). La prossima edizione probabilmente si farà ed è lo stesso Costantino Della Gherardesca ad affermarlo paventando un suo probabile ritorno (“ci sarò al 90%” ha detto, ma non lo avevo detto un anno fa anche Emanuele Filiberto?). Probabilmente le tappe del viaggio si sposteranno nei paesi dell’Arabia Saudita o in quelli delle ex Repubbliche Sovietiche. Tutto è ancora comunque molto provvisorio e il valzer dei permessi e delle liberatorie, in paesi rigidi come questi, darà risposta solo nei prossimi mesi. Il futuro dei concorrenti, invece, sembra essere più chiaro. Gli sportivi sognano un futuro in tv (Maddaloni vorrebbe fare una sit com con il compagno mentre Rosolino amerebbe realizzare un programma in stile “Turisti per caso”). Daniel dei laureati, invece, è già tornato a fare il medico. Pare che durante un’esperienza in Africa abbia contratto la malaria ma, tranquilli, il dottore spagnolo sta bene. E chi lo ammazza quello…

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *