Servizio Pubblico, speciale “Inferno Atomico” nella Terra dei fuochi: ore 20,35 su La7

By on dicembre 29, 2013
Terra dei fuochi, l'inchiesta di Servizio Pubblico

text-align: center”>Terra dei fuochi, l'inchiesta di Servizio Pubblico

SERVIZIO PUBBLICO, REPORTAGE DALLA TERRA DEI FUOCHI: UN INFERNO ATOMICO SOTTO I NOSTRI PIEDI. I veleni nascosti nel cuore di quella che una volta era nota al mondo come “Campania felix” saranno al centro dello speciale curato da Sandro Ruotolo e Dina Lauricella. In studio, a discutere dell’emergenza ambientale nelle province di Napoli e Caserta e dei delicatissimi temi connessi, a partire dal perversi intreccio tra politica e criminalità organizzata tuttora vigente al Sud e in altre parti d’Italia, ci sarà il pentito di camorra Carmine Schiavone, che per primo denunciò lo scandalo della terra dei fuochi. L’ex boss dei Casalesi commenterà le immagini e le testimonianze raccolte in loco dalla troupe de La7 insieme a Roberto Mancini, poliziotto colpito da una grave malattia a causa del servizio svolto nei paesi avvelenati dai rifiuti tossici, mentre uno spazio a parte sarà riservato alle mamme casertane e napoletane protagoniste della protesta e dell’appello (con centocinquantamila cartoline inviate alle massime autorità) al Santo Padre e al Presidente della Repubblica.

sandro-ruotolo-inchiesta-in-campania

SERVIZIO PUBBLICO, ALLE 20,35 LO SPECIALE “INFERNO ATOMICO” CON DOCUMENTI ESCLUSIVI DALLA TERRA DEI FUOCHI. La puntata di fine anno del talk show di Michele Santoro andrà in onda stasera, domenica 29 dicembre su La7 e in diretta streaming sul portale dell’emittente, oltre che sul sito www.serviziopubblico.it che come sempre garantirà agli utenti del web una copertura totale dell’evento. I numeri del disastro ecologico perpetrato dalle aziende del Nord, del Centro e del Sud, con la garanzia dell’impunità fornita dalle mafie locali, nella sola Campania, sono impressionanti ed hanno già messo in allarme gran parte delle popolazioni a rischio epidemia: nel casertano e nel napoletano l’impennata della percentuale di tumori lascia spazio a pochi dubbi, essendo strettamente connessa ai 10 milioni di tonnellate di scorie e rifiuti tossici seppelliti nell’arco di soli due decenni dappertutto, anche sotto importanti coltivazioni o terreni adibiti ad allevamento.

TERRA DEI FUOCHI, LO SPECIALE DI SERVIZIO PUBBLICO “INFERNO ATOMICO” STASERA SU LA7. Indagini e inchieste parlamentari non sono riuscite a decollare o non hanno preso il via in tempo, un po’ per mancanza di collaborazione dei responsabili dei crimini in questione ma assai di più per l’assenza di una volontà politica di spezzare il legame tra economia e attività illecite nelle zone franche del nostro Paese. I servizi dalla Terra dei fuochi metteranno a nudo, senza risparmiare nomi e cognomi, il volto peggiore dell’Italia della Prima e Seconda Repubblica, dando voce a quelle persone che, oggi come ieri, pagano sulla propria pelle il prezzo di una concezione malvagia del potere e dell’economia. Quello della Campania è tutt’altro che un caso isolato, ma il tempo per rimediare a questa apocalisse alle porte nelle nostre terre rischia al più presto di scadere.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *