Cotto e Mangiato, 4 febbraio 2014. La ricetta per la schiscetta: timballo di pasta riciclata

By on febbraio 4, 2014
tessa-gelisio-cuoca

text-align: center”>Cotto e Mangiato

COTTO E MANGIATO, LA RICETTA DEL 4 FEBBRAIO: TIMBALLO DI PASTA RICICLATA

Ti è avanzata della pasta e vuoi riciclarla preparando un piatto altrettanto gustoso? Segui i consigli di Tessa Gelisio per la realizzazione dello sfizioso timballo di pasta riciclata che oggi ha presentato nella cucina di Cotto e Mangiato, a Studio Aperto, su Italia 1. Una pietanza succulenta, ideale da consumare come piatto unico o da utilizzare per la schiscetta, pronta in circa 50 minuti al costo di soli 3-4 euro.

INGREDIENTI. 1 cipolla, olio extravergine d’oliva quanto basta, 1 scatoletta di polpa di pomodoro, burro vegetale, farina, latte di soia o di avena, sale, pasta riciclata e formaggio grattugiato (le dosi esatte degli ingredienti sono indicate nella procedura per la preparazione; nella gallery sottostante sono disponibili le foto che illustrano in ordine, passo dopo passo, tutti i passaggi della realizzazione di questo meraviglioso timballo).

Dopo il salto, la procedura per la preparazione.

COTTO E MANGIATO, la ricetta del 31 gennaio: risotto con carciofi e pancetta. Irresistibile! Clicca qui

01-pasta-riciclata

PREPARAZIONE. Rosolare in una pentola 1 cipolla tritata con un filo d’olio extravergine d’oliva, aggiungendo poi 1 scatoletta di polpa di pomodoro e salando il tutto prima di terminare la cottura. Nel frattempo preparare una besciamella vegana: sciogliere in un pentolino 100 grammi di burro vegetale, girando con la frusta a mano (Tessa utilizza burro di girasole biologico). Quando si sarà sciolto, aggiungere 100 grammi di farina mescolando energicamente. Unire successivamente (sempre mescolando) 600 millilitri di latte di soia o di avena e un pizzico di sale. Versare il sugo su 450 grammi di rigatoni (preparati in precedenza, anche il giorno prima) ed amalgamare con abbondante parmigiano grattugiato. Porre quindi la pasta sfoglia (senza grassi idrogenati) in una teglia foderata con carta da forno e versarci sopra la pasta. Schiacciarla per distribuirla bene e versarci poi sopra la besciamella. Coprire con un’altra sfoglia, sigillare bene i bordi e bucherellare la superficie con una forchetta. Scaldare il timballo in forno a 180 gradi fin quando non apparirà dorato. Timballo sfornato: cotto… e mangiato! 

COTTO E MANGIATO, la ricetta del 3 febbraio: lo strudel di verza. Buonissimo! Clicca qui

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *