Flavio Insinna interviene ad Agorà per il caso dei 60.000 euro vinti ad Affari Tuoi dalla moglie di un imprenditore fallito

By on gennaio 28, 2014
Flavio Insinna

text-align: center”>

FLAVIO INSINNA AD AGORA’ PER IL CASO DEI 60.000 EURO VINTI AD AFFARI TUOI – Curiosa e incresciosa polemica ha colpito il game show campione d’ascolti di Rai Uno Affari Tuoi. Il “gioco dei pacchi” presentato da Flavio Insinna alle 20.40 dal lunedì alla domenica sul primo canale Rai è stato oggetto, nei giorni scorsi, di attenzione da parte di media e telegiornali per qualcosa di spiacevole. Nelle scorse puntate di Affari Tuoi ha partecipato, vincendo la somma di 60.000 euro, Michela Parrini la moglie di Andrea Barontini, un imprenditore tessile di Grosseto fallito. Questa vincita, per la Parrini, è un’occasione per pagare l’università alle loro figlie ma queste dichiarazioni avevano fatto scalpore. Infatti, essendo fallita l’azienda di Barontini, non sono state pagate un centinaio di operaie e di maestranze che ora chiedono che quei soldi vinti nel game-show vengano utilizzati per saldare i debiti e pagare loro la tredicesima e gli stipendi. Oggi, 28 Gennaio, Flavio Insinna è stato ospite di Agorà, il programma di Rai Tre per cercare di dire la sua su questa spiacevole vicenda. 

affari-tuoi-logo

FLAVIO INSINNA SUL CASO DEI 60.000 EURO VINTI AD AFFARI TUOI – L’uomo è apparso veramente provato e dispiaciuto da tutta la polemica, soprattutto in merito alle richieste delle operaie che chiedono che quei soldi possano entrare anche nelle loro tasche. “Ci aspettano sei mesi di stipendio più i contributi. Basterebbero 250 euro a testa” ha dichiarato un’ex lavoratrice della Mabro, l’azienda tessile di Barontini. Flavio Insinna si è augurato un’Italia senza più debiti e con più lavoro e ha dichiarato di essersi detratto il 30% del suo stipendio. Questa vincita incriminata è destinata ancora a sollevare polemiche su un programma che, negli anni, è già stato bersaglio per le presunte irregolarità nell’assegnazione dei pacchi. In particolar modo, il diretto competitor Striscia la notizia ha attaccato più volte il programma di Rai Uno e ora, probabilmente, ci sarà da aspettarsi nuove guerre…

About Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28 Giugno 1988. Fin da bambino matura la passione per la scrittura e il mondo dell’arte. Dopo il Liceo Classico si iscrive alla facoltà di Letteratura musica e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma laureandosi nel 2011. Nel 2012 si iscrive alla magistrale di Cinema Televisione e Produzione Multimediale dell’università Roma 3 e nello stesso anno ha frequentato una scuola di recitazione. E’ autore di tre romanzi usciti con ilmiolibro.it

2 Comments

  1. Ugo Maltese

    gennaio 28, 2014 at 15:17:33

    Che schifo di programma, quà di “fallito” veramente penso che ci sia rimasto solo questo programma spazzatura, non finiranno mai i colpi di scena e le stranezze a carico di questa trasmissione, che ormai si è capito non serve proprio a nulla e non incantano più nessuno con i loro “giochetti” da quattro soldi, mi chiedo solo cosa aspettano ancora a chiudere una farsa-presa in giro simile!

  2. Ugo Maltese

    gennaio 30, 2014 at 14:03:06

    Mah visto che questa domanda continua ad essere riproposta su su tutti i blog riguardanti tale argomento, mi sento quasi autorizzato a rispondere anche io la mia, ma quale insinna tutta la vita, direi che si amalgama molto bene col programma spazzatura che conduce, al contrario invece io vedrei molto bene striscia per tutta la vita e oltre anche se fosse possibile, almeno fanno qualche cosa di concreto per gli italiani non come gli altri che sono solo incantatori di serpenti, e venditori di fumo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *