Pif a Sanremo 2014: terza puntata deludente. Agus riesce ad entrare all’Ariston dopo 24 anni

By on febbraio 21, 2014
foto di pif a sanremo e sanromolo

text-align: center”>foto di pif a sanremo e sanromolo

PREFESTIVAL DI PIF: LA CAUSA AGUS. Anche ieri sera, come tradizione vuole, l’appuntamento della terza serata del Festival della Canzone italiana è stato anticipato dal PreFestival: Sanremo e SanRomolo. L’ex iena Pif, con il suo fare divertente ed ironico, ha proposto al pubblico tradizionale di Rai1, un video da lui girato e montato nel quale è tornato a perorare la causa Agus, cominciata il giorno prima. Ricapitolando: Gianfranco Agus, storico inviato a Sanremo de La vita in diretta, non è mai riuscito ad entrare all’Ariston, nonostante i 24 anni di onorata carriera, così Pif vorrebbe aiutarlo a realizzare il suo sogno. Pierfrancesco Diliberto, questo il suo vero nome,  chiede aiuto a  Fazio, che risponde: ”non l’hanno mai fatto entrare? Ci sarà un motivo però”. Non soddisfatto della risposta del buon Fabio, Pif si rivolge al direttore di Rai1 Leone che replica: “perché interrompere questa tradizione?”, ma poi cambia idea e decide di regalare un biglietto ad Agus. L’inviato de La vita  in diretta, ha un posto in prima fila, e quando Pif glielo consegna, con un velo di emozione lo ringrazia dicendo: “Pif non mi è mai successo nella vita. Vale più dei Telegatti e più dei premi tv”.

foto-agus-teatro-ariston

PREFESTIVAL DI PIF: IL PROPRIETARIO DEL TEATRO ARISTON. Nella seconda parte di Sanremo & Sanromolo, Pif presenta al pubblico il proprietario del teatro Ariston, che racconta come sia nato questo connubio tra Sanremo e il suo teatro:  “è stato un colpo di fulmine, dovuto al fatto che la sala del casinò fu inagibile e quindi c’era bisogno di un’altra struttura a pochi giorni dall’inizio del Festival, che fu spostato qui all’Ariston. Dal 1951 al 1976 il Festival è stato realizzato al teatro del casinò di Sanremo”. Pif chiede inoltre i prezzi per guardare Sanremo dal vivo, che vanno dai 600 euro in galleria, agli oltre 1200 per la platea, per le cinque serate complessive. Il proprietario inoltre sottolinea il forte connubio che c’è stato e c’è tra Sanremo e la politica: “La politica è tutto, perché i testi delle canzoni e le scenografie sono una speranza per quello che deve essere il futuro”.

PREFESTIVAL DI PIF: I FIGURANTI E GLI SPETTATORI DI SANREMO. Nell’ultima parte del suo video, Pif ci fa prima conoscere i figuranti, coloro che prendono il posto degli spettatori delle prime dieci file, quando vanno in bagno o decidono di lasciare il teatro. Il regista, all’ingresso del Teatro Ariston, si ferma ad interrogare alcuni spettatori mentre stanno per entrare a guardare Sanremo. La prima vittima di Pif è una signora di Palermo, con la sua lunga pelliccia, che ha speso 670 per le 5 serate.  Si dice una fan del Festival, ma non ricorda chi ha vinto nel 2007. Successivamente Pif incontra un ginecologo, con tanto di pelliccia di ermellino, che ammette: “io quando sento la musica dal vivo, non è come sentirla per radio o per tv, mi vengono tutti i brividi come la Oxa, tutti i brividi del mondo”. Lui, a differenza della signora palermitana, è molto più preparato sui vincitori. Infine Pif  parla con una coppia che va a Sanremo da 15 anni perché, come sottolinea la moglie: “è troppo bello ed è una festa per noi”. Il marito sembra meno convinto.

PREFESTIVAL DI PIF: AGUS ENTRA ALL’ARISTON. In chiusura Pif accompagna un emozionato Agus all’Ariston e lo invita a salutare il direttore generale Luigi Gubitosi, che non sa neppure chi sia. Nella pausa pubblicitaria Gianfranco va in bagno e il figurante prende il suo posto per un lungo lasso di tempo. In definitiva la terza puntata di Sanremo e SanRomolo è stata inferiore rispetto a quella precedente. Riproporre la storia di Agus, senza nessun riferimento al dietro le quinte, ha reso il video di Pif abbastanza ripetitivo.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *