Il Boss delle cerimonie: prosegue la polemica nata a Napoli dopo la messa in onda della prima puntata su Real Time

By on gennaio 22, 2014
Boss delle cerimonie Real Time

text-align: center”>Boss delle cerimonie Real Time

IL BOSS DELLE CERIMONIE, SU REAL TIME – Lo scorso 11 gennaio su Real Time è partito il programma “Il Boss delle cerimonie”, dedicato alla cultura nuziale nel nostro paese e all’organizzazione di matrimoni in grande stile. La prima puntata però, girata al Grand Hotel La Sonrisa di Napoli, ha suscitato numerose proteste da parte del popolo partenopeo, che ha giudicato la trasmissione “trash e non rappresentativa della propria realtà”. Il motivo è principalmente da imputare al fatto che il modello seguito per realizzare i festeggiamenti è quello di Antonio Polese, in arte Don Antonio, noto personaggio operante nel “settore wedding” da oltre 20 anni. Tale peculiarità è anche chiaramente descritta sul sito ufficiale della rete, nella sezione dedicata al format: “Il boss delle cerimonie è il docu-reality di Real Time sulle tradizioni e riti dei matrimoni organizzati da Antonio Polese e dalla sua famiglia in una location da favola. La serie svela il dietro le quinte e la messa in scena delle celebrazioni nuziali che si svolgono sotto l’attenta gestione di Antonio Polese”. 

Il Boss delle Cerimonie

IL BOSS DELLE CERIMONIE, LA PROTESTA DEGLI ABITANTI DI NAPOLI – “Rimarremo a bocca aperta davanti a tutte le fasi principali di una vera festa: la scelta dell’abito nuziale, la serenata, le decorazioni della casa dei genitori prima che la sposa vada via per sempre, tutta la festa che si protrarrà per l’intera giornata fino ai fuochi d’artificio finali”.  Una chiarezza d’intenti che non ha lasciato indifferente Federico Arienzo, vicepresidente della Municipalità 2 del Comune di Napoli e creatore del gruppo Facebook apposito denominato “Chiediamo la chiusura del programma Il Boss delle cerimonie”.

“Mi vergogno per quello che state trasmettendo sui matrimoni qui in Campania. Mi dissocio da quanto viene raccontato come fenomeno comune, trattandosi di squallide rappresentazioni che indignano la stragrande maggioranza di un popolo che non merita di essere così raccontato. Lanceremo una campagna per boicottare questo schifo che state trasmettendo” ha annunciato Arienzo sul gruppo virtuale, che ha racconto in breve tempo un vasto seguito. Per andare fino in fondo, l’uomo ha inoltre confermato che sabato pomeriggio alle ore 15.00 prenderà parte in qualità di ospite al programma di Rai 3, con visibilità nazionale, “Tv talk”, e spiegherà chiaramente le motivazioni di tale discontento. L’appuntamento con “Il Boss delle cerimonie” invece è fissato per ogni venerdì sera alle 23.05 su Real Time, canale 31 del DTT.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *