La prova del cuoco, tutte le ricette del 17 gennaio 2014 con Antonella Clerici: gnocchi di bieta, pasticcio di maccheroncini, rana pescatrice al cartoccio e non solo

By on gennaio 17, 2014
gnocchi-di-bieta-pronti

text-align: center”>La prova del cuoco

LA PROVA DEL CUOCO, LE RICETTE DEL 17 GENNAIO: GNOCCHI DI BIETA CON MOSTARDA DI ZUCCA, ANATRA AFFUMICATA E CHIPS DI CARCIOFO – PASTICCIO DI MACCHERONCINI E FUNGHI – SALAGIONE CASALINGA DEL LARDO – RANA PESCATRICE AL CARTOCCIO AROMATICO

GNOCCHI DI BIETA CON MOSTARDA DI ZUCCA, ANATRA AFFUMICATA E CHIPS DI CARCIOFO

Sfoglia la gallery per vedere le foto di questa pietanza meravigliosa presentata dalla concorrente Alba durante il torneo “Super Chef”.

PREPARAZIONE. Lavorare nella planetaria 300 grammi di bieta spezzettata (precedentemente scottata in padella con 30 grammi di burro), 600 grammi di patate lessate, qualche uovo, 30 grammi di parmigiano grattugiato, 15 grammi di sale, un po’ di pepe e 150 grammi di farina (da aggiungere gradualmente). Lasciar riposare per un po’ l’impasto ottenuto. Nel frattempo scaldare un filo d’olio in padella aggiungendo 1 cipolla tagliata finemente, un pizzico di sale e la zucca tagliata a cubetti. Unire successivamente anche un po’ di zucchero, del vino bianco, aceto, bacche di ginepro, alloro e infine un po’ di senape. Ricavare gli gnocchi dall’impasto preparato e lessarli in una pentola contenente abbondante acqua salata. Scolarli e saltarli in una padella con olio, un po’ dell’acqua di cottura e i gambi di bieta tagliati a strisce e precedentemente scottati e tenuti a bagno nell’olio per un po’. Impiattare gli gnocchi con la mostarda di zucca e con le chips di carciofo fritte.

LA PROVA DEL CUOCO, le ricette del 13 gennaio: lasagne rosse ai formaggi; “durum kekab”; crumble al cacao con cuore di pistacchi. Clicca qui

antonella-clerici-entra-in-studio

PASTICCIO DI MACCHERONCINI E FUNGHI

Consulta la gallery fotografica per vedere le schede con gli ingredienti e le immagini della preparazione di questo piatto favoloso realizzato da Alessandra Spisni nella rubrica “La cucina della pasta fresca”.

PREPARAZIONE. Realizzare la pasta con la quale foderare una tortiera: lavorare la farina, lo strutto e il sale, ottenendo poi delle grosse briciole. Dopo aver fatto una “montagna”, ricavare un piccolo “cratere” al centro, nel quale inserire l’uovo. Amalgamare tutto per ottenere un impasto elastico e omogeneo (se la pasta dovesse sbriciolarsi, Alessandra consiglia di aggiungere un po’ d’acqua fredda). Coprire la pasta con il cellophane e porla in frigo per circa 30 minuti. Dividere la pasta in 2 pezzi (di dimensione diversa) e tirarla con il mattarello per renderla sottile (non troppo): con la parte più grande foderare lo stampo; utilizzare invece la parte più piccola per fare il “coperchio”. Lessare i maccheroncini in una pentola contenente abbondante acqua salata, scolarli e condirli con i funghi. Preparare poi la besciamella. Disporre nella tortiera a strati alternati i maccheroncini conditi con la besciamella e il grana grattugiato. Coprire lo stampo con il disco di pasta piccolo e ribattere i bordi per sigillare il pasticcio all’interno, bucherellandolo poi con una forchetta o con la punta di coltello, in modo da far uscire il vapore. Scaldare il pasticcio in forno a 180 gradi per circa 3 quarti d’ora.

LA PROVA DEL CUOCO, le ricette del 14 gennaio: spaghetti cacio e pepe; conchiglie “al verde” con tonno… e molte altre! Clicca qui

SALAGIONE “CASALINGA” DEL LARDO

Nella gallery sono disponibili alcune foto di questa tecnica particolarissima di conservazione del lardo, presentata da Augusto Tocci, lo “gnomo contadino”.

PREPARAZIONE. Ungere una tortiera di plastica (quadrata) con 1 spicchio d’aglio, spolverarla con sale grosso pestato (senza renderlo troppo fino) e porvi dentro una grossa fetta di lardo. Pestare nel mortaio rosmarino, pepe nero, timo e salvia. Spolverare il lardo nella tortiera con dell’altro sale, unendo anche una parte delle erbe pestate e qualche foglia d’alloro. Sovrapporvi poi un’altra grossa fetta di lardo, chiudere la tortiera con un coperchio e porre in frigo per un lungo periodo di tempo (3-4 mesi). Trascorso tale periodo, lavare il pardo, asciugarlo, tagliarlo a fettine piccole e sottili e consumarlo abbinandolo a fette di pane tostate in forno.

LA PROVA DEL CUOCO, le ricette del 15 gennaio: sformato di semolino; cardi in carrozza; strascinati al pollo, panna e curry. Clicca qui

RANA PESCATRICE AL CARTOCCIO AROMATICO

Sfoglia la gallery per vedere le foto della preparazione di questo secondo delizioso portato a tavola da Gianfranco Pascucci nella rubrica “Venerdì pesce”.

PREPARAZIONE. Pulire la rana pescatrice: sfilettarla togliendo la parte della colonna centrale e la pelle superficiale (dura). Salarla e lasciarla riposare in frigo per 5 minuti. Successivamente lavarla sotto l’acqua corrente, asciugarla e preparare il cartoccio aromatico, ponedo un foglio di carta da forno su un foglio d’alluminio. Porre la rana pescatrice sulla carta da forno con carote e patate precedentemente saltate in padella (tagliate a dadini molto piccoli). Aggiungere qualche foglia d’alloro e un po’ di rosmarino. Chiudere il cartoccio con della carta da forno e sovrapporvi erbe quali finocchio selvatico, dragoncello, timo, ecc. Chiudere con un altro foglio di carta da forno e scaldare a 200 gradi per un quarto d’ora. Aprire il cartoccio e impiattare i bocconcini di pescatrice con insalata di bieta e patate, condendoli con un’emulsione preparata con olio, cipollotto e ginepro.

LA PROVA DEL CUOCO, le ricette del 16 gennaio: giambonetto di galletto con cime  di rapa e caciocavallo; terrina di branzino ai carciofi; zuppa inglese rollè. Clicca qui

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *