Braccialetti Rossi: il 16 febbraio, la quarta puntata. Le anticipazioni

By on febbraio 11, 2014
Foto Braccialetti Rossi protagonisti

text-align: center”>

CRIS TRA LEO E VALE, TONI CONFESSA IL SUO TERRIBILE PASSATO. Giro di boa per la fiction rivelazione di Rai Uno, Braccialetti Rossi. Domenica 9 febbraio è andata in onda la terza puntata della serie, con un nuovo successo di pubblico. Sono stati più di sei milioni i telespettatori, con picchi del 30% di share. Grande successo per l’ammiraglia di Viale Mazzini che, con una storia semplice e commovente, ha riportato il pubblico giovane alla tv generalista (come affermato dalla direttrice di Rai Fiction, Tinny Andreatta). La serie ispirata al format spagnolo continua a guadagnare terreno sulla corazzata Il Segreto, che comunque mantiene la sua indiscussa egemonia sul palinsesto del Biscione. Nella terza puntata, abbiamo assistito ai problemi di salute di Cris, sempre più provata e in conflitto con sua sorella Carola. La Ragazza, affranta per aver dovuto lasciare da solo Leo durante la chemio, continua a non tenere in corpo nemmeno un granello di cibo. A consolarla, il nostro Vice-Leader Vale, che l’accompagna alla prova del peso. Intanto, Davide trascorre una giornata fuori dall’ospedale, Tony ripercorre il suo doloroso passato e Vale affronta il primo giorno di riabilitazione dopo l’amputazione della gamba. Vediamo insieme cosa succederà domenica 16 febbraio nella prossima puntata di Braccialetti Rossi.

braccialetti-rossi-1

CHI SCEGLIERA’ CRIS? Nella scorsa puntata, abbiamo assistito al primo bacio tra Leo e Cris. La giovane ha infatti deciso di raggiungere l’amico nella fase finale della chemio e, su sua richiesta, decide di regalare un momento da ricordare al Leader, baciandolo. La sua indecisione, in realtà, è un po’ colpa di Leo che preferisce stare con gli amici al sole piuttosto che con lei. Nella puntata del 16 febbraio, Cris invertirà la rotta su Vale che, per la sua timidezza, non riuscirà appieno a dichiarare i suoi sentimenti all’amica. In ogni caso, Cris deciderà di baciare Vale, mandandoci ancora una volta in confusione. Brutte notizie per Davide che dovrà operarsi, ma riuscirà ad abbracciare per la prima volta il suo compagno di scuola Mirko, l’unico che gli è stato vicino dall’inizio della sua degenza in ospedale. Infine, Olga e Cris saranno costrette a separarsi, sebbene abbiano imparato molto l’una dall’altra, e porteranno sempre con sé qualcosa di speciale della loro amicizia.

WATANKA, IL PELLEROSSA GENTILUOMO. Sono passate due settimane dall’inizio della fiction e ancora ci chiediamo cosa significhi Watanka, il motto dei Braccialetti Rossi. Questa la storia di Watanka. Ventun anni fa, nel villaggio Sioux Oglala di Orso Grosso, nacque un bambino. Ben presto, il piccolo si distinse per la sua curiosità, guadagnandosi il nome di Vispo. All’età di quattordici anni, si dimostrò valoroso guerriero contro i temibili Pawnee e a sedici anni ebbe la sua prima visione. Un’aquila, dopo aver compiuto tre giri del villaggio, si posava sempre sulla sua spalla. Vispo decise allora di raccontare la sua visione all’uomo della medicina, che gli consigliò di tenere sempre una piuma d’aquila tra i capelli, per scacciare gli spiriti malvagi. Dato il suo valore come guerriero, Vispo venne chiamato Watanka: viaggiatore. Nella sua vita, Watanka si distinse per il suo carattere docile e accondiscendente, entrando in contatto più di una volta con i visi pallidi e apprezzandone i costumi. Nonostante i suoi contatti con i visi bianchi, Watanka mantenne sempre uno stile di vita sobrio, preferendo la spiritualità ai beni materiali. Quale connotazione assuma nella fiction, non è dato saperlo. Potremo immaginare che Watanka sia Leo, oppure che proprio lui utilizzi la parola Watanka nella sua accezione originale, ossia viaggiatore. I nostri Braccialetti sono allora tutti dei viaggiatori, protagonisti di passaggio della vita in ospedale, una parentesi, destinata a chiudersi molto presto nel migliore dei modi. O perlomeno, questo è quello che ci auguriamo.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *