Justin Bieber: ritratto di un re spodestato. Le radio si rifiutano di trasmettere i suoi successi

By on gennaio 24, 2014
Justin Bieber

text-align: center”>

foto justin bieber commento

YOU TUBE, SCOOTER BRAUN E L’ESORDIO CON ONE TIME. Canadese di London, Ontario, ma cresciuto con la madre a Stratford, Justin Bieber ha fatto la sua prima apparizione nel mondo della musica da giovanissimo, forse per caso o per un colpo di fortuna, grazie a Scooter Braun, che ne percepisce le potenzialità  e decide di diventare suo manager. Qualche video su YouTube e, a soli quindici anni, ti ritrovi ad avere un contratto con la Island Records, per volere di un signore di nome L.A. Reid. Il singolo d’esordio, One Time, è subito nella top ten in Canada. Il suo primo album, My World (da cui è tratta la hit One Time), è disco di platino negli Stati Uniti. Bieber bissa il successo di My World con My World 2.0, album del chiacchierato estratto Baby: è ancora platino. Proprio il singolo Baby, parimenti amato e criticato, è visualizzato 800 milioni di volte, alle spalle di PSY, con GnamGnam Style. Un American Music Award, come miglior artista dell’anno, due nomination ai Grammy e quindici milioni di copie vendute in soli tre anni. Nel 2013, Baby è disco di diamante con 12 milioni di copie vendute. Con un patrimonio di 82 milioni di dollari, è il secondo teenagers più ricco del mondo, dopo (indovinate un po’?) Miley Cirus.

justin-1

IL SUCCESSO, LE RAGAZZE, LE FERRARI E L’ARRESTO. Guai come se piovessero, per la baby star canadese. Dalla presunta aggressione a un fotografo nel 2012 fino ai recenti atti vandalici in casa dei vicini, l’idolo delle teenagers (così è definito dalla stampa mondiale) non si è di certo contraddistinto per la sua indole bonaria. Il suo smisurato successo pare gli abbia letteralmente dato alla testa. Donne, macchine, droga, alcool e bordelli sono sfociati nell’arresto avvenuto nelle prime ore del 23 gennaio scorso a Miami Beach. Una Lamborghini gialla affittata in occasione del suo soggiorno in Florida e una modella (chissà perché ce lo aspettavamo), alcool, droga e farmaci. Tutto questo farcito di una resistenza a pubblico ufficiale non violenta per insulti oltre ogni dire. Accuse confermate in pieno dall’imputato che, tra le altre cose, avrebbe ammesso l’uso di sostanze stupefacenti e di farmaci antidepressivi. La vicenda si è conclusa qualche ora fa, quando il giudice Joseph Farina ne ha disposto la libertà su cauzione. Solidarietà del suo manager storico Scooter Braun che, su Twitter, afferma:

Ti voglio bene Justin Bieber, mi comporterò come uno che tiene davvero a te. È  tutto quello che ho da dire. Grazie a tutti per l’interessamento.

E ancora:

È stata una lunga giornata, siamo definiti per come gestiamo le avversità. Esserci quando conta. Amare in tempi buoni e in tempi cattivi.

Intanto, la radio canadese Hot 89.9 ha dichiarato di volersi rifiutare di trasmettere le canzoni della loro popstar fino a quando non deciderà di farsi aiutare. Cosa succederà adesso? Pare che il suo entourage gli abbia proposto un percorso in rehab, ma sembra ancora tutto da definire. Un modo per disintossicarsi e per schiarirsi le idee, perché si sa, il prezzo del successo, in qualche modo, si paga… Ma per lui sono tutte str****** e sorride felice nella fotosegnaletica.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *