Littizzetto: “Io e Fazio troppo presenti. Mancava l’effetto novità”

By on febbraio 23, 2014
foto di luciana littizzetto a sanremo 2014

text-align: center”>foto di luciana littizzetto a sanremo 2014

LUCIANA LITTIZZETTO: QUALI SONO LE MOTIVAZIONI DEL FLOP DI SANREMO? Terminata la kermesse, con la proclamazione dei vincitori: Rocco Hunt per le Nuove Proposte e Arisa per i Big, è tempo di bilanci per Fazio e la Littizzetto. Cosa non ha funzionato in questa edizione di Sanremo? Secondo Luciana, conduttrice per il secondo anno consecutivo: Quello che è successo la prima puntata ha inquietato lo show, una festa che parte così è già stonata. Per me le cose hanno funzionato: ho giocato con la Carrà, le gemelle Kessler, è stato un onore avere Franca Valeri. Silvan mi ha fatto fare le prove per ore, ho un principio di pubalgia. Pensavo solo: “Ora gli rovino la carriera”. Ma forse oltre alla celebrazione dei 60 anni di tv avremmo dovuto bilanciare la nostalgia con la novità. Quando ho visto la potenza del flashmob ho capito. Ma queste cose richiedono un grosso lavoro e un certo dispendio”.

foto-fabio-fazio-luciana-littizzetto-franca-valeri-sanremo-2014

SANREMO 2014: FAZIO E LA LITTIZZETTO TROPPO PRESENTI? Riproporre la stessa formula dello scorso anno non ha funzionato, in quanto è mancato l’effetto sorpresa. Fazio e la Littizzetto hanno giocato a rifare Sandra e Raimondo: “Siamo molto presenti: negli speciali, a Che tempo che fa, per due anni a Sanremo. È difficile stupire, essere un po’ meno presenti non guasta. Non come Mina, ma insomma… Poi è come se dovessi provare continuamente che sei bravo, non ti puoi rilassare mai”. Fabio e Lucianina, per la gioia dei vari detrattori di questa edizione festivaliera, torneranno già questa sera ad intrattenere i telespettatori di Rai3 a Che tempo che fa.

LITTIZZETTO: “FAZIO E’ TRANQUILLO”. Tra le cause di questo flop di ascolti, Luciana torna a parlare di rabbia sociale: “L’anno scorso c’era più gioia, è un momento di malessere fortissimo. Qualsiasi categoria tiri in ballo si offende”;  oltre che di gara dei big, che secondo la comica: “è stata meno bella”. Nonostante i bassi risultati d’ascolto, la Littizzetto confessa che Fazio è tranquillo: ha lavorato tanto, ha fatto esattamente quello che voleva. Per lui la bellezza era questo, poi, certo, non è uguale per tutti. Ma mi creda, stare sul palco 4 ore e mezza è difficile, è una trasmissione molto grande, con un pubblico sterminato: come accontenti tutti? Mia madre per prima cosa mi ha detto: “Luciana, ma sono spariti i fiori dal palco?”. Finalmente qualcuno che ammette il sonoro flop di Sanremo 2014, a differenza di Leone e Fazio che continuano a  fingere tranquillità per questo forte calo.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *