Il tredicesimo apostolo 2 – La rivelazione, il riassunto della quinta puntata

By on febbraio 18, 2014
foto serie tv il tredicesimo apostolo 2 la rivelazione

text-align: center”>foto serie tv il tredicesimo apostolo 2 la rivelazione

IL TREDICESIMO APOSTOLO 2 – LA RIVELAZIONE – Siamo quasi alla fine. Manca soltanto una puntata per scoprire quello che sarà il destino di Gabriel e il grande segreto che riguarda la sua vita, anche se il tutto sarà rivelato quasi sicuramente nella terza e ultima stagione del programma (sempre se si farà). Ci sarà anche da capire come si evolverà il rapporto tra il gesuita e Claudia. La serie tv diretta da Alexis Sweet e ideata da Pietro Valsecchi è andata in onda ieri sera su Canale 5 con la sua penultima puntata, raccogliendo 3.346.000 telespettatori e uno share del 13,76% e venendo ancora battuta da Rai Uno con i 6 milioni di telespettatori del film tv La mia bella famiglia italiana. Nel cast Claudio Gioè (Padre Gabriel Antinori)Claudia Pandolfi (Claudia Munari)Stefano Pesce (Padre Isaia Morganti)Tommaso Ragno (Bonifacio Serventi)Federico Tolardi (Stefano Fabbri)Yorgo Voyagis (Padre Alonso)Miriam Giovannelli (Rebecca Rosini) e Pierluigi Misasi (Padre Vargas).

IL TREDICESIMO APOSTOLO 2 – LA RIVELAZIONE: Ecco quello che è successo nella quinta e penultima puntata, sempre suddivisa in due episodi (quiqui, qui e qui il riassunto della prima, seconda, terza e quarta):

foto-1-il-tredicesimo-apostolo

IL TREDICESIMO APOSTOLO 2 – LA RIVELAZIONE – L’uomo nero: Padre Gabriel avvisa padre Isaia circa la sua decisione di lasciare la Chiesa. Claudia è felice di poter stare con lui, ma ha dei dubbi legati ai tormenti dell’ex prete e al suo passato. La psicologa riceve la visita di una vecchia amica, Francesca, un’avvocatessa che ha degli strani incubi legati a un uomo nero che vuole farle del male. La donna è preoccupata perché si è ritrovata un brutto segno sulla spalla. Serventi deve dare ragione a Rebecca: Gabriel si è allontanato dalla Chiesa dopo aver scoperto la cripta e ora è in pericolo di vita. Intanto un collega di Francesca che le ha soffiato un incarico ha un infarto nell’esatto momento in cui lei sogna dell’uomo nero. Decide quindi di parlarne con Claudia: la donna racconta di avere avuto una madre terribile e punitiva che la rinchiudeva spesso in un capanno al buio. Più tardi anche Claudia, a casa, sogna l’uomo nero e quando si risveglia si ritrova un livido sul polso. A quel punto arriva Gabriel che le conferma di voler stare con lei. Dopo aver passato la notte insieme la psicologa parla dei problemi di Francesca all’ex sacerdote, che sembra inquieto. Il giorno dopo l’avvocatessa decide di interrompere la terapia perché ha paura che i suoi incubi possano colpire altre persone, ma Claudia si reca a casa sua e scopre che la madre è ancora viva. Francesca manda via malamente Claudia, la quale decide di fare visita ai genitori dell’amica. Franco, il padre, racconta che sua moglie aveva un carattere difficile e che si è ammalata dopo un incidente, cambiando personalità. Mentre sta andando via, però, Claudia scorge la donna, che comincia a gridare contro un presunto fantasma. Quando esce dalla casa si imbatte in una bambina che la conduce al capanno. Altri non è che Francesca da piccola, terrorizzata da qualcuno. Improvvisamente, mentre la Francesca adulta è al parco con la figlia e si addormenta, nel capanno appare l’uomo nero e Claudia resta ferita. Poco dopo viene ritrovata dal padre dell’avvocatessa in stato di incoscienza, dal quale non riesce a riprendersi. Gabriel accorre ad aiutarla, ma Claudia non si sveglia. Nel sonno ha una visione della madre dell’amica che viene spinta giù dalla scale dall’uomo nero e capisce qual è il trauma della donna: visto i continui maltrattamenti Francesca da piccola ha spinto sua madre e ha creato l’uomo nero a cui scaricare tutta la colpa. L’avvocatessa, dopo l’ennesima lite, spaventa suo marito “ricreando” l’uomo nero, ma è tardi perché l’uomo è morto. Gabriel usa il suo potere per andarlo a riprendere e stavolta riesce nell’intento. Francesca ritrova la sua serenità anche grazie al percorso terapeutico con Claudia. Padre Vargas e padre Isaia trovano l’accordo: il capo della congregazione vuole vederci chiaro per proteggere la Chiesa, ma vorrebbe tenere fuori Gabriel.

IL TREDICESIMO APOSTOLO 2 – LA RIVELAZIONE – Il pianto del demonio: Durante una visita alle catacombe, due donne – Sonia, una medium, e Miriam – seguono la voce di un bambino. Potrebbe essere quella del figlio morto della più giovane, ma le due vengono portate fuori dal parroco di guardia, padre Morris. La medium si rivolge a Gabriel raccontando del loro incontro con la ragazza durante una cena. Sonia ha sentito qualcosa di negativo ed è convinta che il neonato sia legato a Satana. Miriam è molto inquieta e a nulla serve la vicinanza di suo marito Walter Castro, un imprenditore. Intanto anche padre Morris sente le voci del neonato nei sotterranei, ma viene trovato morto. Miriam si rivolge a Gabriel per scoprire cosa è accaduto e cominciano così le indagini. Padre Isaia però invita l’ex sacerdote a lasciare che del caso si occupi la congregazione, ma l’uomo vuole vederci chiaro. Miriam racconta a Claudia di essere certa che suo figlio è vivo e che ha una strana sensazione, quella che suo marito e la sua famiglia le nascondano qualcosa. Più tardi la psicologa e Gabriel si recano alle catacombe e anche stavolta si sentono i vagiti di un bambino. Ma quello che scoprono è una crepa nel muro attraverso la quale il vento crea degli strani rumori. Un uomo, però, li osserva. Miriam non sembra convinta di questa versione dei fatti, e rivela di aver concepito il bambino proprio in quella grotta. In seguito scopre in un libro un albero genealogico della famiglia del marito, nella quale si legge che tutti gli Angelo della famiglia sono morti a un anno. Padre Alonso e padre Isaia continuano le ricerche sugli ordini che hanno combattuto Serventi, ma ancora c’è molto da fare. Rebecca, invece, intraprende una relazione con Jacopo, aiutante di suo padre Bonifacio: la ragazza ha molti dubbi sulle azioni di Serventi ed è convinta che ci sia un’altra soluzione per il destino di Gabriel. Miriam chiama Claudia per raccontarle quello che ha scoperto, ma ha un brutto incidente e resta ferita. In ospedale non ritrova più l’albero genealogico che poi si scopre essere stato sottratto proprio da Walter che lo consegna a suo padre. Padre Vargas mostra a Isaia il segreto sul quale si fonda l’esistenza della Chiesa, qualcosa contenuto in uno scrigno che ha un enorme potere. Sonia, la medium, viene arrestata per truffa, ma Gabriel si fa aiutare da Rebecca e Stefano per continuare le sue ricerche sul caso. Il simbolo di un albero nero si lega al disegno lasciato da padre Morris: l’ex sacerdote scopre che sulla cartina ufficiale delle visite delle catacombe manca il passaggio che collega alla casa della famiglia Castro. Gabriel e Claudia entrano di notte nei sotterranei e attraverso la crepa vedono un corridoio illuminato da numerose candele. Stefano scopre che la famiglia ha a che fare con una setta satanista di origine tedesca. Tutti i bambini uccisi a un anno potrebbero essere vittime di un rito di reincarnazione. Claudia avverte Miriam della scoperta, ma la ragazza è completamente stordita. Decide quindi di portarla via dall’ospedale. Gabriel va dai Castro e li trova intenti nel rito sacrificale. Mentre sta per essere cacciato via intervengono Claudia e padre Isaia, che hanno chiamato la polizia. Angelo viene restituito a Miriam: i Castro tentano di convincerla a lasciare il figlio, ma la donna li allontana per sempre, mentre la polizia li porta via. Padre Alonso scopre la sede di un ordine che potrebbe essere collegato con i nemici di Serventi e lo rivela a Gabriel, ma il gesuita ha deciso si restarne fuori. Padre Isaia anche è al corrente della cosa, ma vuole fermare tutto e chiede l’aiuto di Vargas. Alonso viene ferito a morte e le sue carte trafugate. Rebecca avverte Gabriel che accorre dall’amico, il quale riesce a rivelargli il luogo ove cercare. Egli vi si reca assieme a Isaia, che tenta di sminuire la cosa, ma è costretto ad assecondare le intuizioni dell’ex sacerdote. Scoperta una tomba, viene rinvenuto uno scrigno con dei documenti che parlano di Serventi e del Candelaio a partire dal ‘700. Padre Isaia afferra una pietra e sta per colpire Gabriel, poi ci ripensa. Viene a sapere da Vargas che quei documenti non erano conosciuti dal suo gruppo e che non poteva evitare di farli scoprire a Gabriel. Isaia intuisce che Rebecca, la quale ha aiutato Alonso nelle ricerche, è coinvolta. Vargas avverte il capo della congregazione: “Lo scontro finale è appena iniziato”. Claudia è alla ricerca di Gabriel e chiede aiuto a Rebecca, che le spiega cosa è successo. La ragazza porta la psicologa a casa sua, dove ad aspettarla ci sono Jacopo e Serventi.

IL TREDICESIMO APOSTOLO 2 – LA RIVELAZIONE: la sesta e ultima puntata andrà in onda lunedì 24 febbraio alle 21,10 su Canale 5.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *