Ti lascio una canzone 7: il regolamento

By on gennaio 31, 2014
foto del logo di ti lascio una canzone

text-align: center”>foto del logo di ti lascio una canzone

TI LASCIO UNA CANZONE 7: IL REGOLAMENTO. Domani sera alle 21 partirà la settima edizione di Ti lascio una canzone. Il baby talent condotto da Antonella Clerici, farà un passo indietro rispetto alla scorsa stagione e proporrà al pubblico televisivo una sfida tra canzoni piuttosto che tra bambini. 30 gli interpreti di questa edizione, che hanno un’età compresa tra gli 8 e i 15 anni, e che saranno accompagnati nelle loro esibizioni da un’orchestra di trenta elementi diretta dal maestro e direttore artistico Leonardo De Amicis. Ad affiancare Antonella nella conduzione ci saranno, come nella scorsa edizione, Valerio e Beatrice piccoli valletti in erba. In ciascuna serata, saranno in gara tra le dieci e le dodici canzoni, di età e situazioni differenti. Nelle prime nove puntate i brani si sfideranno due alla volta, dando vita a cinque o sei duelli generazionali, tra passato e presente. A decidere la canzone che passerà al turno successivo sarà per il 50% il televoto del pubblico da casa, e per il restante 50% la giura del programma. Massimiliano Pani, Cecilia Gasdia, Pupo e Fabrizio Frizzi potranno esprimere un voto che va da 1 a 10 per ogni pezzo ascoltato.

foto-antonella-clerici-leonardo-de-amicis

TI LASCIO UNA CANZONE 7: IL REGOLAMENTO. Al termine di ogni serata sarà proclamata la canzone vincitrice assoluta. Le nove canzoni vincitrici di puntata accederanno alla finalissima. Ad esse si andrà ad aggiungere una decima canzone che sarà ripescata dalla giuria in studio, tra tutte quelle che hanno partecipato alla gara nelle nove puntate precedenti. Il 12 Aprile sarà eletta la Canzone delle canzoni. Ti lascio una canzone 7 non sarà solo una gara, ma in occasione dei 60 anni della Rai, si darà vita ad un vero e proprio varietà, con balletti, numeri di spettacolo e filmati di repertorio. Nel corso delle puntate torneranno sul palco dell’Auditorium del Foro italico in Roma, alcuni tra i migliori ragazzi della scorsa edizione, per rendere omaggio ad importanti artisti che hanno fatto la storia della musica, della televisione, del teatro o del cinema italiano.

QUALI ASCOLTI PER LA CLERICI? Nonostante Leone e la stessa Clerici abbiano sottolineato più volte, in conferenza stampa, di non temere per gli ascolti, ma di voler solo fare una trasmissione di qualità, domenica mattina saremo tutti molto attenti a scoprire chi avrà avuto la meglio. Canale5 o Rai1? Ti lascio una canzone si andrà a scontrare con il colosso di C’è posta per te, proprio come successo lo scorso anno, che parte con tre settimane di anticipo. La scorsa stagione il programma della De Filippi segnò una media di telespettatori pari a 4.665.000, per uno share del 22.84%. Poco meno fece la Clerici, che nella sesta edizione riuscì ad attestarsi a 4.399.000 spettatori, pari ad uno share del 19.81%. Riuscirà in questa edizione la regina dei fornelli di casa Rai, a battere la signora degli ascolti del sabato sera? Appuntamento per sabato, 1 Febbraio alle ore 21.10 su Rai1 per il debutto di Ti lascio una canzone 7.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *