Massimo Di Cataldo non ha picchiato Anna Laura Millacci: la perizia della Procura lo scagiona

By on gennaio 15, 2014

foto anna laura millacci massimo di cataldo primo pianoANNA LAURA MILLACCI PUBBLICA SCATTI DI VIOLENZA DI MASSIMO DI CATALDO. Aggiornamento sulla vicenda che lo scorso luglio aveva visto Anna Laura Millacci, ex compagna del cantante Massimo Di Cataldo pubblicare via social alcuni suoi scatti col viso tumefatto e le foto di un presunto feto abortivo, con le quali denunciava pubblicamente la responsabilità del compagno Massimo Di Cataldo, col quale è stata legata per ben 13 anni. Scatti che a detta di Anna Laura Millacci, quanto meno inizialmente, erano da lei stati postati con il solo scopo di dimostrare a parenti ed amici, quello che lei era costretta a subire, nulla più.

ANNA LAURA MILLACCI E MASSIMO DI CATALDO SI AFFIDANO ALLA LEGGE. Scatti che avevano scatenato sul web un vero e proprio caso, con tanto di effetto boomerang sui principali organi della stampa nazionale, tanto che sia Anna Laura Millacci che Massimo Di Cataldo, si sono trovati costretti ad affidarsi alla legge, l’una denunciando il cantante, a sua detta responsabile di una violenza inaudita nei suoi confronti, lui per far valere la sua dignità di uomo, come ha fatto sapere via social:

“Sto già prendendo provvedimenti legali per la grave accusa che ho subito. Ora il mio lavoro, seppur compromesso da questa imbarazzante vicenda, viene dopo, prima c’è la mia dignità di uomo. La verità verrà a galla”.

MASSIMO DI CATALDO E’ INNOCENTE. Una vicenda che vede finalmente oggi far luce sul caso, perchè la relazione dei consulenti della Procura solleverebbe il cantante Massimo Di Cataldo dalle accuse mossegli dalla ex compagna Anna Laura Millacci, come ha fatto sapere l’avvocato Daniele Bocciolini, legale di Massimo Di Cataldo, al Corriere della Sera:

“La relazione medico-legale redatta dai consulenti tecnici del pm Eugenio Albamonte smentisce le infamanti accuse rivolte al mio assistito. Secondo gli specialisti, non vi è alcuna prova documentale che la signora Millacci sia stata vittima delle riferite lesioni né tanto meno che il Di Cataldo sia responsabile dell’aborto, che avvenne, invece, in maniera spontanea”.

LA DIFESA CHIEDE L’ARCHIVIAZIONE DELLE INDAGINI. La difesa di Massimo Di Cataldo, chiede quindi l’archiviazione del caso, non essendo stati trovati elementi utili dai rilievi medico-legali richiesti dalla Procura di Roma, a sostegno delle accuse di percosse e maltrattamenti – che avrebbero procurato l’aborto – mosse da Anna Laura Millacci, verso l’ex compagno Massimo Di Cataldo. Una vicenda terribile giunta al suo epilogo, che ha visto oggi provare l’innocenza di Massimo Di Cataldo, del quale il legale ha detto:

“E’ stato esposto, in assenza di qualsivoglia elemento probatorio, e solo in ragione della sua popolarità, ad una gogna mediatica senza precedenti”.

LE PAROLE DI MASSIMO DI CATALDO. E proprio Massimo Di Cataldo, intervistato dal Corriere della Sera, ha fatto sentire la propria voce con una dichiarazione sentita, come dalle sue parole:

“Questo risultato conferma la buona fede con cui sostengo da sei mesi la mia innocenza. In un momento in cui si è parlato tanto di soprusi sulle donne faceva comodo un capro espiatorio. E quale mostro migliore di un uomo che da sempre canta canzoni d’amore avrebbe fatto più scalpore? Ho passato un periodo buio nel quale ho combattuto per non sprofondare nella depressione”.

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *