Boss in Incognito con Costantino della Gherardesca da lunedì 27 gennaio su Rai 2

By on gennaio 27, 2014
boss-in-incognito

text-align: center”>boss in incognito su Rai 2

COSTANTINO DELLA GHERARDESCA SARÀ L’ANTI BRIATORE. Se conoscete The Apprentice, il programma di Sky Uno con Flavio Briatore, dimenticatevene perché Boss in Incognito, condotto da Costantino della Gherardesca dal 27 gennaio su Rai 2 in prima serata, è tutta un’altra cosa. O meglio, parte da una prospettiva completamente diversa. Come ha dichiarato lo stesso conduttore durante la presentazione del programma: “Stiamo facendo l’anti Briatore, è l’opposto di The Apprentice“, infatti lo scopo di questo gioco non è quello di diventare un imprenditore di successo ma quello di far vivere ai capi d’azienda quello che vivono i loro operai o impiegati. Una settimana da passare dall’altra parte della barricata per conoscere e capire meglio il lavoro dei propri dipendenti.

IL PROGRAMMA PIÙ SOVVERSIVO DELLA TELEVISIONE. Così lo ha definito Arianna Huffington, direttore del quotidiano online Huffington Post. Una trasmissione che, dopo essere andata in onda in tantissimi Paesi, arriva in Italia con quattro puntate prodotte in collaborazione con Endemol Italia con alla guida il nobile conduttore dell’ultima edizione di Pechino Express. E proprio lui dovrà raccontarci la discesa di quattro boss fino ai gradini più bassi delle loro aziende che, travestiti, dovranno lavorare tra impiegati ed operai. Boss in Incognito, come dicono gli autori: “Fa incontrare due universi separati e distanti: da un lato i boss che, decidendo di mettersi in gioco, hanno l’opportunità di cercare delle soluzioni di crescita e di miglioramento (…)stessa conoscendo meglio chi ci lavora (…);dall’altro lato i dipendenti hanno l’opportunità di scoprire il lato ‘umano’ del boss (…)”.

 

costantino-della-gherardesca-boss-in-incognito

QUATTRO PUNTATE DA VIVERE SOTTO MENTITE SPOGLIE. Una prospettiva ribaltata, quindi, rispetto al talent show di Sky, non si cerca di diventare il capo ma ci si mette alla pari dei propri dipendenti. Quattro imprenditori saranno i protagonisti delle quattro puntate e scendendo ai livelli più bassi delle loro aziende cercheranno di migliorare le loro società. Seguiti da una troupe televisiva, che finge di girare un documentario sul mondo del lavoro, dovranno lavorare sotto falsa identità accanto ai loro dipendenti. Saranno neo-assunti che dovranno essere istruiti, a cui verranno affidate mansioni differenti, soprattutto di carattere pratico-manuale, e che spesso dovranno chiedere aiuto ai propri colleghi/dipendenti. Dopo sette giorni, però, ognuno riprenderà il proprio posto e il boss convocherà i dipendenti con cui è entrato in contatto e svelerà la propria identità e se vorrà potrà premiarli e migliorare le loro condizioni. Protagonista del primo episodio di Boss in incognito sarà l’imprenditore dell’abbigliamento David Hassan.

Patrizia Gariffo

About LaNostraTv Redazione

One Comment

  1. Rossella

    gennaio 27, 2014 at 14:51

    Il format originale è piaciuto tantissimo a mia madre, me ne ha parlato recentemente. Forse il conduttore non dovrebbe essere molto ingombrante perché il pubblico apprezza l’aspetto legato alla valorizzazione della dignità del lavoratore, quindi l’empatia che si crea tra l’operaio e il “boss”. Diciamo che anche in questo caso la retorica la fa da padrone però vince la speranza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *