Novità da marzo nel palinsesto di La7

By on febbraio 15, 2014
Logo di La7

text-align: center”>La7 cambia palinsesto da marzo

LE CONFERME DEL PALINSESTO – Cambiamenti in vista per la rete recentemente acquistata dal Gruppo Cairo Communication: sei dirette in prima serata ogni settimana sono soltanto uno degli ingredienti del nuovo palinsesto. A partire dalle conferme per Piazzapulita con Corrado Formigli il lunedì, Linea Gialla con Salvo Sottile il martedì e Servizio Pubblico con Michele Santoro il giovedì, sono state annunciate alcune importanti modifiche di palinsesto che lasciano scoperto (a livello di diretta) soltanto il prime time del sabato.

 LE CONFERME NEL DAYTIME – Nonostante alcune incertezze, annunci e false partenze in merito al daytime (si pensi a La settima onda, con la conduzione dell’ex-padrona di casa di Forum, Rita dalla Chiesa, di cui, però, non si è fatto niente), numerose sono le conferme nel palinsesto della rete di Urbano Cairo, a partire dalla fascia mattutina fino ad arrivare all’access prime time. Confermatissimi, infatti, risultano essere Omnibus (con Alessandra Sardoni e Andrea Pancani), Coffee Break (con Tiziana Panella), L’aria che tira (con Myrta Merlino), oltre alla tredicesima stagione di Otto e Mezzo (la sesta consecutiva per Lilli Gruber) e al Tg La7 di Enrico Mentana.

crozza-nel-paese-delle-meraviglie

CAMBIAMENTI IN PRIME-TIME – A fronte di un anno particolarmente fruttuoso a livello di raccolta pubblicitaria, Cairo ha dichiarato di voler ampliare l’offerta della rete, facendo slittare Le Invasioni Barbariche di Daria Bignardi dal venerdì (che sarà poi occupato da Crozza nel Paese delle Meraviglie) al mercoledì, e Gianluigi Paragone con La Gabbia dal mercoledì alla domenica sera. Il venerdì, dopo il one-man show di Crozza (della durata di 70 minuti), poi, sarà il turno del direttore Mentana con il programma di approfondimento settimanale (e satira) Bersaglio Mobile.

 E VISSERO FELICI E (S)CONTENTI – Per constatare se effettivamente i cambiamenti di palinsesto risulteranno vincenti in una rete la cui identità sembra vertere sempre più verso la tendenza all-news, basterà aspettare il mese di marzo. Questi cambiamenti di palinsesto hanno (almeno all’apparenza) tutta l’aria di essere una promozione per le produzioni di casa La7. L’unico problema sarà la presenza troppo ravvicinata di talk-show politici la domenica e il lunedì: Formigli, a quanto pare, non ne sarebbe affatto entusiasta. Peccare di ridondanza può essere, però, uno dei problemi di una rete che punta alla proposizione di generi piuttosto affini tra loro.

Federico Moracci

About LaNostraTv Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *