Rufus Wainwright ospite a Sanremo 2014: era il caso di gridare allo scandalo?

By on febbraio 20, 2014
Rufus Wainwright a Sanremo 2014

text-align: center”>Rufus Wainwright a Sanremo 2014

LE POLEMICHE SU “GAY MESSIAH” – Stando a quanto dichiarato da Wainwright nell’ultimo numero di Vanity Fair, la canzone Gay Messiah, che tanto aveva fatto infuriare molti cattolici italiani (Papaboys in testa), non sarebbe riferita a Gesù, ma sarebbe la metafora di un mondo in cui omosessuali ed eterosessuali possano godere degli stessi diritti, il che, a giudicare dall’allarmismo tutto made in Italy, sembra una condizione ben distante dalla realtà. “Sono sopreso” ha dichiarato l’artista, in particolar modo alla luce della richiesta fatta alla Rai dai Papaboys di cancellare l’ospitata. Alcuni ultra-cattolici avrebbero accusato Wainwright di essere satanista e, addirittura, Fazio e Littizzetto “burattini nelle mani di Satana” (fonte Huffington Post). Inoltre, da parte dei credenti (ferventi) più spaventati dall’eventualità di una tale ospitata, sarebbero state organizzate veglie di preghiera in contemporanea alla seconda serata di Sanremo.

cattolici-insorgono-contro-wainwright

LE ESIBIZIONI E L’INTERVISTA A WAINWRIGHT – Manca un minuto alla mezzanotte quando il cantante canadese sale sul palco dell’Ariston, cantando Cigarettes and chocolate milk, talora (di rado) tradito dall’emozione, tanto che gli cede un paio di volte la tenuta del fiato. Durante l’intervista, poi, l’artista afferma di apprezzare molto l’opera, soprattutto grazie a Giuseppe Verdi. Incalzato da Fazio, Wainwright afferma di non amare il giudizio sulla (e della) gente, rifà coming-out anche sul palco dell’Ariston, come a testimoniare la necessità dell’inclusività dell’altro” e, probabilmente, anche per sedare, senza alcun intento polemico, la piccola bagarre degli ultimi giorni. Anche Fazio prende una (parziale) posizione pubblica, denunciando il fatto che in alcuni Paesi essere gay sia addirittura un reato. Tornando alla musica, il secondo pezzo cantato da Wainwright è Across the universe, congedato poi dagli applausi generali (qui la diretta della seconda serata del Festival).

Federico Moracci

About LaNostraTv Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *