Striscia la Notizia, Tapiro d’Oro a Massimiliano Allegri dopo l’ennesimo ko del Milan in campionato

By on novembre 3, 2013
Tapiro d'Oro a mister Allegri

text-align: center”>Tapiro d'Oro a mister Allegri

STRISCIA LA NOTIZIA, TAPIRO D’ORO IN ARRIVO PER MISTER ALLEGRI. Toccherà all’allenatore del Milan la beffa della consegna, da parte dell’inviato d’assalto Valerio Staffelli, del simbolico animaletto assegnato dalla trasmissione di Antonio Ricci ai vari personaggi pubblici, dello spettacolo, della politica, dell’informazione e dello sport, protagonisti di qualche gesto, dichiarazione o episodio di segno negativo. Per il tecnico rossonero, la sfida a San Siro contro una potenziale rivale per un piazzamento in zona Champions League era come una sorta di chiamata finale, prima di eventuali cambi di strategia più o meno radicali ai piani alti della società di via Turati. Lo spettro dell’esonero, a dispetto delle formali iniezioni di fiducia accordate di volta in volta da Galliani e soci, riconquista terreno col passare delle ore, alla luce della insoddisfacente prestazione e del pessimo risultato ottenuto sul campo nello scontro diretto di ieri sera davanti al pubblico di casa.

massimiliano-allegri-tecnico-rossonero

STRISCIA LA NOTIZIA, AD ALLEGRI IL TAPIRO D’ORO DEL LUNEDI’. I timidi segnali positivi mostrati in Coppa, evidentemente, pesano sempre di meno sul piatto della bilancia, essendo troppo altalenante il cammino dei rossoneri sia in campionato che sul fronte europeo. Le primissime posizioni della classifica si allontanano, con Roma, Juventus e Napoli in fuga da inizio torneo, mentre trovano conferma settimana dopo settimana le aspirazioni della Fiorentina ed in parte dell’Inter in chiave terzo o quarto posto, senza dimenticare le sorprese (Verona in primis) che sembrano voler mettere a soqquadro le vecchie gerarchie del campionato. A pagare le conseguenze della crisi d’identità e di risultati delle piccole o grandi squadre di serie A ma anche dei campionati inferiori, come da copione negli ultimi anni, sono gli allenatori, vittime designate della frenesia della giostra calcistica moderna.

STRSCIA LA NOTIZIA, TAPIRO D’ORO ALL’ALLENATORE DEL MILAN. Valerio Staffelli ha già provveduto a raggiungere l’ex giocatore del Pescara, dato per spacciato dalla stampa sportiva dopo lo 0-2 interno con la Fiorentina nell’anticipo del sabato sera, con l’obiettivo di recapitare al coach livornese l’ironico premio messo in palio dal tg satirico di Mediaset. Le immagini della consegna del Tapiro ad Allegri saranno trasmesse domani, nella puntata di lunedì 4 Novembre di Striscia, quando forse Berlusconi e lo staff societario rossonero avranno già comunicato l’intenzione di confermare o meno l’incarico all’attuale tecnico del club milanese. Barcellona e Chievo sono i prossimi avversari per un Milan al bivio tra crisi irreversibile e rilancio delle ambizioni stagionali: squadra in ritiro, panchina traballante, ma non c’è più tempo da perdere perché nel calcio di oggi non esistono pause di riflessione.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

One Comment

  1. Rossella

    novembre 4, 2013 at 0:31:24

    Anche Giletti meriterebbe un tapiro d’oro! L’intervista a Romina Power non mi è piaciuta. Il pubblico non ha mai mitizzato questa coppia, evidentemente se sono entrati nel mito è stato perché rappresentavano il paradigma del vero amore. Si potrebbero scrivere fiumi d’inchiostro sulle motivazioni che hanno indotto a intravedere una favola nel Principato di Monaco piuttosto che a Cellino san Marco. Nel caso di Albano e Romina Power è ancora più evidente quell’incompatibilità caratteriale –e non solo- che continua a fare di loro la quintessenza coppia perfetta. Si completano in tutto il resto. Francamente a Mosca non ho notato nessuna tensione particolare, hanno sempre cantato così! Infatti i bambini dicevano: ma che cosa ci ha trovato Romina in Albano? e aggiungevano: -Secondo me ha ragione sua madre (Linda Christian, ndr)! Del resto, come ha ribadito anche oggi, è pressoché impossibile tentare di cantare con lui; nel loro sodalizio artistico il pubblico intravedeva l’apoteosi dell’amore puro perché Romina era un po’ come la casalinga della porta accanto, la vedevi sul palco – costruiva la scena, ne era praticamente il fulcro- ma in sostanza della sua voce arrivava poco o niente – e lei non sgomitava, sembrava realizzata in quel suo far parte di qualcosa di più grande. Proprio come Grace! Giletti ha toppato, ma infondo non aveva tutti i torti perché adesso la percezione della coppia è cambiata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *