Che Tempo Che Fa: Barroso e Mengoni ospiti di Fazio, Civati grande assente. Puntata del 7 dicembre

By on dicembre 6, 2013
che-tempo-che-fa-7-dicembre

text-align: center”>che tempo che fa puntata 7 dicembre

CHE TEMPO CHE FA, PUNTATA DEL 7 DICEMBRE – Dopo la ricca puntata andata in onda domenica scorsa che, con Paolo Bonolisi. J-Ax e Paolo Jannacci (QUI la puntata di domenica) ha fruttato al programma ben 3.662.000 telespettatori medi ed il 13,07% di share, Che Tempo Che Fa ritorna su Rai 3 anche questo week end con un ricco parterre di ospiti ed un grande assente. Fabio Fazio e Filippa Lagerback tratteranno in studio, attraverso il susseguirsi dei vari ospiti previsti, temi quali musica, politica e cultura con personaggi nostrani e dalla taratura internazionale; tra questi, come ben sottolineano i tanti telespettatori sulla fan page ufficiale del programma, stranamente non è prevista la presenza di un esponente politico italiano che invece avrebbe avuto tutte le buone motivazioni per esserci: ecco di chi si tratta ed ecco tutti gli ospiti previsti nella puntata di domani di Che Tempo Che Fa.

filippo-civati-pd

CHE TEMPO CHE FA, BARROSO E EDNA O’BREIN OSPITI DI FAZIO – Politica internazionale con il portoghese José Manuel Durão Barroso, attualmente presidente della Commissione Europea, carica che ricopre dal 2004. Alle spalle Barroso vanta corpose esperienze nell’ambito politico maturate nel suo paese d’origine, di cui è stato deputato per ben sei legislature consecutive e per il quale ha ricoperto il ruolo di presidente della Commissione Affari, Segraterio di Stato Agli Interni ed agli Affari Esteri oltre che primo ministro tra il 2002 e il 2004. Rimanendo all’estero, seconda ospite della serata la scrittrice irlandese Edna O’Brien, autrice di numerosi ed apprezzati libri quali A Scandalous Woman and Other StoriesA Pagan Place e The Conutry Girls, il primo di sua firma scritto in sole tre settimane appena tradotto in italiano da Cosetta Cavallante (Ragazze Di Campagna, nella Gallery la copertina del volume).

MARCO MENGONI E PAOLO MIELI A CHE TEMPO CHE FA, CIVATI GRANDE ASSENTE – La puntata continua con la musica di Marco Mengoni, trionfatore nell’ultimo Festival di Fabio Fazio con il pezzo L’Essenziale, da poco approdato nelle radio con Non Me Ne Accorgo, singolo estratto dall’album Pronto A Correre pubblicato all’indomani della vittoria a Sanremo 2013; Mengoni eseguirà il pezzo in studio e dal vivo. Ultimo ospite previsto per la puntata Paolo Mieli, presidente dal 2009 della RCS Libri con cui si discuterà in studio di storia e politica. Manca all’appello un ospite atteso candidato alle imminenti primarie dell’8 dicembre insieme a Cuperlo e Renzi. Filippo Civati è infatti l’unico del trio di candidati a non aver raggiunto la poltrona di Fazio a dispetto della par-condicio. Numerosi i commenti di dissenso pubblicati sulla fan page del programma, ma la giustificazione a tale mancanza probabilmente è dovuta alle regole stesse della par-condicio che impediscono ai vari candidati di tenere comizi o uscite pubbliche nel giorno antecedente alle elezioni.

Conclude la puntata l’immancabile Massimo Gramellini con il consueto ed ironico commento sulle notizie Indimenticabili ed Imperdibili della settimana; l’appuntamento con la nuova puntata di Che Tempo Che Fa è fissato per domani, 7 dicembre, ore 20.10, Rai 3.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

2 Comments

  1. luca

    dicembre 7, 2013 at 21:30

    bravo a sottolineare che Fazio non ha inviato Civati. Però si chiama Giuseppe e non Filippo 😉

  2. Rossella

    dicembre 7, 2013 at 22:37

    Trovai estremamente interessante il confronto tra Bersani e Renzi, Monica Maggioni lo moderò in maniera veramente egregia. Perché non lo hanno riproposto a ‘sto giro? 🙁
    Peraltro, se non ricordo male, andò alla grande, gli ascolti lo premiarono.
    Il salotto di Fazio non mi sembra determinante, si respira la stessa atmosfera degli altri talk; non sembrerebbe perché i toni sono sempre molto pacati. La cattedra è quella nota Kitsch che regala al programma un inaspettato risvolto trash. Questo binomio in tv funziona sempre, d’altro canto Ragazzi & Ragazze è stato penalizzato proprio dall’assenza del trono e delle sedute dei corteggiatori. Anche questo è un dato indicativo se serve a spiegare il comune senso del dialogo. I vari blog ne propongono un ampio repertorio, sembra tutto molto autoreferenziale, quando s’interviene fermandosi all’offesa per l’offesa e quando si tollera una discussione senza capo ne coda. Il ruolo del moderatore è essenziale e Monica Maggioni riuscì a tenere alto il livello di quel confronto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *