Rai1 da record: ottimi ascolti per Casa e bottega e Porta a Porta. Due generazioni a confronto

By on dicembre 18, 2013
foto di nino frassica renato pozzetto e anna galiena in casa e bottega rai1

text-align: center”>foto di nino frassica renato pozzetto e anna galiena in casa e bottega rai1

CASA E BOTTEGA: SUCCESSO PER IL RITORNO IN VIDEO DI POZZETTO. Rottamare, rottamazione, mandare a casa le vecchie facce in favore delle nuove, sono gli slogan che vanno per la maggiore nell’ultimo periodo. Non solo in politica: “la rottamazione” riguarda tutti i settori lavorativi, anche la fiction nostrana, dove gli attori vissuti si trovano molto spesso a dover lasciare il passo a giovani leve, prive di talento. Non sempre, infatti, questo dovuto e necessario cambio generazionale è costruttivo: in molti casi i giovani, ai quali viene data un’opportunità, fanno rimpiangere chi li ha preceduti. Fermo restando che la rottamazione è doverosa, non bisogna mai dimenticarsi di chi è venuto prima di noi, lavorandoci magari a stretto contatto, in un reciproco scambio costruttivo. Ieri sera è andata in onda su Rai1 la prima parte della nuova fiction Casa e bottega (la seconda ed ultima puntata sarà trasmessa questa sera) con Renato Pozzetto e Anna Galiena. Due attori che negli ultimi tempi si vedevano troppo poco in tv, ma che ogni volta che appiano in video, vuoi in produzioni originali, vuoi in film in replica, ci fanno ricordare la loro grande bravura e originalità recitativa.

foto-il-volo

CASA E BOTTEGA: IL TEMA DELLA CRISI. La fiction, oltre ad aver avuto il merito di aver riportato in video due grandi attori, dei quali non ci dovremmo mai dimenticare, e dai quali le giovani generazioni dovrebbero trarre ispirazione, ha portato in tv un tema alquanto attuale: la crisi economica. Un argomento del quale si straparla nei vari talk show, ma poco affrontato dalla fiction televisiva. Senza alcuna retorica e senza mai cadere nel banale, Pozzetto, che è anche autore della serie, ha mostrato, in maniera chiara, le difficoltà di fronte alle quali si trova un navigato imprenditore, a causa della crisi finanziaria che sta portando alla chiusura milioni di piccole e medie aziende. La puntata in onda ieri sera è stata molto esplicativa, in quanto le immagini rendono più di tutte le varie chiacchiere spese tanto in day time che in prima e seconda serata.

CASA E BOTTEGA: IL TEMA DELL’OMOSESSUALITA’. Oltre al tema della crisi, la serie ha affrontato anche quello dell’omosessualità (purtroppo ancora attuale), senza cadere in facili luoghi comuni o stereotipi già visti altrove. Nino Frassica, cognato nella fiction di Pozzetto nonché fratello di Anna Galiena, è gay ma senza esagerazioni ed isterie. Vive la sua vita tranquillamente, come qualsiasi altro uomo eterosessuale. Anche in questo caso la fiction è stata di insegnamento a quanti erroneamente credono che i gay siano personaggi sempre sopra le righe.

CASA E BOTTEGA: GLI ASCOLTI DELLA PRIMA PUNTATA. Va dato atto a Pozzetto e agli altri autori della serie di aver portato alla ribalta televisiva due temi, molto attuali, in maniera elegante ed ironica. Ed infatti il pubblico ha apprezzato il lavoro svolto, in quanto gli spettatori sintonizzati ieri sera su Rai1 erano  5.248.000, per uno share del 20,07%. Un ottimo risultato di questi tempi, che fa ben sperare per la seconda ed ultima parte della miniserie, che andrà in onda questa sera alle 21.10 su Rai1.

PORTA A PORTA DA RECORD CON IL VOLO. Se in prima serata abbiamo potuto ammirare tre grandi attori quali Pozzetto, Galiena e Frassica, in seconda serata, ironia della sorte,  Porta a Porta ha ospitato il trio Il Volo. I tre giovani ragazzi, Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, sfornati dalla seconda edizione di Ti lascio una canzone di Antonella Clerici (presente in studio), hanno spiccato “il volo”  e sono riusciti a conquistare un grandissimo successo in America. Il loro ultimo album, Buon Natale-The Christmas Album, è primo in classifica negli Stati Uniti. La serata, molto scorrevole, ha ottenuto un buonissimo risultato totalizzando 2.413.000 telespettatori, pari al 22,87% di share. Numeri da record per la seconda serata. L’unica nota dolente è che in alcuni casi, i tre ragazzi, sono sembrati troppo pieni di sé: lo stesso Vespa ha ricordato ai tre di restare umili. Già domenica pomeriggio, quando erano stati ospiti di Mara Venier a Domenica In, avevano avuto lo stesso consiglio dalla zia Mara.

GIOVANI E ANZIANI UNITI PER UN UNICO OBIETTIVO. Tre italiani, che ottengono questo grande successo all’estero, è sempre motivo di orgoglio per noi connazionali, con la speranza che i consigli ricevuti in questa trasferta italica siano messi in pratica una volta tornati oltreoceano. Sta di fatto che ieri sera Rai1 ha messo insieme la vecchia guardia con le nuove leve, regalando al pubblico televisivo, una ottima serata come non si vedeva da parecchio tempo. L’insegnamento più grande è stato quello che giovani e anziani devono imparare a collaborare tra di loro, al fine di raggiungere un unico obiettivo: la crescita comune.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *