Claudio Baglioni ospite alla seconda serata di Sanremo 2014

By on febbraio 20, 2014
Claudio Baglioni a Sanremo 2014

text-align: justify”>Claudio Baglioni a Sanremo 2014

FABIO FAZIO: “BAGLIONI È UN AMICO” – Fazio tiene a sottolineare che il rapporto che lo lega a Claudio Baglioni è di amicizia sincera, tanto da non annunciare in grande stile il cantante, ma andando a prenderlo direttamente dietro le quinte (segui la diretta della seconda serata qui). A Baglioni è bastato intonare le prime note di Questo piccolo grande amore per scatenare gli applausi del pubblico in sala. L’atmosfera è, a tratti, rarefatta, ma palpabile, e continua ad esserlo durante E tu. In un primo momento, sembra che il pubblico voglia timidamente esprimere il proprio apprezzamento (lo fa in ogni breve momento di silenzio), ma sia timoroso di perdere anche soltanto un frammento di nota del cantautore.

5 PEZZI PER 5 ATMOSFERE – Magistrali cambi di luce permettono di sottolineare i passaggi non soltanto tra le canzoni, ma tra le intenzioni dietro alle canzoni. Il terzo pezzo presentato è Strada facendo. Durante il ritornello, gli applausi non si contengono, per poi esplodere nella pausa tra la fine della terza canzone e l’attacco della quarta: Avrai. L’atmosfera torna ad puntare sui colori freddi (la fotografia vira al blu, poi al viola), come per E tu. In questo pezzo, la sala è rapita. L’ultimo pezzo del medley è Mille giorni di te e di me, più volte inframezzato dalla manifestazione dell’apprezzamento da parte dei presenti. A questo punto, è superlfuo dirlo: pubblico in visibilio (e in piedi) alla fine delle esibizioni.

baglioni-fazio-ultimo-valzer-1999

FAZIO RASSICURA: “NON È FINITA QUI!” – Baglioni, dopo i ringraziamenti di rito, si esprime in una lode per Fazio, perché “ce la sta mettendo tutta”. Per quanto riguarda Fazio, bellezza sembra la parola chiave del Festival: se, però, il monologo su di essa era stato interrotto, nella prima serata, dalla contestazione degli operai sulle balaustre, stasera Fazio riesce ad affermarla con maggior sicurezza. Baglioni sarebbe alla continua ricerca della bellezza, e sarebbe proprio questo uno degli ingredienti del suo successo. Segue, poi, una breve tirata (gnomica?) sui tempi che corrono, in Baglioni fa riferimento all’onestà, affrontando un parallelismo tra il tempo in cui gliene parlava suo padre e oggi: “L’onestà fa paura alla gente, perché è un peso […] Quando devi scegliere di esserlo, è davvero difficile”. Quindi, sarebbe necessario un investimento sul (e un incentivo al) valore del singolo invididuo.

IL TOUR DI BAGLIONI – Si sarebbe potuto pensare che la frase fosse fine a se stessa, e invece era finalizzata alla promozione del tour. Per sottolineare l’importanza di ciascun individuo e di quanto si possa costruire insieme, ogni sera, durante la tournée, Baglioni e il suo staff indosseranno un elmetto da muratori per testimoniare quanto sia importante progettare, perché “la musica è un’architettura senza edificio. Dopo la notizia della partenza del tour per il 27 febbraio, ospite e conduttore fanno la foto di rito al motto di Baglioni: “Diventiamo operai di questo cantiere” (anche se Fazio tiene a precisare “Con rispetto parlando”, visti i trascorsi della prima serata). Con voi è l’ultimo (nonché il nuovo) pezzo del cantautore, con cui si conclude l’ospitata, probabilmente un po’ frettolosamente, perché la Littizzetto, mentre già va in onda la sigla per la pubblicità, si chiede: “Ma dove va che scappa così?”.

Federico Moracci

About LaNostraTv Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *