Domenica Live, Barbara D’Urso inopportuna con Lorenzo Crespi: quanto vale lo share sulla delicatezza?

By on marzo 9, 2014
lorenzo-crespi-twitter

text-align: center”>lorenzo crespi domenica live

LORENZO CRESPI NON CI STA E SI SCONTRA CON LA D’URSO – Cosa davvero si nasconda dietro le richieste d’aiuto di Lorenzo Crespi, cosa ci sia nell’intimo del suo pensiero, nessuno davvero lo può dire ne sapere, anche se in molti, spesso senza averne titolo ma piuttosto in virtù di un dovere di share, tentano di scavare dentro la mente, i pensieri e le sensazioni provate dall’attore nella speranza di cavarne quella dichiarazione “choc” su cui marciare per lunghe puntate a venire. In sintesi, è questo il sunto di quanto si è visto nello studio di Domenica Live alla corte di Barbara D’Urso, dove la conduttrice, dichiaratamente con la volontà di aiutarlo nel farsi curare e ad uscire dal tunnel in cui si è imboscato, ha scatenato le ire dell’attore che, più che giustamente, definisce sciacalli quanti cercano di marciare, per un motivo o per un altro, sulla sua delicata situazione di vita e di salute. Come al solito, la regina del pomeriggio di Canale 5 non smentisce il suo indelicato modo di approcciarsi con i drammi della gente, ma questa volta, diversamente dal solito, si è dovuta scontare contro un muro di gomma che ha rimandato al mittente tutti i tentavi di infiltrazione della D’Urso. 

lorenzo-crespi-2

ENNESIMA USCITA PUBBLICA INFELICE DI LORENZO CRESPI – Non si può dire certo che galeotto sia stato il video un passato amore siciliano, inghippo della discordia contro cui Crespi e Barbara D’Urso hanno finito per schiantarsi lasciando allo spettatore un siparietto di dubbio gusto con un Lorenzo visibilmente irritato che impediva a gran voce di mandare in onda il suddetto filmato, ed una Barbara che invece illuminava gli occhi (come solo lei riesce) nella speranza di convincere il suo ospite ad assistere a quella che ha definito una sorpresa” per dargli aiuto (QUI tutto quello che si è visto in onda). Un incontro-scontro andato avanti per diversi minuti che non ha giovato all’immagine di nessuno dei due soggetti coinvolti. Ad uscirne con le ossa spezzate è ancora una volta l’attore, di cui sembra impossibile comprendere cosa si accumulato in lui negli anni considerando che non è nuovo ad uscite accusatorie come questa; recente è la bagarre su twitter in cui minacciava di inguaiare mari e monti, di più lontana memoria è invece l’infuriata a Ballando con le stelle.

D’URSO vs CRESPI: PIÙ SHARE, MENO DELICATEZZA – Il vero dramma della vicenda però, se un dramma televisivo vogliamo andare a cercare, non è la grave condizione di salute di Lorenzo Crespi che lo starebbe addirittura spingendo vero la morte, ma il modo di trattare una questione di tale delicatezza davanti le telecamere spingendo a tutti i costi verso il colpo di scena e il sensazionalismo. Vero è che la sua fama la precede, ma in alcuni casi, come appunto in questo, il ficcante modo di fare di Barbara D’Urso non solo ne esce inappropriato, ma sfocia quasi nella maleducazione, soprattutto alla luce del voler spacciare un mero tentativo di mercificazione del dolore per un etereo tentativo d’aiuto disinteressato. Ogni volta che si gira verso i contenitori D’Ursiani di Canale 5 pare sempre che si corra verso il fondo nel tentativo di distruggere ogni primato di cattiva televisione, quasi come a voler far pensare che un semplice racconto senza colpi di scena sia vuoto di senso (non a caso le è stata impacchettata una parodia ad hoc), insistendo con sempre maggiore convinzione nello smembrare la delicatezza di alcune vicende che invece, a volte, sarebbe meglio prendere con ascolto e distacco senza intromettersi a tutti i costi. Ancora una volta, viene meno l’intelligenza a favore dello share. 

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *