Servizio pubblico lancia il terzo Premio Generazione Reporter per videomaker emergenti: come partecipare

By on febbraio 27, 2014
Servizio Pubblico - Premio Generazione Reporter

text-align: center”>Servizio Pubblico - Premio Generazione Reporter

SERVIZIO PUBBLICO, PREMIO GENERAZIONE REPORTER 2014 – Per il terzo anno consecutivo Michele Santoro e l’Associazione Servizio Pubblico lanciano il premio per videoreporter emergenti Generazione Reporter. Come per le precedenti edizioni, lo scopo del concorso è scovare talenti che sappiano raccontare storie attraverso reportage video, un modo per premiare giovani emergenti nell’ambito del sempre più bistrattato giornalismo di inchiesta. Per i videomaker che partecipano al concorso c’è in palio quest’anno un contratto di lavoro con la redazione di Servizio Pubblico per 6 mesi, oltre alla pubblicazione del video sui siti serviziopubblico.it e ilfattoquotidiano.it (la società Zero Studios che produce il programma di Michele Santoro è tra gli editori del Fatto Quotidiano).

GENERAZIONE REPORTER: COME PARTECIPARE – Possono partecipare al concorso giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, compilando il modulo di iscrizione presente sul sito di Servizio pubblico e inviando alla redazione un un reportage realizzato esclusivamente da loro: il video dovrà avere la durata massima di 7 minuti (sono ammessi anche estratti da reportage di durata maggiore) e potrà essere a tema libero, purchè racconti un aspetto della realtà che sia di pubblico interesse. I video dovranno essere spediti su supporto DVD presso la redazione di Servizio Pubblico (Circonvallazione Clodia 76/a – 00195 – Roma) entro il 31 marzo 2014.

michele-santoro-servizio-pubblico

GENERAZIONE REPORTER, LA COMMISSIONE DI SERVIZIO PUBBLICO – Nella seconda fase i video saranno valutati da una commissione di esperti formata da Carlo Freccero, Peter Gomez, Sandro Ruotolo, Giulia Innocenzi, Alessandro Renna, Stefano Maria Bianchi, Mauro Ricci, Maddalena Oliva e Giuseppe Vitale: i 3 finalisti selezionati tra i video pervenuti dovranno realizzare un ulteriore reportage girato e montato con mezzi tecnici e personale messi a disposizione dalla redazione di Servizio Pubblico. Solo dopo l’accesso alla fase finale i 3 prescelti scopriranno il tema del nuovo reportage assegnato loro.

VINCITORE DI GENERAZIONE REPORTER SCELTO IN RETE – Nell’ultima fase del concorso Generazione Reporter i 3 video realizzati saranno sottoposti al giudizio del pubblico attraverso una votazione sul web: la giuria popolare chiamata a scegliere il vincitore è composta dalla “Rete dei Donatori di Servizio Pubblico”, che hanno donato i 10 euro per la realizzazione del programma, e dagli “Abbonati de Il Fatto Quotidiano”, quotidiano diretto da Antonio Padellaro con vicedirettore Marco Travaglio. Regolamento e modulo d’iscrizione sono scaricabili dal sito del programma e su associazione.serviziopubblico.it (per informazioni è possibile scrivere una mail a generazionereporter@serviziopubblico.it).

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Pingback: Servizio Pubblico, il video promozionale della nuova stagione e le novità | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *