Festival di Sanremo 2014, la scheda di Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots

By on gennaio 20, 2014
schede sanremo 2014

text-align: center”>schede sanremo 2014

SANREMO 2014, RAPHAEL GUALAZZI E BLOODY BEETROOTS – Tra i 14 Big confermati per la 64esima edizione del Festival di Sanremo – che si svolgerà sul palco del Teatro Ariston tra il 18 e il 22 febbraio – troviamo anche una coppia di artisti che parteciperanno insieme: si tratta di Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots, due artisti musicalmente molto diversi tra loro, che lavoreranno in simbiosi per dare vita ad un sound inedito. Il primo di provenienza blues-jazz, il secondo di retaggio punk-dance, presenteranno intitolati “Liberi o no” e “Tanto ci sei”. Gualazzi ha già preso parte alla kermesse nel 2011 per la categoria giovani, e nel 2013 tra i Big classificandosi quinto. I Bloody Beetroots invece, nome adottato dall’ensamble elettronico ideato dal dj e produttore nostrano – sempre mascherato conosciuto anche con lo pseudonimo Sir Bob Cornelius Rifo – sono alla prima partecipazione. Sicuramente questo esperimento-collaborazione sarà l’inizio di un percorso inusuale per il Festival, al quale quest’anno prenderanno parte anche Perturbazione, Giuliano Palma e tanti altri.

gualazzi-raphael

SANREMO 2014, RAPHAEL GUALAZZIRaphael Gualazzi, classe 1981, proviene da studi classici avvenuti presso il Conservatorio Rossini di Pesaro, uniti a sperimentazioni blues e jazz. Dal suo incontro con Caterina Caselli avvenuto nel 2009, ha preso il via una carriera in salita: dopo essersi esibito sul palco di Heineken Jammin FestivalGiffoni Film Festival e Pistoia Blues Festival, Gualazzi nel 2011 è approdato a Sanremo ed è stato selezionato per la sezione Giovani del Festival di Sanremo, accedendovi con il brano “Follia d’amore”, ha anche successivamente preso parte all’Eurofestival di Düsseldorf; rappresentando l’Italia grazie alla trasposizione in inglese del brano sanremese, “Madness of love”. Lo scorso anno si è classificato quinto nel corso della 63esima edizione della kermesse cantando “Sai (ci basta un sogno)”; e nei mesi successivi ha anche firmato la sigla del programma di Rai 3 condotto da Fabio Fazio, “Che tempo che fa”.

SANREMO 2014, BLOODY BEETROOTS – I Bloody Beetroots sono un progetto artistico ideato dal dj e produttore discografico di Bassano del Grappa, Bob Cornelius Rifo. L’artista e la sua band, durante apparizioni pubbliche ed esibizioni dal vivo, indossano sempre la maschera di Venom (personaggio a fumetti di Marvel). Dopo aver raggiunto il successo nel 2009 grazie al successo planetario dell’album “Romborama”, i cui brani sono stati inseriti anche in serie tv internazionale del calibro di “C.S.I – Scena del crimine”, Bob Rifo ha dato alle stampe nel 2013 l’album “HIDE”, nel quale è contenuto anche il singolo “Out of sight”, contenente un featuring d’eccezione con Paul McCartney. L’11 novembre dello stesso anno il gruppo si è esibito dal vivo a Milano per un’unica tappa italiana sul palco sold-out dei Magazzini Generali. In occasione del 64esimo Festival di Sanremo Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots gareggeranno con i brani “Liberi o no” e “Tanto ci sei”.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *