Festival di Sanremo 2014: la conferenza stampa del 20 Febbraio in diretta su LaNostraTv.it

By on febbraio 20, 2014
foto di una bozza della scenografia di sanremo 2014

text-align: center”>foto di una bozza della scenografia di sanremo 2014

SANREMO 2014: CONFERENZA STAMPA DEL 20 FEBBRAIO IN DIRETTA. Alle ore 12 sarà trasmessa su Rai.tv, la conferenza stampa di presentazione della terza serata della 64? edizione del Festival della canzone italianaFabio Fazio e Luciana Littizzetto, con il direttore di Rai1 Giancarlo Leone, il capostruttura di Rai1 Claudio Fasulo, il sindaco di Sanremo e  il presidente del Casinò, racconteranno ai giornalisti presenti nel Roof del Teatro Ariston, le ultime indiscrezioni sulla terza serata di Sanremo 2014. Si commenteranno inoltre i bassi ascolti totalizzati nella seconda puntata, le polemiche che circondano il Festival  e tutto quello che è accaduto ieri sera sul palcoscenico del teatro Ariston. Noi de LaNostraTv.it seguiremo live la conferenza stampa. Stay tuned!

foto-fabio-fazio-conferenza-stampa-20-febbraio

DIRETTA TESTUALE:

Ore 12.20: Con un grande ritardo comincia la conferenza stampa della terza puntata.

Ore 12.21: Leone ricorda gli ascolti, in forte calo, della seconda puntata di Sanremo 2014. Leone: “Anche l’anno scorso la seconda puntata scese di 6% di share, mentre quest’anno si è scesi di 12%”. L’anno scorso non c’era però una partita di Champions League così forte, seguita in totale dal 25% del pubblico televisivo”. Leone ricorda che nel leggere i dati auditel bisogna tener presente del contesto televisivo, mette le mani avanti per prevenire eventuali polemiche.

Ore 12.26: Pagnoncelli ricorda che il voto del Televoto e quello della sala stampa coincidono in cinque casi su sette. Le due divergenze sono su Giuliano Palma e Renzo Rubino. Per quanto riguarda le Nuove Proposte: la Sala stampa ha votato Ziba, Diodato, Graziani e Bianca, mentre il televoto Diodato, Graziani, Ziba e Bianca.

Ore 12.28: Littizzetto è nella sala stampa Lucio Dalla.

Ore 12.30: Fazio: “Ieri sera uscendo da qui ho detto faremo 6 o 7 punti di share in meno. Ma non ho molti dubbi, appena è finita la partita il Festival è stato sempre al di sopra del 45%. Ripresentarsi lo stesso anno con la stessa coppia è una cosa già edita senza troppi colpi di scena”. Fazio inoltre rivendica la scelta del cast di cantanti, secondo lui molto contemporanei. “Il pop lo abbiamo messo in questo racconto frammentario dei 60 anni della tv. Quindi è chiaro che c’è quest’effetto nostalgia. Trovo che ieri siano avvenute alcune cose di cui sono e sarò orgoglioso a prescindere dagli ascolti. Credo che questa sera faremo ascolti maggiori”. Fazio si dice soddisfatto di aver portato all’Ariston: Franca Valeri, Claudio Baglioni, Ysuf Cat Stevens e Rufus Wainwright. Fazio ammette di essersi divertito molto e di aver rispettato la scaletta. Si dice sereno e contento di quello che è accaduto sul palco.

Ore 12.35: Leone: “Ieri sera lo spettacolo c’era e il ricordo dei 60 anni della Rai lo trovo molto bello”. Fazio ricorda la scelta delle canzoni caratterizzate da contemporaneità e qualità.

Ore 12.36: Ordine di uscita della serata: Rubino, Ferreri, Frankie, De Andrè, Gualazzi and Bloody Beetroots, Sarcina, Perturbazione, Renga, Sinigallia, Noemi, Ruggiero, Arisa e Palma.

Ore 12.38: Fazio ricorda che questa sera si aprirà con l’omaggio al maestro Claudio Abbado. Leone e Fazio non sono preoccupati per il calo d’ascolti, in quanto appena terminata la partita il pubblico è tornato a guardare Sanremo.

Ore 12.40: Fazio torna a parlare degli operai del debutto: “l’inquietudine che abbiamo percepito è più complessa. Quell’episodio ha cambiato l’umore della prima parte di Sanremo”. Sull’appesantimento della kermesse con i Presenter, Fazio sottolinea che questa sera non succederà più e si avrà la prima classifica parziale. 

Ore 12.44: Leone ricorda che il calo d’ascolti non ha portato perdite monetarie sugli spazi pubblicitari venduti.

Ore 12.45: Fazio: “avete definito azzardata la scelta del cast dei Big”. Fazio ringrazia inoltre Luciana Littizzetto per la sua bravura: “non riconosco un talento così grande in Italia in questo momento”.

Ore 12.50: Luciana Littizzetto sulla battuta del contrabbando napoletano: “quando si fanno battute si è politicamente scorretti. Se fossi corretta non farei ridere”. Luciana tranquillizza sottolineando che era solo una battuta: “se Dante avesse scritto adesso La divina commedia avrebbe avuto bisogno di molti avvocati”.

Ore 12.52: Leone e Fazio non fanno previsioni sugli ascolti della serata.

Ore 12.53: Littizzetto si dice soddisfatta di aver portato all’Ariston Franca Valeri. “Ieri sera c’era la bellezza dell’intelligenza della Valeri e la bellezza della bravura delle Kessler, oltre che dei tanti sportivi che sono intervenuti”. 

Ore 12.55: Fazio, imitando Renzi, dichiara che avrebbe piace che il prossimo anno votassero anche tutti i giornalisti della sala stampa Lucio Dalla. Fazio: “le canzoni che sono arrivate in gara hanno questo mood romantico. L’intimismo è la caratteristica che le lega. Con Palma mi sono molto divertio, Frankie ha una bellissima canzone”. Fazio si dice inoltre fiero dei giovani che secondo lui hanno delle buonissime canzoni. Littizzetto ricorda che non fa parte della commissione artistica che sceglie le canzoni.

Ore 13.00: Littizzetto: “sono stanca come se avessi asciugato il mare con il mocio Vileda. Stasera e domani farò delle cose carine. Ma poi lascerò fare anche ai miei colleghi Brignano e Crozza”. La Littizzetto dice che ieri sera hanno fatto una bella puntata, molto leggera e minimizza  il calo d’ascolti.

Ore 13.01: Littizzetto ricorda che questa sera farà un monologo. Fazio: “Damien Rice, Paolo Nutini e Stromae nelle prossime puntate. Rufus è eccelso e Cut Stevens è una leggenda”. Littizzetto: “l’anno scorso c’era Albano e Toto Cotugno”. Fazio: “la scelta degli ospiti è azzardata o eccessivamente raffinata”.

Ore 13.04: Leone annuncia la morte di Gianni Borgna.

Ore 13.04: Leone torna sugli ascolti: 65% donne e 35% uomini. C’è stato un incremento della percentuale del pubblico femminile. 25% pubblico 8-25 anni, 33% ragazze dagli 8 ai 25 anni. Subito dopo la partita l’ascolto è salito tra il 40 e il 45% di share, prima era al 35%. Per quanto riguarda il web ieri sera ci sono state circa 5 milioni di pagine viste, il doppio di quelle della prima serata.

Ore 13.07: Leone: “la tecnica della vendita degli spazi pubblicitari di Sanremo è diversa dal solito. Non ci saranno sconti nonostante il calo”.

Ore 13.10: Fazio interrogato sulle troppe interruzioni pubblicitarie: “non si può non farle, altrimenti Sanremo costerebbe troppo”. Leone: “i blocchi pubblicitari sono quelli da qualche anno, non è aumentata”.

Ore 13.11: Fazio continua a minimizzare sul calo d’ascolti, attribuendo la colpa alla partita in chiaro di Champions. Fazio: “non ne posso più di essere definito buonista. Mi sono rotto le palle”. Fazio lascia uno spiraglio aperto per Sanremo 2015.

Ore 13.16: Leone “Troverei bizzarro e grave se La vita in diretta o altri programmi Rai avessero ospitato i due operai”. Inoltre ricorda che la Rai non ha pagato alberghi agli operai. Leone specifica che subito dopo l’accaduto, alle 22.15 della stessa sera, ha mandato un sms ai vari responsabili delle trasmissioni Rai, che dice:  “ricordo a tutti di non usare in alcun modo i due dimostranti nei nostri programmi. Mi raccomando. Tanto meno di pagargli neppure un cornetto”. Un direttore di rete non deve pensare solo a Sanremo ma a tutti i programmi. Leone: “non solo non sono venuti nei programmi rai, ma nessuno della rai si è sognato di pagare alberghi agli operai”.

Ore 13.21: Leone ribadisce che non restituiranno soldi agli sponsor.

Ore 13.22: Fazio non sa chi andrà all’Euro Song Contest.

Ore 13.23: Leone: “ogni anno c’è un’erosione degli ascolti tra il 2/3% della tv generalista a favore di quella tematica. L’effetto sarà sempre di più di una crescita delle altre offerte e di una resistenza della generalista a non subire passivamente questa crescita”.

Ore 13.26: Fazio: “Non abbiamo fatto scelte secondo i talent, ma secondo le canzoni che abbiamo ascoltato”. Fazio invita a fare resoconti sugli ascolti alla fine delle cinque serate.

Ore 13.27: Fazio sui giovani dopo mezzanotte: “Mi piacerebbe se non ci fosse più neppure la separazione tra Big e Giovani. Qualcuno deve cantare dopo mezzanotte”. 

Ore 13.29: Fine conferenza stampa.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *