I tutorial di Detto Fatto: rinnovare i muri con la tecnica del patchwork e i consigli di Santos

By on febbraio 11, 2014
patchwork-pareti-tutorial-detto-fatto

text-align: justify”>

tutorial detto fatto rai 2 santos rinnovare pareti

I TUTORIAL DI DETTO FATTO: RINNOVARE I MURI DI CASA CON LA TECNICA DEL PATCHWORK – Se le solite tinte dei muri cominciano a stufare, ed in giro trovare una carta da parati adatta alla nostra stanza si è rivelata una vera e propria impresa, l’uomo tutto fare di casa Detto Fatto ci viene in soccorso con una validissima idea low cost molto creativa e dall’effetto originale. Nella puntata di questo pomeriggio, Santos ha suggerito un semplicissimo escamotage per rinnovare una parete senza sforzo, avvalendosi soltanto di un pannello, di alcuni ritagli di stoffa (magari anche di recupero), qualche goccia di colla a caldo e di un paio di spilli per fissare il tutto. Questa tecnica è conosciuta con il nome di Patchwork, ecco tutti i passaggi per realizzare i particolare pannelli decorativi per pareti.

I tutorial di Detto Fatto – Pulizia dell’auto e deodoranti fai da te con i consigli di Titty e Flavia: CLICCA QUI

a-patchwork-pareti-occorrente

Nella Gallery alcuni esempi di Patchwork per pareti

TECNICA DEL PATCHWORK, OCCORRENTE – Prima di vedere i passaggi utili a realizzare i nostri pannelli decorativi per i muri, assicuriamoci di avere a portata di mano tutto l’occorrente necessario. Innanzitutto, procuriamoci dei pannelli di depafit, facilmente reperibili in qualsiasi negozio di bricolage; questi sono da preferire ai pannelli di compensato soprattutto se abbiamo intenzione di applicarli in stanze soggette ad umidità. Scegliamo poi i nostri ritagli di tessuto, vanno bene di qualsiasi genere, magari anche di riciclo, e prendiamo poi un pennarello, un comune taglierino (o cutter), un paio di forbici, pinzatrice e un metro. Ora possiamo procedere con la realizzazione dei pannelli.

TECNICA DEL PATCHWORK, REALIZZAZIONE – Innanzitutto dividiamo il nostro pezzo di depafit in tre o più parti a seconda della dimensione che vogliamo dare ai singoli riquadri, assicurandoci di dargli forma quadrata. Per farlo, misuriamo con il metro e disegniamo con il pennarello la sagoma dei quadrati sul depafit, e, avvalendoci del taglierino, ritagliamoli. Fatto questo, ritagliamo quadrati di stoffa dando dimensione leggermente più grande dei riquadri appena fatti, e stendiamoli sul piano di lavoro. Ora, poggiamo sul ritaglio di stoffa il pezzo di depafit e, sul retro, applichiamo gli angoli sporgenti di stoffa con la pinzatrice; mentre lo facciamo, assicuriamoci di tendere bene la stoffa per evitare grinze sul davanti. Ripetiamo la stessa operazione anche con gli altri riquadri. Per posarli sulla parete, basta semplicemente mettere sul retro una goccia di colla a caldo per ogni angolo, e nell’applicarli partiamo dal basso della parete per assicurarci che siano lineari.

Per tutti gli altri tutorial di Detto Fatto continuate a seguirci su LaNostraTv.it!

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *