Festival di Sanremo 2014: ecco gli ascolti della terza serata. Crollo dell’auditel rispetto al 2013

By on febbraio 21, 2014
Sanremo 2014

text-align: center”>

FESTIVAL DI SANREMO 2014, ECCO GLI ASCOLTI DELLA TERZA SERATA – Possiamo ufficialmente dirlo: questo è il Festival dei flop. La terza serata della kermesse condotta da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto è stata ancora più disastrosa della precedente in termini di ascolti. E, il programma di Rai Uno non ha più scusanti. Se Mercoledì 19 Febbraio la manifestazione canora si è scontrata con l’attesa e importante partita Milan-Atletico Madrid, che su Canale 5 si è portata a casa il 18% di share con 5 milioni 550 mila telespettatori, ieri 20 Febbraio con concorrenza quasi pari al nulla, la terza serata del Festival segna il risultato più basso da anni. Un dato veramente preoccupante che dovrebbe far riflettere vertici Rai e autori della kermesse. Sbagliati i conduttori? Oppure i contenuti? O, la poca importanza data alla musica a favore di sermoni degli ospiti e dei presentatori? Fatto sta che il Festival di Sanremo 2014 ha intrattenuto 7.673.000 (34,93%) come media ponderata e 8.936.000 (34,36%) nella prima parte e 4.017.000 (39,14%) nella seconda parte. L’anteprima di Pif ha ottenuto 6.130.000 telespettatori e il 21.52 % di share. 

fazio-littizzetto-sanremo-2014-spot

SANREMO 2014, LA TERZA SERATA CROLLA RISPETTO AL 2013 – Crollo inaspettato e gravissimo quello degli ascolti della terza serata della kermesse italiana più famosa al mondo. Senza concorrenza, la puntata con i 14 Big in gara e i Giovani fa peggio della seconda segnando il risultato più basso da anni. Sarà interessante vedere le giustificazioni che i due conduttori daranno in conferenza stampa oggi. Questa sessantaquattresima edizione del Festival è in netto calo rispetto al 2013. Lo scorso anno, la terza serata ebbe un ascolto di 11.497.000 spettatori (42,08% di share) nella prima parte e di 6.354.000 (46,91%) nella seconda con una media di 10.709.000 (42,5%). Dunque, la manifestazione canora ha perso circa 4 milioni di telespettatori rispetto al 2013 e questo dovrebbe far riflettere i vertici Rai, cercando di correre ai ripari per l’edizione del 2015. Sarebbe opportuno rivedere i meccanismi, non far presentare per due anni consecutivi agli stessi conduttori, invitare ospiti di maggior richiamo e meno da pubblico mainstream e sopratutto puntare sulle canzoni e di Big veri. Un altro motivo di questo crollo potrebbe essere la totale assenza di cantanti provenienti da Amici di Maria De Filippi. Che il pubblico più giovane abbia deciso di boicottare il Festival per questo? E poi, come non essere titubanti per questo continuo insistere sulle colonne della tv (Carrà, Kessler, Arbore) come se oggi non ci fosse spazio al nuovo? Veramente una scelta controcorrente che non sta premiando il Festival…

About Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28 Giugno 1988. Fin da bambino matura la passione per la scrittura e il mondo dell’arte. Dopo il Liceo Classico si iscrive alla facoltà di Letteratura musica e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma laureandosi nel 2011. Nel 2012 si iscrive alla magistrale di Cinema Televisione e Produzione Multimediale dell’università Roma 3 e nello stesso anno ha frequentato una scuola di recitazione. E’ autore di tre romanzi usciti con ilmiolibro.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *