Quinta Colonna, lunedì 4 Novembre: l’Italia prigioniera della Casta?

By on novembre 4, 2013

text-align: center”>Quinta Colonna, lunedì in prima serata

QUINTA COLONNA, NELLA PUNTATA DEL 4 NOVEMBRE RIFLETTORI SUI PRIVILEGI DELLA “CASTA”. In Italia le diseguaglianze sociali sono marcate e spesso ingiustificate, alla luce di quanto emerge periodicamente dalle varie statistiche pubblicate dall’Istat e dagli altri istituti di ricerca attivi a livello nazionale ed internazionale. A fronte di un ceto politico ben ancorato ad una condizione economica migliore rispetto alla massa dei dipendenti pubblici e privati, esistono ormai milioni di cittadini costretti a fare i conti con una crisi galoppante e con un reddito non più sufficiente per “arrivare alla fine del mese”. Nonostante le promesse delle principali forze parlamentari, il taglio ai costi della politica in tutte le sue articolazioni è rimasto per buona parte sulla carta, mentre gli sprechi di denaro statale continuano ad imperversare ad ogni livello amministrativo, da Nord a Sud del Paese.

quinta-colonna-rete-quattro

QUINTA COLONNA, LUNEDI’ 4 NOVEMBRE IN PRIMA SERATA SU RETE 4. Paolo Del Debbio interrogherà i suoi ospiti sui diversi risvolti della grande questione sociale che la classe dirigente italiana si troverà a dover affrontare da qui ai prossimi anni: la scollatura tra “paese reale” ed istituzioni, già significativa, sembra destinata ad aumentare ulteriormente e non promette nulla di tranquillizzante sul piano della vita democratica, come numerosi esempi nel mondo globalizzato dimostrano. Negli studi del talk show serale di Rete4 ci saranno due esponenti del Pdl, gli onorevoli Elisabetta Gardini e Carlo Giovanardi, la senatrice Rosa Maria De Giorgi in rappresentanza del Partito Democratico, il decano del giornalismo di Mediaset Paolo Liguori, la presentatrice di scuola Rai Alda D’Eusanio e, nelle vesti di opinionista super partes, l’attrice francese Catherine Spaak.

QUINTA COLONNA, I TEMI DELLA PUNTATA DEL 4 NOVEMBRE. La trasmissione d’attualità del lunedì sera di Rete4 sarà incentrata sull’argomento-chiave dei privilegi della Casta, metafora di un’Italia a due facce, con le classi sociali agiate e immuni alla crisi da un lato, la massa degli “esclusi” dall’altro. Regioni e Stato sono alle prese, almeno formalmente, con la cosiddetta “spending review” imposta dalle ultime leggi di stabilità, ma la strada diretta ad una “normalizzazione” del tasso di sprechi nelle amministrazioni è ancora lunga e piena di ostacoli, a giudicare dalle continue segnalazioni di pratiche scorrette ad opera di enti pubblici di vario livello. Come di consueto, le telecamere di Quinta Colonna raggiungeranno le piazze italiane in fermento, in questo caso Roma, Mogliano Veneto, con un collegamento anche oltre confine a Lugano, nel Canton Ticino della Svizzera.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

2 Comments

  1. Rossella Dal Pino

    novembre 4, 2013 at 10:40

    Ma cosa vogliono fare con tutti quei 50/60enni che non hanno tutti i contributi necessari x la pensione e perdono il lavoro! Naturalmente non li vuole più nessuno perché vecchi e la pensione se tutto va bene tra 10 anni ( il mio caso)!!!
    Ma dove dobbiamo prenderli i soldi! Io x 30 anni i contributi li ho pagati!!! Grazie

  2. Rossella

    novembre 4, 2013 at 11:08

    Secondo me anche gli attori o comunque i personaggi dello spettacolo entrano a pieno titolo in questi dibattiti. Mi sfugge lo snobismo di alcuni salotti, penso a Santoro!
    Ieri sera –tanto per fare un esempio- ho avuto modo di ritornare sull’intervista che Emma ha rilasciato a “Domenica In” e ho notato che i temi della casa e delle tasse –iva e ICI- costituivano uno dei punti preponderanti. Ho trovato molto interessante il suo intervento –che peraltro dava voce alle perplessità di molti di noi- , sono certa che in un talk sarebbe riuscita ad esprimere con più chiarezza il suo punto di vista. In quel contesto alcune affermazioni sembravano abbastanza contraddittorie perché l’intervista aveva un altro taglio e il tempo a disposizione non permetteva di dilungarsi più di tanto su argomenti che evidentemente non descrivevano il suo percorso artistico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *