Le pecore invadono il Teatro Ariston – Il promo di Sanremo 2014

By on gennaio 7, 2014
SANREMO 2014

text-align: center;”>Sanremo 2014

SANREMO 2014, IL PRIMO PROMO: LE PECORE ALL’ARISTON.  Dopo l’annuncio dei 14 campioni, la Rai pubblica il primo promo del Festival di Sanremo 2014, che andrà in onda in prima serata dal 18 al 22 febbraio su Rai 1. Il video in trenta secondi conduce gli spettatori all’interno del Teatro Ariston, mostrando però un’immagine sorprendente: un gregge di pecore ha invaso il palco. In questo caso si fa riferimento ad una citazione dello storico Intervallo Rai, che negli anni Sessanta mostrava, appunto, l’immagine un gregge di pecore. Naturalmente, sulle note della celebre sigla xilofonica, ripresa anche nel promo 2014 e formata dall’unione dell’Allegro dalla Sonata VI in la maggiore di Pietro Domenico Paradisi, dall’Aria n.26 di François Couperin dalla Passacaglia dalla suite n.7 di Georg Friedrich Händel.

fazio-e-litizzetto

FABIO FAZIO RISPOLVERA GLI ANNI ’60 ATTRAVERSO UNO SPOT PARTICOLARE. A condurre il festival sarà Fabio Fabio giornalista e conduttore di “Che tempo che fa” e la grande Luciana Litizzetto. Tuttavia Fabio Fazio rispolverando queste immagini non ha voluto comunicare che  i suoi cantanti siano stonati o non all’altezza di una kermesse così importante, piuttosto ha voluto rispolverare l’immagine del gregge di pecore che compariva negli anni Sessanta nell’Intervallo Rai. Si tratta di una scelta particolare.

About Daniel D'Agostino

Nato a Palermo nel 1992. Diplomato al Liceo Classico ed attualmente studente alla facoltà di Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Palermo. Solare e socievole, fin dalla più tenera età ha dimostrato propensione per il mondo della musica, dello spettacolo e della televisione. Ambizioso e intraprendente, la sua più grande passione è il canto e viaggiare.

One Comment

  1. Rossella

    gennaio 8, 2014 at 20:58

    Lo spot è abbastanza discutibile, ripropone il tema della fedeltà alla natura, alla ragione e al sentimento; nessun riferimento alla mondanità, la scena è caratterizzata dal trionfo dello spirito ellenico, peccato che va in onda su Raiuno, dettaglio non di poco conto! Mi sembra un’istallazione bella e buona; una manciata di secondi in cui rivive l’ideale dell’amore per la semplicità, per un’idea della semplicità di gusto neoclassico. Ad un primo livello di lettura emerge la citazione dell’intervallo, però a me sembra un’immagine molto più complessa. Sembra un dipinto di Giuseppe Bossi, a colpo d’occhio si isola la sua “versione primitivistica del davidismo” ;quelle pecore sembrano degli animali domestici: possibile? Manca la storia, l’odore delle pecore: questo non è un gregge!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *