Valerio Scanu contro le case discografiche: “Io usato e gettato dalle major”

By on gennaio 16, 2014

foto valerio scanuVALERIO SCANU ATTACCA LE MAJOR DISCOGRAFICHE. Novità da Valerio Scanu, l’ex allievo di “Amici”, la famosa scuola di canale 5, ove nel 2008, a soli 18 anni, si classificò secondo, dietro alla compagna Alessandra Amoroso, che oggi attacca le case discografiche. Un successo quello di Valerio Scanu che dopo il seguitissimo talent di Maria De Filippi non si è arrestato ma che ha visto Valerio Scanu vincere addirittura il Festival di Sanremo con il brano “Per tutte le volte che” scritto da Pierdavide Carone, venendo così risucchiato dal vortice mediatico del successo; ma oggi, pare che per il cantante Valerio Scanu, le cose vadano diversamente.

VALERIO SCANU ABBANDONATO DALLA SUA MAJOR, CONTINUA A FARE MUSICA. Come fa sapere infatti Valerio Scanu, il suo sito ufficiale, di proprietà della Emi, non è aggiornato dal lontano 2012, ma a dispetto di questo, l’ex allievo di “Amici” non vuole darsi per vinto e continua a fare musica. Ma non è tutto.

VALERIO SCANU PUBBLICA IL SUO PRIMO ALBUM AUTOPRODOTTO. Valerio Scanu infatti si è come si suol dire “rimboccato le maniche” ed il prossimo 28 gennaio, pubblicherà addirittura il suo primo album autoprodotto con la sua etichetta indipendente “NatyLoveYou”, come ha raccontato durante un’intervista rilasciata a “La Repubblica”:

“Sono stato usato e gettato via dalla mia casa discografica. Spero di farcela” ed ha spiegato “la passione è intatta ma non si poteva più continuare così: mai d’accordo sulle decisioni da prendere, nessun investimento serio su di me. Per l’ultimo disco con la Emi, io ero a Roma in sala di registrazione e loro negli uffici a Milano, salvo poi dirmi che l’album faceva schifo”.

VALERIO SCANU CONTRO LE MAJOR. Valerio Scanu nonostante abbia accusato pesantemente le major discografiche, tiene però a chiarire, che non si pone contro i talent, come dalle sue parole:

“Chiunque acquisti notorietà grazie a un talent show corre il rischio di essere usato e poi gettato via dalle major del disco. Ad ‘Amici’ questo rischio riguarda il 95 per cento dei casi” ed a riprova di questo, quanto alla sua personale esperienza, ha sottolineato di non aver mai ricevuto un aiuto dalla Emi “Anche il brano di Sanremo l’ho trovato da me, grazie alla mia amicizia con Pierdavide Carone. Loro preferirebbero sempre importi i loro brani perché possiedono le edizioni. L’unico modo per salvarsi, usciti vittoriosi da un talent, è farsi rappresentare da un manager, meglio se anche avvocato. Consiglio a tutti un talent per emergere ma se a 18 anni poi vinci e il tuo manager diventa la casa discografica, chi farà i tuoi interessi?”. “Nessuna casa discografica spinge due artisti insieme” e quanto al suo caso ha spiegato “e io alla Emi venni preferito a Martina Stavolo perché con il disco avevo venduto più di lei. Per tutto questo diventa fondamentale saper crescere artisticamente, durante e soprattutto dopo il talent. Il lavoro arriva dopo”.

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *