Max Cavallari denuncia il furto di una bicicletta: “Era un ricordo di Bruno”

By on gennaio 31, 2014
foto max cavallari e bruno arena insieme

text-align: center”>foto max cavallari e bruno arena insieme

DENUNCIA VIA WEB DI MAX CAVALLARI. Continua la lenta riabilitazione di Bruno Arena, colpito da aneurisma sul palco di Zelig poco più di un anno fa. Il suo collega e amico, Max Cavallari, non ha mai smesso di stargli vicino, andandolo a trovare nel centro in cui è ospitato praticamente ogni giorno. Un anno duro per il duo comico “I Fichi d’India”, che si sono trovati, improvvisamente, privi di uno dei soli due componenti del gruppo. La forza e la costanza di Bruno nell’affrontare le cure hanno colpito tutti i suoi fan, ai quali ha voluto dedicare una sorta di cartolina natalizia con un saluto e un sorriso speciali. A sostenerlo in ogni passo, oltre al figlio Gianluca, Max Cavallari, che spesso ha voluto rimarcare come alcuni personaggi del mondo dello spettacolo siano letteralmente spariti di fronte al dramma che ha colpito Bruno. Solo pochi giorni fa, Max si è ritrovato a denunciare il furto di una bicicletta da corsa che, a detta del comico, sarebbe un ricordo del collega e amico.

bruno-arena-fichi-d-india

IL WEB SI MOSTRA SOLIDALE A MAX. Domenica scorsa, arriva la denuncia del furto direttamente sulle pagine di Facebook. Max Cavallari utilizza la pagina web ufficiale del duo comico, le sue parole sono chiare:

Volevo ringraziare il ladro che mi ha rubato la bici da corsa, era un ricordo di Bruno. Attento amico, non cadere.

Fin da subito, i numerosi fan hanno mostrato la loro solidarietà a Max, che si sono lanciati in commenti poco lusinghieri, rivolti direttamente all’autore del furto. Un oggetto legato a un ricordo per Max, un ricordo delle passeggiate con Bruno, un ricordo di risate, scherzi e giornate trascorse insieme. Ecco come un oggetto superficiale può diventare una sorta di talismano che lega il tuo spirito a quello di chi ami… ed ecco come, l’averti privato di un oggetto tanto caro, può darti l’impressione che ti abbiano portato via il tuo amico. Ma ci saranno tante altre biciclette e tanti altri ricordi per Max. Tante giornate insieme a Bruno e tante strade da percorrere insieme. Perché se Bruno combatte come un gigante è anche merito tuo, Max, che non ti sei arreso a declinare I Fichi al singolare.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *